Perché scegliere il noleggio auto a lungo termine

Perché scegliere il noleggio auto a lungo termine

Pensato per le aziende, diffuso tra i privati. Il noleggio a lungo termine è tra i trend topic del mercato automobilistico italiano. La formula offre la possibilità di disporre di un’auto nuova per un lungo periodo senza sobbarcarsi costi di gestione e manutenzione. Come? Stipulando, attraverso una società specializzata, un contratto la cui durata oscilla mediamente tra i due e i cinque anni. Al contrario del leasing, pensato per trasformare il contraente acquirente del veicolo a fronte di una rata finale, l’NLT permette di restituire il veicolo alla scadenza del limite concordato ed, eventualmente, di iniziare un nuovo noleggio. Ma è davvero tutto oro ciò che luccica? Scopriamolo insieme.

Noleggio a lungo termine: per chi è indicato?

Chiariti i dettagli dell’offerta, indaghiamo sul target. Il noleggio a lungo termine appare particolarmente indicato agli automobilisti abituati a percorrere giornalmente medie o lunghe distanze. Se si prevede un chilometraggio annuo superiore ai ventimila chilometri, ad esempio, questa formula può essere quella congeniale. A patto di arrotondare per eccesso la stima che si effettua in fase di stipula del contratto, onde evitare salassi alla riconsegna del veicolo.

Ma non solo. L’incertezza regnante sul futuro dei motori a diesel può contribuire a far pendere l’ago della bilancia verso la stessa soluzione. Chi punta oggi a cambiare la propria auto e ha bisogno di una vettura che garantisca anche risparmi sul carburante, non può non tener conto della svolta in arrivo. Già sperimentato in alcune città della Germania e presto in arrivo a Milano, con Roma che ha annunciato il no al diesel (nel centro storico) dal 2024, l’addio al gasolio influisce eccome sul raggio d’azione dei potenziali acquirenti.

L’opzione dell’NLT, che prevede un impegno massimo di cinque anni, si inserisce proprio in questo vuoto. Da un lato permette di soddisfare l’esigenza di guidare un veicolo nuovo, dall’altro offre la possibilità di continuare a scrutare il mercato per verificare la veridicità delle voci sulla rinuncia definitiva al diesel. In questo lasso di tempo l’auto che si starà guidando si svaluterà, ma non sarà il contraente a doversene preoccupare.

Se i dati del primo trimestre del 2018 rilevano nei maniaci dell’ultima moda e negli automobilisti desiderosi di risparmiare sui costi di manutenzione gli acquirenti principali, il trend sembra destinato a cambiare rapidamente. La possibilità di avere compreso nel canone mensile tutti i costi legati all’utilizzo della vettura (assicurazione, manutenzione ordinaria, tassa di proprietà e soccorso stradale) offre infatti una soluzione ghiotta e vantaggiosa per molti. E può cambiare gli equilibri del mercato dell’automobile.

Noleggio a lungo termine: sicurezza per voi e la vostra auto

Riepilogando: se siete “guidatori seriali” e siete incerti sulla prossima macchina da acquistare, allora il noleggio a lungo termine fa al caso vostro. Purché sappiate fare una stima credibile dei chilometri che intendete percorrere e siate disposti (e nelle condizioni) di pagare un canone mensile. Il consiglio è quello di aggiungere alle tutele offerte da contratto, anche delle garanzie accessorie che vi possano tutelare a fronte di qualsiasi inconveniente. Valutate inoltre ogni forma di copertura personale e scegliete la polizza adatta alla vostra nuova auto. Sul nostro sito vi sarà possibile confrontare tra le migliori presenti sul mercato generando un preventivo gratuito che avrà validità 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidente con concorso di colpa: chi paga?

L’incidente con concorso di colpa è uno dei casi più comune di sinistro stradale. Si tratta della circostanza in cui non si rintraccia un solo responsabile e i colpevoli sono entrambi i guidatori dei veicoli coinvolti. Una volta capito cosa fare in caso di incidente, giunge il momento di muoversi con la assicurazione auto. Vediamo

CONTINUA A LEGGERE

Carta di circolazione moto: cos’è, come leggerla

“Favorisca patente e libretto”. Quante volte ci è capitato di imbatterci in una frase del genere? Se siete stati guidatori fortunati l’avrete ascoltata magari soltanto in tv, ma se circolate su strada da tanto è inevitabile non essere stati almeno una volta i destinatari della richiesta. I documenti richiesti dalle Forze dell’Ordine nei controlli di

CONTINUA A LEGGERE

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE