Polizza annullamento viaggi: quando conviene?

La vacanza programmata da tempo salta all’ultimo istante. Una riunione di lavoro all’estero viene rinviata con poco preavviso. Il rischio di annullare un viaggio per cause impreviste è alto. Contrattempi, malattie, problemi nel luogo di destinazione possono ritardare o cancellare una partenza fissata da tempo. Rimediare alla perdita economica è possibile e ha un nome: polizza annullamento viaggi. Una soluzione ideale per chi ha visto le proprie vacanze estate 2019 andargli di traverso.

Assicurazione annullamento viaggio: cos’è e come funziona

La polizza annullamento viaggi rimborsa le penali applicate alla disdetta del viaggio. Questo indennizzo è previsto solo quando la disdetta deriva da eventi specifici indicati nella polizza. In questo modo si ha la certezza di non subire perdite in caso di imprevisti. Nella maggior parte dei casi la polizza annullamento viaggio è già inserita in formule assicurative che comprendono anche furto o smarrimento del bagaglio e assicurazione medica.

Cosa copre la polizza annullamento viaggi

Tutti gli eventi che si possono indennizzare sono indicati nel contratto della polizza annullamento viaggi. Di solito sono garantite:

  • Penale applicata all’annullamento o alla riprogrammazione del viaggio
  • Indennizzo dei costi sostenuti per acquistare nuovi biglietti

Possono essere coperte inoltre:

  • Spese sostenute per viaggi e pernottamenti inutilizzati e ormai irrecuperabili
  • Costo del visto
  • Tasse aeroportuali
  • Costi di gestione pratica

Quando è valida l’assicurazione annullamento viaggio

Ogni compagnia assicurativa applica condizioni diverse per la sua polizza annullamento viaggi. Prima di sottoscriverla è opportuno cercare le migliori tariffe grazie alla comparazione online e verificare le cause di esclusione dall’indennizzo. Per maggiore sicurezza è opportuno affidarsi a polizze all risk, ovvero in grado di rimborsare le penali a condizioni di presentare qualsiasi motivo documentabile. In assenza di questa copertura, esistono eventi non rimborsabili. È il caso, ad esempio, del mancato viaggio per un impedimento già noto dal contraente, come una malattia preesistente. Va inoltre ricordato che la polizza annullamento viaggio è soggetta a massimali e franchigia. Esiste quindi una cifra massima che l’assicurato può vedersi rimborsata e un importo a carico del contraente al verificarsi di un sinistro.

Costo assicurazione annullamento viaggio

A questo punto si può rispondere alla domanda: quando conviene la polizza annullamento viaggi? Alla luce delle considerazioni di cui sopra, la risposta è semplice: ogni volta che la partenza può essere considerata a rischio e soprattutto se le spese sostenute sono ingenti. Se ad esempio si è in possesso di prenotazioni annullabili senza penali o il viaggio è low cost, non è sempre utile.

Il consiglio è quello di verificare tutti questi fattori e anche tutte le condizioni contrattuali prima di sottoscrivere una polizza annullamento viaggi. Per trovare la migliore assicurazione viaggio, invece, visita il nostro sito. Grazie a Quale.it potrai affrontare partenza e vacanza in massima tranquillità sottoscrivendo un’assicurazione viaggio che ti metta al riparo da ogni genere di imprevisto.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento in forma specifica RC Auto: quando si applica?

Il risarcimento in forma specifica è una particolare clausola contrattuale che si applica anche alle assicurazioni RC Auto. Questo tipo di clausola è facoltativa e non obbligatoria: garantisce sconti a chi decide di inserirla, ma vincola il contraente a rispettare alcuni paletti. Vediamo cosa si intende per risarcimento in forma specifica RCA e cosa cambia

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE