Obbligo contrassegno principiante: cosa prevede la legge

Obbligo contrassegno principiante: cosa prevede la legge

Il conseguimento della patente B rappresenta uno dei primi grandi traguardi dell’età adulta. Raggiungerlo è sinonimo di libertà e indipendenza, ma non solo. Diventare a tutti gli effetti automobilisti, affrancandosi dal solo status di passeggeri, comporta anche delle responsabilità. E degli obblighi. Tra questi c’è quello di guidare esclusivamente macchine per neopatentati e di affidarsi a un’assicurazione auto. Se stai per diventare un novello pilota, sei sicuro di sapere tutto quello che prevede la legge? E sai come gestire i mesi di travaglio che ti separano dalle prime uscite in solitaria a bordo della tua quattro ruote? Ti spieghiamo tutto noi.

Lettera P di principiante: quando è obbligatoria

L’iter da seguire per ottenere il titolo di guida è semplice. Ci si iscrive a scuola guida e si superano i due esami obbligatori: teorico e pratico. Il buon esito del primo è propedeutico al sostenimento del secondo e dà diritto al rilascio del foglio rosa, quel documento che permette per sei mesi (e anche prima del compimento del 18° anno di età) di circolare regolarmente su strada in attesa di effettuare la prova pratica. Il suo possesso mentre ci si esercita su strada non è la sola prescrizione prevista dal Codice della Strada. Tra gli obblighi c’è anche l’esposizione della lettera P di “Principiante”, stampata su un foglio bianco, sul retro della vettura. L’articolo 122 dispone infatti che “gli autoveicoli per le esercitazioni e gli esami di guida condotti da aspiranti conducenti devono essere muniti, nella parte anteriore e posteriore, di un contrassegno recante la lettera P dell’alfabeto, maiuscola, di colore nero su fondo bianco retroriflettente. Tale contrassegno va applicato in posizione verticale o subverticale in modo ben visibile e tale da non ostacolare la necessaria visibilità dal posto di guida e da quello occupato da colui che funge da istruttore”.

Quando decade l’obbligo di esporlo

Questo obbligo decade nel momento esatto in cui si ottiene la patente. A questo punto i doveri di automobilista diventano quelli di rispettare tassativamente i limiti neopatentati e di completare il corredo della sicurezza con la migliore assicurazione auto. A chi è alle prime arme le compagnie assicurative, prevedendo un rischio elevato di incorrere in incidenti dettato dalla scarsa esperienza, attribuiscono la classe di merito più alta, ovvero la 14. Un modo per risparmiare può essere in questo caso quello di affidarsi alla Legge Bersani, che permette di ereditare la classe di merito di un membro dello stesso nucleo familiare. La soluzione migliore è però quella di consultare le offerte online. Sul nostro sito sono presenti le più interessanti attualmente sul mercato. Con pochi click potrai confrontarle e scegliere quella che ritieni più valida. Come? Dopo aver generato gratuitamente un preventivo che resterà valido per ben 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione reflex e mirrorless: proteggi il tuo lavoro

Assicurazione reflex e mirrorless: proteggi il tuo lavoro Hai una reflex che utilizzi per lavoro ed è quindi la tua inseparabile compagna di vita? Cosa faresti se si rompesse o se la dovessi accidentalmente perdere? Rabbia, disperazione, frustrazione. È per questo che esiste un’assicurazione speciale dedicata per reflex e mirrorless. La macchina fotografica: speciale sì,

CONTINUA A LEGGERE

Cos’è iCloud?

iCloud è un servizio Apple, che chiunque possieda un iPhone conosce bene, che ti permette di salvare in modo sicuro foto, video, musica etc in modo gratuito. Non solo, ti consente di tenere tutto aggiornato su più dispositivi (se per esempio hai sia un iPhone che un iPad o un Mac) per condividerli con facilità

CONTINUA A LEGGERE

Come cancellarsi da Facebook per sempre

Amore e odio per molti, Facebook è il social network più diffuso della Terra eppure non tutti lo amano. C’è chi infatti lo trova solo una perdita di tempo o un posto dove si litiga senza motivo. È in aumento, infatti, il numero di utenti italiani che hanno deciso di disattivare il proprio account definitivamente.

CONTINUA A LEGGERE

Come formattare iPhone? Ecco una guida semplice

Sei costretto a formattare il tuo iPhone? Hai necessità di ripristinare le impostazioni di fabbrica, magari per migliorarne le prestazioni o perché hai avuto un problema? Formattare l’iPhone è molto facile, non è roba da smanettoni e può farlo chiunque. Andiamo al sodo! Formattare l’iPhone: cosa fare prima di procedere La primissima cosa da fare,

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE

Legge di Bilancio 2019: novità auto

Legge di Bilancio 2019: novità auto La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti novità nel settore auto. L’approvazione alla Camera della legge di stabilità ha infatti confermato buona parte delle voci che si erano succedute nei mesi precedenti. Gli argomenti sulla bocca di tutti sono stati sostanzialmente due: Ecobonus ed Ecotassa. Invece le modifiche

CONTINUA A LEGGERE

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE