Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

Tra le garanzie accessorie più comuni delle tradizionali RC Auto c’è la polizza cristalli. Si tratta di una particolare assicurazione che, senza costi aggiuntivi, permette di riparare o sostituire il parabrezza in caso di rottura o danneggiamento.

Cos’è la polizza cristalli e come ottenere il risarcimento

Spesso abbinata ad altre assicurazioni, la cristalli auto è indicata per chi non dispone di un garage o di un parcheggio privato in cui custodire l’auto durante la notte. Ma non solo. La possibilità che i vetri si rompano o si incrinino durante il viaggio sono infatti elevate. Quando ciò avviene e si è protetti da questa garanzia, la procedura da seguire per ottenere l’indennizzo è piuttosto semplice. Di norma basta documentare alla propria assicurazione il danno subito (attraverso foto), anche se alcune compagnie possono richiedere un incontro con il conducente del veicolo per verificare se sia o meno coinvolto nell’incidente che ha provocato il danneggiamento.

Quando fare richiesta

Questo particolare tipo di garanzia viene solitamente stipulata insieme al contratto di assicurazione auto. Il soggetto interessato deve farne richiesta presso l’agenzia nella quale lo sta sottoscrivendo. I documenti necessari sono carta di identità in corso di validità, libretto di circolazione auto, attestato di rischio del cliente. Inquadrata tra le polizze accessorie, può essere offerta gratis ai nuovi clienti o a un prezzo particolarmente vantaggioso a quelli di lungo corso.

Quali danni copre

La polizza cristalli permette il rimborso delle spese di sostituzione o riparazione dei danni subiti dai cristalli dell’automobile, sia causati da terzi che in casi di rottura involontaria Tra le parti assicurate rientrano.

  •         Parabrezza anteriore
  •         Vetri degli sportelli
  •         Vetri delle fiancate laterali

Alcune compagnie garantiscono inoltre la copertura dei finestrini e del tetto panoramico. In caso di danni leggeri, viene pagata la riparazione. Lunotto posteriore e finestrini laterali vengono invece sempre sostituiti. I danni cagionati da tentativi di furto vengono invece coperti soltanto se è presente nel contratto di assicurazione anche la polizza furto. Sono esclusi dal rimborso quelli provocati da altre componenti della vettura, da uscite di strada o da ribaltamenti del veicolo.

Vantaggi e svantaggi

Prima di sottoscriverla è pertanto consigliato verificare tutte le condizioni presenti nel contratto proposto. È opportuno sapere che, di norma, l’annullamento avviene solo se contestualmente si annulla anche l’assicurazione auto. Inoltre alcune compagnie consentono l’inserimento di questa clausola soltanto se accorpata a quella per Furto e Incendio.

Prima di decidere se stipularla o meno, ricorda che il Codice della Strada vieta e punisce la circolazione stradale con parabrezza lesionato o rotto. Se hai bisogno di aggiungere garanzie accessorie alla tua RC Auto o se sei alla ricerca della migliore soluzione per l’assicurazione della tua auto, rivolgiti a noi. Su Quale.it potrai trovare quella più adatta a te e sceglierla dopo aver generato un preventivo gratuito valido due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando La fine dell’estate è stato traumatico? Il Natale ci sembra ancora lontano? È il momento ideale per prendersi una piccola pausa e volare fuori città. Andalusia in autunno: verso l’estate Se sei ancora nostalgico della stagione calda appena conclusa, vola verso l’Andalusia, che ti regalerà un clima mite, dal

CONTINUA A LEGGERE

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli La pressione giusta delle gomme moto è argomento dibattuto tanto tra i piloti esperti quanto dai centauri alle prime armi. Del resto ruota tutto intorno a un argomento di primaria importanza: la sicurezza stradale. Circolare con la pressione pneumatici sbagliata comporta infatti enormi rischi. Qualora questi siano sgonfi si

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE