Pagamento bollo auto con PagoPA: come funziona

Dal 1° gennaio 2020 il pagamento bollo auto va effettuato soltanto tramite PagoPA. Il bollo autoveicolo è una tassa sul possesso del bene al cui pagamento sono tenuti tutti i proprietari di un veicolo. L’utilizzo del sistema di pagamenti realizzato dall’Agenzia dell’Entrate manda in cantina il bollettino RAV (Ruoli Mediante Avviso). Alla svolta si è arrivati con l’approvazione del Decreto Fiscale, inserito nella Legge di Bilancio 2020, con l’obiettivo di contrastare l’evasione fiscale. Come pagare bollo auto con PagoPA e quali sono le scadenze bollo auto 2020?

PagoPA: cos’è e come funziona

PagoPA è il sistema nazionale per i pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione. A partire dall’1 gennaio 2020 (con proroga al 30 giugno 2020) rappresenta l’unico modo per provvedere al pagamento bollo auto. Non si tratta di un sito sul quale pagare, ma di una modalità standardizzata di pagamento utilizzabile tramite strumenti e canali di pagamento diversi. I canali su cui utilizzare PagoPA sono accessibili tramite il sito dell’ente verso il quale effettuare un pagamento, sia tramite sportelli fisici e virtuali messi a disposizione dai Prestatori di Servizi (PSP).

Come pagare il bollo auto con PagoPA

Effettuare il pagamento bollo auto con PagoPA è un’operazione semplice. Per pagare bollo auto è sufficiente utilizzare i canali (fisici oppure online) di banche e altri PSP. Si può provvedere al bollo auto pagamento presso:

  • Uffici postali
  • Agenzie della banca
  • Delegazioni ACI
  • Sportelli ATM abilitati
  • Punti vendita Sisal, Banca 5 e Lottomatica

Inoltre, è possibile effettuare i pagamenti bollo auto on line utilizzando l’home banking del PSP, riconoscibile grazie ai loghi pagoPA o CBILL. In alternativa si può anche utilizzare l’app EasyPol, disponibile per device iOS e Android, sulla quale sarà sufficiente inserire targa e tipo di veicolo per pagare tramite PagoPA. Qualunque pagamento viene identificato in maniera univoca da un codice, denominato IUV (Identificativo Univoco di Versamento). Attraverso questo codice l’Ente associa il singolo versamento effettuato dall’utente alla richiesta di pagamento.

Dove pagare bollo auto

Il pagamento bollo auto va effettuato entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione del veicolo. Se viene immatricolato negli ultimi giorni del mese, si può provvedere al versamento nel mese seguente. Negli anni successivi al primo, il pagamento deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo alla sua scadenza. Il calcolo bollo auto può essere fatto in maniera gratuita sul sito dell’ACI o dell’Agenzia dell’Entrata. Il pagamento può essere effettuato presso sportelli ACI o sito ACI (con carta di credito), agenzie di pratiche auto, uffici postali, tabaccherie autorizzate, via telefono tramite il servizio Telebollo e online sul sito delle Poste Italiane.

Il bollo auto non è l’unica scadenza da tenere a mente quando si possiede un veicolo. L’obbligo più importante riguarda l’assicurazione auto. Se la tua in scadenza o non sei soddisfatto della tua polizza attuale, visita il nostro sito. Inserendo pochi dati sul nostro comparatore, riceverai subito le quotazioni delle migliori compagnie online. Salva il preventivo gratuito e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE