Patente A: quanto costa?

Patente A: quanto costa?

Permette di sgusciare nel traffico cittadino, di effettuare lunghi viaggi nei weekend e rappresenta inequivocabilmente uno status symbol. Saper guidare e potersi permettere una moto è un privilegio assoluto. Allo stesso tempo è fondamentale rispettare tutti gli obblighi previsti dalla legge: dalla assicurazione moto al bollo, passando per la revisione. Prima di pensarci, però, bisogna dimostrare di avere i requisiti per mettersi in sella e allacciarsi il casco. Come? Prendendo la patente. Quella necessaria per guidare una due ruote è la A. Se non sai già tutto su di lei, ti aiutiamo noi.

Patenti moto: esami

Prima di capire quando, è utile sapere cosa potrai guidare. Le patenti moto sono infatti diverse.

  •         Patente AM: si può prendere a partire dai 14 anni. L’esame teorico consiste in un quiz da 30 domande e il superamento dà diritto a sostenere la prova pratica. Permette di guidare motorini fino a 50cc
  •         Patente A1: conseguibile a partire dai 16 anni. Prevede il superamento dell’esame teorico da 40 domande e di una doppia prova in sella. Su pista per verificare il controllo del veicolo (slalom tra birilli, gimcana, frenata, passaggi a otto) e su strada per attestare la conoscenza delle norme. Dà diritto a condurre moto di 125cc e 11kW di potenza
  •         Patente A2: si ottiene a partire dai 18 anni e consente di guidare qualsiasi veicolo fino a 35 kW di potenza e con un rapporto potenza/peso superiore a 0,2 kW/kg. Qualora si sia in possesso della A1 si dovrà sostenere soltanto l’esame pratico
  •         Patente A3: conseguibile soltanto al compimento dei 24 anni, permette di guidare qualsiasi moto. Le prove da superare sono due: teorica e pratica su pista e strada, con moto di cilindrata uguale o superiore a 600cc, potenza minima di 40kW e peso non inferiore ai 180 kg. In presenza di patente A2 vi si può accedere dopo due anni.

Documenti patente A

Sia che si scelga la strada da privatista che quella della scuola guida, i documenti da presentare per sostenere gli esami sono gli stessi.

  •         Fotocopia del documento di identità
  •         Marca da bollo da 14,62 euro
  •         Fotocopia della patente (se già in possesso)
  •         Due versamenti di 14,62 euro sul cc 4028
  •         Modello TT2112 compilato
  •         Versamento di 24,00 euro sul cc 9901
  •         Certificato medico con annessi bollo da 14,62 euro e fotografia vidimata

Per compiere l’iter è necessario recarsi in un ufficio della Motorizzazione Civile e fare richiesta per la patente A. Solo a questo punto verranno consegnati il modulo TT2112, un bollettino da 14,62 euro e quello da 24. Il secondo da 14,62 si pagherà invece successivamente, ovvero in sede di prenotazione della prova pratica e, pertanto, non prima di aver superato quella teorica. Quest’ultima dovrà essere sostenuta entro sei mesi dalla presentazione della domanda.

Cosa incide sul prezzo

Completato il vademecum, è giunto il momento di rispondere alla fatidica domanda: quanto costa prendere la patente A? Molto dipende dal percorso che si sceglie. Quello più economico è da privatista, con una cifra, comprensiva degli oneri per l’ottenimento del certificato medico, che supera di poco i 150 euro. Passando invece per un’autoscuola il prezzo aumenta di un centinaio di euro, ma si avrà diritto a seguire le lezioni in aula.

Hai già tagliato questo importante traguardo? Allora non esitare un istante di più e passa a trovarci. Su Quale.it potrai completare il secondo stop fondamentale prima di accendere i motori: sottoscrivere l’assicurazione moto. Da noi avrai modo di confrontare le proposte più interessanti delle migliori compagnie e scegliere quella più adatta a te soltanto dopo aver generato gratuitamente un preventivo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Google+: perché cancellare il profilo?

Google+: perché cancellare il profilo? Perché cancellare il proprio profilo da Google+ e come farlo? Dal 2 aprile 2019 Google+ chiude i battenti. Dopo tanti anni in cui il social network di Google ha provato a dare filo da torcere a Facebook, ha finalmente perso la battaglia. Sai che molto probabilmente hai un profilo su

CONTINUA A LEGGERE

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione L’obiettivo di rendere le strade sicure è ancora lontano dalla sua piena realizzazione. In Italia negli ultimi 17 anni la categoria più penalizzata nella riduzione del tasso di mortalità legata agli incidenti è quella dei ciclisti. Nel 2017 sono state 254 le vittime di sinistri stradali appartenenti alla categoria e

CONTINUA A LEGGERE

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente L’introduzione della guida autonoma automobili rappresenta una svolta epocale nel settore. L’auto senza conducente corrisponde a una rivoluzione totale nel mondo della mobilità, ma non comporta un taglio definitivo col passato. Sbaglia, infatti, chi ritiene che il guidatore sia sollevato da ogni responsabilità. Per mettersi

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE