Pneumatici invernali: cosa sono e quali scegliere

Pneumatici invernali: cosa sono e quali scegliere

Con la legge non si scherza e con la sicurezza neppure. Una direttiva del 2013 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha previsto che l’Ente proprietario della strada, e/o il gestore possano, dal 15 novembre al 15 aprile (con un mese di deroga) di ogni anno, “prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e su ghiaccio”. Il montaggio delle gomme invernali fa venire meno l’obbligo delle catene. Unendolo alle opportune garanzie accessorie, quale può essere l’assicurazione eventi naturali, mette al riparo il guidatore da ogni possibile sorpresa derivante dalle intemperie climatiche.

Cosa sono le gomme winter

Ma di cosa si parla quando ci si riferisce agli pneumatici invernali? Contrassegnati dalla marcatura M+S (Mud+Snow, fango e neve) presente sul loro fianco, da una montagnetta e da un fiocco di neve, sono utilizzabili anche durante le altre stagioni, permettono di viaggiare alla stessa velocità delle altre mescole e, di norma, vanno gonfiati alla stessa pressione delle altre.

Il CdS consente di montarne soltanto due, installandoli sull’asse della trazione del veicoli, ma per ragioni di sicurezza è consigliabile accessoriare l’automobile con tutti e quattro, per ridurre al minimo il rischio di testacoda.

Le caratteristiche delle gomme invernali

Due sono le peculiarità principali degli pneumatici invernali. La prima è senza dubbio il “disegno” del battistrada, che presenta delle scanalature particolarmente adatte a far presa su fondi più scivolosi. La seconda è la mescola, ovvero il prodotto dell’unione della gomma con gli agenti chimici deputati a stabilizzarla. Questa è più elastica rispetto a quella delle gomme estive e adatta a mantenere una maggiore aderenza con temperature basse.

Pneumatici invernali e garanzie accessorie della polizza RCA

Rispetto alle gomme “all season”, in condizioni estreme, le gomme invernali riducono lo spazio di frenata di circa il 20%. Come scegliere quelle giuste per voi? Per prima cosa prestate attenzione alla misura che viene indicata sulla carta di circolazione della vostra auto. Inoltre buttate sempre un occhio sul battistrada: solo quelli che presentano anche il disegno della montagna col fiocco di neve rendono “vere” le vostre gomme winter. Lo spessore minimo consigliato è di 3mm.

Fatte queste debite premesse, il nostro consiglio è quello di affiancare la scelta degli pneumatici invernali a quelli delle polizze accessorie RCA. Una copertura contro gli eventi naturali (quali bufere, trombe d’aria e danni generici causati dalla neve), che restituisca il valore commerciale del veicolo al momento del sinistro, vi permetterà di completare il corredo della sicurezza senza grosse spese aggiuntive. Potrete scegliere la soluzione più adatta a voi dopo aver setacciato le migliori offerte presenti sul mercato generando un preventivo gratuito.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE