Polizza moto sospendibile: regole, vantaggi e svantaggi

Polizza moto sospendibile: regole, vantaggi e svantaggi

Pagare l’assicurazione moto soltanto quando ci si mette in sella. Quella che può sembrare utopia, è una comoda realtà. La soluzione consiste nella sospensione della polizza, una pratica da sempre contemplata dalle compagnie assicurative. Di fatto la RC moto viene annullata per un determinato periodo di tempo che viene deciso dall’assicurato. Durante questo lasso di tempo vengono meno tutte le garanzie assicurative. Inoltre la nostra due ruote non potrà circolare su strada né essere parcheggiata in un’area pubblica. Si impone infatti la sua custodia in un’area protetta.

Assicurazione sospendibile: per quanto tempo?

Il tempo minimo di sospensione è in media di 30 giorni. Tuttavia esistono anche dei limiti massimi, che di norma non eccedono i 12 mesi, superati i quali le compagnie possono procedere con la risoluzione del contratto. Tra le condizioni dello stesso viene anche stabilito un numero massimo di sospensioni e di riattivazioni. Queste andranno obbligatoriamente effettuate entro 12 mesi dal precedente “stop”. Inoltre ogni compagnia si riserva la possibilità di non riaccenderla qualora il contraente non risulti in regola con i pagamenti oppure abbia non rispettato le clausole contrattuali.

Pro e contro

La natura particolare di questa formula, applicabile soltanto sulle assicurazioni standard, e non su quelle mensili, trimestrali o semestrali, non comporta una maggiorazione del premio annuale, che viene però spalmato su un periodo molto più lungo. Le polizze sospendibili non vanno però confuse con le assicurazioni moto temporanee. Anche queste ultime offrono una copertura limitata ad alcuni mesi, ma solitamente prevedono un premio più elevato rispetto alle tradizionali. Una scelta intelligente può essere quella di abbinare a questo tipo di assicurazione la garanzia accessoria per Furto e Incendio che permette di coprire la moto (che, come detto, va rigorosamente custodita in un posto chiuso) anche durante il periodo di sospensione. Di norma le compagnie non prevedono costi di riattivazione e garantiscono un numero illimitato di sospensioni, effettuabili  tramite raccomandata A/R o su internet.

Il consiglio per risparmiare è quello di scegliere online. Potrai farlo sul nostro sito confrontando le offerte delle migliori compagnie presenti sul mercato. Una volta individuata quella su misura per te, potrai generare senza impegno e gratuitamente un preventivo che resterà valido per i successivi due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni Dover spostare un’automobile sprovvista di circolazione è un’eventualità che può capitare a ciascuno di noi. Pensiamo ad esempio a due semplici casi: quando la ritiriamo dalla concessionaria e vogliamo accoglierla per la prima volta o, viceversa, quando vogliamo rottamarla magari dopo un lungo stallo casalingo. Di dinamiche simili,

CONTINUA A LEGGERE

Tempi immatricolazione moto nuova

Tempi immatricolazione moto nuova Quando si acquista una moto nuova ci sono dei passaggi tecnici obbligatori prima di poter circolare su strada. Ancor prima di scegliere il casco che più ci piace e di tutelarci con le migliori protezioni, è infatti d’uopo provvedere all’immatricolazione. Questa procedura va effettuata presso la Motorizzazione e dovrà essere accompagnata

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona Che un’auto sia intestata a un defunto è un fenomeno che si può verificare. Non sono infatti rari i casi di automobili che “sopravvivono” ai loro proprietari e non necessariamente per anzianità di questi ultimi. Cosa accade, allora, subito dopo? La vettura potrà circolare da subito

CONTINUA A LEGGERE

Moto guidabili con patente A2: i modelli migliori

Moto guidabili con patente A2: i modelli migliori Neopatentati e moto. Un argomento che riguarda i giovanissimi e non solo. Sono infatti sempre più gli appassionati dell’ultima ora, uomini che iniziano a familiarizzare con le due ruote a motore non proprio (o necessariamente) in giovane età. Tuttavia anche loro vengono definiti con la stessa etichetta

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE