Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona

Che un’auto sia intestata a un defunto è un fenomeno che si può verificare. Non sono infatti rari i casi di automobili che “sopravvivono” ai loro proprietari e non necessariamente per anzianità di questi ultimi. Cosa accade, allora, subito dopo? La vettura potrà circolare da subito o sarà soggetta a restrizioni? Queste varranno anche a fronte di un testamento scritto? Scopriamolo insieme.

I veicoli immatricolati in Italia, come noto, sono registrati al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Qui vengono annotati tutti i dati: marca, modello, targa, dati tecnici e data di prima immatricolazione. Inoltre sono registrati i dati anagrafici del proprietario. Se ne ricava che ogni passaggio di proprietà, indipendentemente dalla motivazione per cui avviene, dovrà essere segnalato e che il proprietario dovrà a sua volta essere registrato al PRA, come stabilito dal articolo 94 del Codice della Strada.

Cambio nome al PRA: come effettuarlo

Qualora l’erede non sia unico, l’auto sarà intestata in comunione a tutti gli eredi. A questo punto occorre provvedere alla voltura che permette al veicolo di circolare temporaneamente. Per effettuarla è necessario accettare in eredità il veicolo, attraverso un atto pubblico o una scrittura privata autenticata o accertata giudizialmente.  A questo punto l’erede ha 60 giorni di tempo per registrare l’accettazione dell’eredità al PRA, in forma espressa (ovvero con firma autenticata) e non tacita.

Voltura proprietà auto: i documenti

Come visto affinché un’auto intestata a una persona deceduta possa circolare su strada, anche solo temporaneamente, è obbligatorio presentare al PRA una serie di documenti. Ecco quali sono.

  • Atto di accettazione dell’eredità autenticato in bollo. In caso di testamento, copia conforme dello stesso o estratto rilasciato su carta bollata dal notaio
  • Carta di circolazione o Certificato di proprietà digitale (CdPD)
  • Certificato di proprietà (CdP)
  • Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio dell’erede che effettua la richiesta con allegata delega firmata degli altri eredi
  • Fotocopia del documento di identità in corso di validità del richiedente
  • Codice fiscale del richiedente
  • Modello NP3B in doppia copia. Questo si potrà compilare online sul sito dell’ACI oppure presso uno Sportello degli uffici provinciali della Motorizzazione o ACI.

Passaggio di proprietà: costi e sanzioni

Per completare il passaggio sono previsti dei costi. A quello relativo all’IPT, su base provinciale, si aggiungono l’imposta di bollo per la registrazione al PRA (48 euro) e le spese per il servizio di agenzia (27 euro). Ben più salate sono le tariffe per i trasgressori che vengono “pizzicati” a circolare con l’auto di un defunto senza aver espletato le regolari pratiche: la multa minima è di 705€, quella massima 3.526€.

Prima di accettare l’eredità è suggerito accertarsi dei trascorsi del defunto. Eventuali fermi amministrativi, multe e ipoteche saranno infatti a vostro carico. Dulcis in fundo non dimenticate un altro passo fondamentale. Una volta eredita l’automobile bisognerà provvedere a modificare anche l’intestatario dell’assicurazione RC Auto obbligatoria per legge. Se hai bisogno di garantirti quella più consona alle tue esigenze affidati a noi. Sul nostro sito potrai infatti consultare e confrontare le offerte delle migliori compagnie presenti sul mercato. Potrai scegliere quella più adatta a te in tutta tranquillità: dopo aver generato gratuitamente un preventivo avrai infatti 60 giorni di tempo per decidere se convalidarlo o meno.

 

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni Dover spostare un’automobile sprovvista di circolazione è un’eventualità che può capitare a ciascuno di noi. Pensiamo ad esempio a due semplici casi: quando la ritiriamo dalla concessionaria e vogliamo accoglierla per la prima volta o, viceversa, quando vogliamo rottamarla magari dopo un lungo stallo casalingo. Di dinamiche simili,

CONTINUA A LEGGERE

Tempi immatricolazione moto nuova

Tempi immatricolazione moto nuova Quando si acquista una moto nuova ci sono dei passaggi tecnici obbligatori prima di poter circolare su strada. Ancor prima di scegliere il casco che più ci piace e di tutelarci con le migliori protezioni, è infatti d’uopo provvedere all’immatricolazione. Questa procedura va effettuata presso la Motorizzazione e dovrà essere accompagnata

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona Che un’auto sia intestata a un defunto è un fenomeno che si può verificare. Non sono infatti rari i casi di automobili che “sopravvivono” ai loro proprietari e non necessariamente per anzianità di questi ultimi. Cosa accade, allora, subito dopo? La vettura potrà circolare da subito

CONTINUA A LEGGERE

Moto guidabili con patente A2: i modelli migliori

Moto guidabili con patente A2: i modelli migliori Neopatentati e moto. Un argomento che riguarda i giovanissimi e non solo. Sono infatti sempre più gli appassionati dell’ultima ora, uomini che iniziano a familiarizzare con le due ruote a motore non proprio (o necessariamente) in giovane età. Tuttavia anche loro vengono definiti con la stessa etichetta

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE