Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

Tra le garanzie accessorie più comuni delle tradizionali RC Auto c’è la polizza cristalli. Si tratta di una particolare assicurazione che, senza costi aggiuntivi, permette di riparare o sostituire il parabrezza in caso di rottura o danneggiamento.

Cos’è la polizza cristalli e come ottenere il risarcimento

Spesso abbinata ad altre assicurazioni, la cristalli auto è indicata per chi non dispone di un garage o di un parcheggio privato in cui custodire l’auto durante la notte. Ma non solo. La possibilità che i vetri si rompano o si incrinino durante il viaggio sono infatti elevate. Quando ciò avviene e si è protetti da questa garanzia, la procedura da seguire per ottenere l’indennizzo è piuttosto semplice. Di norma basta documentare alla propria assicurazione il danno subito (attraverso foto), anche se alcune compagnie possono richiedere un incontro con il conducente del veicolo per verificare se sia o meno coinvolto nell’incidente che ha provocato il danneggiamento.

Quando fare richiesta

Questo particolare tipo di garanzia viene solitamente stipulata insieme al contratto di assicurazione auto. Il soggetto interessato deve farne richiesta presso l’agenzia nella quale lo sta sottoscrivendo. I documenti necessari sono carta di identità in corso di validità, libretto di circolazione auto, attestato di rischio del cliente. Inquadrata tra le polizze accessorie, può essere offerta gratis ai nuovi clienti o a un prezzo particolarmente vantaggioso a quelli di lungo corso.

Quali danni copre

La polizza cristalli permette il rimborso delle spese di sostituzione o riparazione dei danni subiti dai cristalli dell’automobile, sia causati da terzi che in casi di rottura involontaria Tra le parti assicurate rientrano.

  •         Parabrezza anteriore
  •         Vetri degli sportelli
  •         Vetri delle fiancate laterali

Alcune compagnie garantiscono inoltre la copertura dei finestrini e del tetto panoramico. In caso di danni leggeri, viene pagata la riparazione. Lunotto posteriore e finestrini laterali vengono invece sempre sostituiti. I danni cagionati da tentativi di furto vengono invece coperti soltanto se è presente nel contratto di assicurazione anche la polizza furto. Sono esclusi dal rimborso quelli provocati da altre componenti della vettura, da uscite di strada o da ribaltamenti del veicolo.

Vantaggi e svantaggi

Prima di sottoscriverla è pertanto consigliato verificare tutte le condizioni presenti nel contratto proposto. È opportuno sapere che, di norma, l’annullamento avviene solo se contestualmente si annulla anche l’assicurazione auto. Inoltre alcune compagnie consentono l’inserimento di questa clausola soltanto se accorpata a quella per Furto e Incendio.

Prima di decidere se stipularla o meno, ricorda che il Codice della Strada vieta e punisce la circolazione stradale con parabrezza lesionato o rotto. Se hai bisogno di aggiungere garanzie accessorie alla tua RC Auto o se sei alla ricerca della migliore soluzione per l’assicurazione della tua auto, rivolgiti a noi. Su Quale.it potrai trovare quella più adatta a te e sceglierla dopo aver generato un preventivo gratuito valido due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Verifica pagamento bollo moto: come effettuarla

Verifica pagamento bollo moto: come effettuarla Sommerso dalle scadenze quotidiane ti sei dimenticato di pagare il bollo autoveicoli? O peggio ancora non ricordi se hai eseguito correttamente il versamento? Non perdere la calma, esiste una soluzione per ogni cosa. Il bollo automezzi è una tassa sul possesso che viene destinata alle regioni italiane. La sua

CONTINUA A LEGGERE

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità Uno degli incidenti più comuni e la cui individuazione delle responsabilità risulta più semplice: il tamponamento. Si tratta infatti della situazione una cui una vettura colpisce con la sua parte anteriore la parte posteriore di quella che la precede. Di chi è la colpa? Secondo il Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Luci obbligatorie bici: regole, multe

Luci obbligatorie bici: regole, multe Sono obbligatorie le luci in bici? La domanda sembra banale, eppure viene spesso posta anche da ciclisti che non sono alle prime armi. La vasta gamma di modelli presenti sul mercato, impedisce di avere infatti una percezione chiara dell’argomento. Ovviamente la risposta è affermativa, ma determina immediatamente altri quesiti. Quando?

CONTINUA A LEGGERE

Pneumatici 4 stagioni: cosa sono, quali scegliere

Pneumatici 4 stagioni: cosa sono, quali scegliere Dal 15 novembre al 15 aprile in Italia vige l’obbligo di avere a bordo della propria auto le catene da neve. L’alternativa al loro trasporto, consigliata dagli esperti per una maggiore sicurezza, è quella di montare pneumatici invernali. A disciplinare la materia è una direttiva dell Ministero dei

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE