Pneumatici 4 stagioni: cosa sono, quali scegliere

Pneumatici 4 stagioni: cosa sono, quali scegliere

Dal 15 novembre al 15 aprile in Italia vige l’obbligo di avere a bordo della propria auto le catene da neve. L’alternativa al loro trasporto, consigliata dagli esperti per una maggiore sicurezza, è quella di montare pneumatici invernali. A disciplinare la materia è una direttiva dell Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture nel 2013, che ha unificato in tutta Italia il periodo dell’obbligo. Questo si intende in vigore fuori dai centri abitati, anche se i Comuni possono arbitrariamente introdurre l’obbligo nei centri urbani tramite un’ordinanza. Durante il periodo d’obbligo è possibile montare gomme che consentano una velocità massima inferiore rispetto a quella riportata sul libretto. Questa non può però in ogni caso essere inferiore a 160 km/h.

Gomme 4 stagioni: perché sceglierle

Un’alternativa altrettanto valida, che consente di stare in regola e di viaggiare sicuri, è quella di affidarsi alle cosiddette gomme all season. Si tratta di pneumatici utilizzabili in qualsiasi stagione dell’anno e in grado di adattarsi ad ogni condizione meteo. Il merito è di una mescola che favorisce buona aderenza sia sull’asciutto che sul bagnato. Rispetto alle gomme tradizionali, sono dotate di un battistrada più profondo e di una scanalatura diversa.

Pneumatici quattro stagioni: norme e sanzioni

Il ricorso a pneumatici all season permette di non incorrere in sanzioni sulle strade in cui vige l’obbligo. Affinché sia così, però, bisogna accertarsi che abbiano impresso il codice M+S o MS, M&S, M-S, sigla che sta per “Mud + Snow”, ovvero fango e neve. Secondo quanto stabilito nel 2014 dal Ministero dei Trasporti, però, chi utilizza pneumatici M+S con codice di velocità inferiore a quanto indicato sulla carta di circolazione, può viaggiare solo dal 15 ottobre al 15 maggio. Pertanto per essere a norma nei mesi caldi, avendo equipaggiato la nostra auto con gomme quattro stagioni, occorre che queste abbiano un indice di velocità uguale o maggiore a quello indicato sul libretto auto.

Se non rispettano queste indicazioni, si va incontro a una multa minima di 422 euro che può arrivare fino a 1.695 euro, con il conseguente ritiro della Carta di circolazione.

Pneumatici 4 stagioni: pro e contro

Per concludere si può dire che le gomme quattro stagioni sono particolarmente indicate per chi vive in luoghi con temperature miti e non fa un utilizzo massiccio della proprio auto, considerando che il cambio del “treno gomme” (che può costare intorno ai 100 euro) va effettuato ogni 20.000-30.000 chilometri. Chi è invece costretto a fronteggiare spesso quelle basse, dovrebbe optare per le gomme termiche.

Ricorda che l’obbligo di catene a bordo o di montare gomme invernali, è solo uno dei tanti che riguarda la tua carriera da automobilista. Quello più importante risponde al nome di assicurazione auto. Girare senza o con una polizza RC Auto scaduta, può infatti costarti davvero caro. Se hai intenzione di cambiare quella di cui disponi attualmente o devi sottoscrivere la tua prima, rivolgiti a noi. Sul nostro sito potrai confrontare le migliori offerte online e generare gratuitamente un preventivo che resterà valido 60 giorni prima della tua conferma.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Google+: perché cancellare il profilo?

Google+: perché cancellare il profilo? Perché cancellare il proprio profilo da Google+ e come farlo? Dal 2 aprile 2019 Google+ chiude i battenti. Dopo tanti anni in cui il social network di Google ha provato a dare filo da torcere a Facebook, ha finalmente perso la battaglia. Sai che molto probabilmente hai un profilo su

CONTINUA A LEGGERE

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione L’obiettivo di rendere le strade sicure è ancora lontano dalla sua piena realizzazione. In Italia negli ultimi 17 anni la categoria più penalizzata nella riduzione del tasso di mortalità legata agli incidenti è quella dei ciclisti. Nel 2017 sono state 254 le vittime di sinistri stradali appartenenti alla categoria e

CONTINUA A LEGGERE

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente L’introduzione della guida autonoma automobili rappresenta una svolta epocale nel settore. L’auto senza conducente corrisponde a una rivoluzione totale nel mondo della mobilità, ma non comporta un taglio definitivo col passato. Sbaglia, infatti, chi ritiene che il guidatore sia sollevato da ogni responsabilità. Per mettersi

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE