Chi risarcisce i danni al passeggero della moto?

Restare coinvolti in un incidente in moto quando si viaggia in moto solleva da sempre un dubbio: chi risarcisce i danni al passeggero della moto? La legge italiana è chiara in tal senso, ma un approfondimento serve a risolvere ogni equivoco. Del resto la fattispecie è tutt’altro che remota, come dimostrano i 687 motociclisti rimasti vittime negli oltre 170.000 incidenti verificati in Italia nel 2018. La posizione passeggero moto influisce sull’indennizzo e cosa prevede la legge?

Passeggero moto e incidente: chi paga?

Il passeggero moto viene risarcito dall’assicurazione RC del conducente del veicolo su cui si trovava al momento dell’incidente. A stabilirlo è l’articolo 141 del Codice delle Assicurazioni Private. L’indennizzo è dovuto a prescindere dal coinvolgimento di altri mezzi e dall’accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti. Al passeggero in moto spetta però il compito di dimostrare che i danni subiti siano stati cagionati dall’incidente. In che modo? Allegando tutta la documentazione necessaria a smentire il rischio di voler perpetrare una frode assicurativa. Ad esempio:

  • Verbale di intervento delle Forze dell’Ordine intervenute sul luogo dell’incidente
  • Referto del pronto soccorso o eventuali esami medici sostenuti a seguito del sinistro
  • Testimonianza dei presenti sul posto

Passeggero moto: quali danni vengono risarciti?

Il passeggero moto ha diritto all’indennizzo per danni fisici. I danni alle cose di proprietà sono invece garantiti a condizione che il danneggiato non sia legato da relazioni parentali o societarie con il conducente (o il proprietario) del veicolo. Se il passeggero è figlio, genitore, coniuge, nipote, suocero, nonno o bisnonno del conducente, non si vedrà rimborsati i danni materiali.

Eccezioni

In alcune circostanze il passeggero può richiedere il risarcimento alla compagnia del conducente responsabile dell’incidente, anche se questi non è il conducente della moto su cui era trasportato. Ciò può avvenire se:

  • Il massimale del veicolo responsabile è superiore a quello della moto su cui si stava viaggiando
  • La compagnia assicurativa riconosce la responsabilità del proprio assicurato intervenendo in giudizio ed estromettendo la polizza assicurativa del motociclista dal contenzioso
  • La compagnia che effettua il pagamento ha diritto di rivalsa verso l’impresa assicurativa del responsabile civile

Esclusioni al rimborso passeggero moto

Il passeggero moto ha sempre ragione ed è tenuto all’indennizzo? Esistono alcuni casi in cui la compagnia del conducente o del proprietario del veicolo può rifiutarsi di versare il risarcimento. Ciò avviene esclusivamente se viene dimostrato che il passeggero ha posto in essere un comportamento doloso o colposo che ha contribuito a causare (o addirittura ha provocato) il danno. Quando si è passeggeri bisogna dunque prestare la massima attenzione, evitando di disturbare il conducente e viaggiando in regola. Il casco è l’unico dispositivo ma deve essere regolarmente omologato. Inoltre per viaggiare in due occorre che il veicolo lo consenta come riportato sulla carta di circolazione.

Prima di salire in sella ricorda di essere in regola con l’assicurazione. Stipula la tua prima assicurazione moto o rinnova quella in scadenza affidandoti a noi. Compila il form presente sul sito inserendo i dati richiesti e ricevi subito le quotazioni delle migliori compagnie online. Salva il preventivo gratuito sul tuo pc e prendi una decisione entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE