Pagamento bollo auto con PagoPA: come funziona

Dal 1° gennaio 2020 il pagamento bollo auto va effettuato soltanto tramite PagoPA. Il bollo autoveicolo è una tassa sul possesso del bene al cui pagamento sono tenuti tutti i proprietari di un veicolo. L’utilizzo del sistema di pagamenti realizzato dall’Agenzia dell’Entrate manda in cantina il bollettino RAV (Ruoli Mediante Avviso). Alla svolta si è arrivati con l’approvazione del Decreto Fiscale, inserito nella Legge di Bilancio 2020, con l’obiettivo di contrastare l’evasione fiscale. Come pagare bollo auto con PagoPA e quali sono le scadenze bollo auto 2020?

PagoPA: cos’è e come funziona

PagoPA è il sistema nazionale per i pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione. A partire dall’1 gennaio 2020 (con proroga al 30 giugno 2020) rappresenta l’unico modo per provvedere al pagamento bollo auto. Non si tratta di un sito sul quale pagare, ma di una modalità standardizzata di pagamento utilizzabile tramite strumenti e canali di pagamento diversi. I canali su cui utilizzare PagoPA sono accessibili tramite il sito dell’ente verso il quale effettuare un pagamento, sia tramite sportelli fisici e virtuali messi a disposizione dai Prestatori di Servizi (PSP).

Come pagare il bollo auto con PagoPA

Effettuare il pagamento bollo auto con PagoPA è un’operazione semplice. Per pagare bollo auto è sufficiente utilizzare i canali (fisici oppure online) di banche e altri PSP. Si può provvedere al bollo auto pagamento presso:

  • Uffici postali
  • Agenzie della banca
  • Delegazioni ACI
  • Sportelli ATM abilitati
  • Punti vendita Sisal, Banca 5 e Lottomatica

Inoltre, è possibile effettuare i pagamenti bollo auto on line utilizzando l’home banking del PSP, riconoscibile grazie ai loghi pagoPA o CBILL. In alternativa si può anche utilizzare l’app EasyPol, disponibile per device iOS e Android, sulla quale sarà sufficiente inserire targa e tipo di veicolo per pagare tramite PagoPA. Qualunque pagamento viene identificato in maniera univoca da un codice, denominato IUV (Identificativo Univoco di Versamento). Attraverso questo codice l’Ente associa il singolo versamento effettuato dall’utente alla richiesta di pagamento.

Dove pagare bollo auto

Il pagamento bollo auto va effettuato entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione del veicolo. Se viene immatricolato negli ultimi giorni del mese, si può provvedere al versamento nel mese seguente. Negli anni successivi al primo, il pagamento deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo alla sua scadenza. Il calcolo bollo auto può essere fatto in maniera gratuita sul sito dell’ACI o dell’Agenzia dell’Entrata. Il pagamento può essere effettuato presso sportelli ACI o sito ACI (con carta di credito), agenzie di pratiche auto, uffici postali, tabaccherie autorizzate, via telefono tramite il servizio Telebollo e online sul sito delle Poste Italiane.

Il bollo auto non è l’unica scadenza da tenere a mente quando si possiede un veicolo. L’obbligo più importante riguarda l’assicurazione auto. Se la tua in scadenza o non sei soddisfatto della tua polizza attuale, visita il nostro sito. Inserendo pochi dati sul nostro comparatore, riceverai subito le quotazioni delle migliori compagnie online. Salva il preventivo gratuito e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE