Obbligo contrassegno principiante: cosa prevede la legge

Obbligo contrassegno principiante: cosa prevede la legge

Il conseguimento della patente B rappresenta uno dei primi grandi traguardi dell’età adulta. Raggiungerlo è sinonimo di libertà e indipendenza, ma non solo. Diventare a tutti gli effetti automobilisti, affrancandosi dal solo status di passeggeri, comporta anche delle responsabilità. E degli obblighi. Tra questi c’è quello di guidare esclusivamente macchine per neopatentati e di affidarsi a un’assicurazione auto. Se stai per diventare un novello pilota, sei sicuro di sapere tutto quello che prevede la legge? E sai come gestire i mesi di travaglio che ti separano dalle prime uscite in solitaria a bordo della tua quattro ruote? Ti spieghiamo tutto noi.

Lettera P di principiante: quando è obbligatoria

L’iter da seguire per ottenere il titolo di guida è semplice. Ci si iscrive a scuola guida e si superano i due esami obbligatori: teorico e pratico. Il buon esito del primo è propedeutico al sostenimento del secondo e dà diritto al rilascio del foglio rosa, quel documento che permette per sei mesi (e anche prima del compimento del 18° anno di età) di circolare regolarmente su strada in attesa di effettuare la prova pratica. Il suo possesso mentre ci si esercita su strada non è la sola prescrizione prevista dal Codice della Strada. Tra gli obblighi c’è anche l’esposizione della lettera P di “Principiante”, stampata su un foglio bianco, sul retro della vettura. L’articolo 122 dispone infatti che “gli autoveicoli per le esercitazioni e gli esami di guida condotti da aspiranti conducenti devono essere muniti, nella parte anteriore e posteriore, di un contrassegno recante la lettera P dell’alfabeto, maiuscola, di colore nero su fondo bianco retroriflettente. Tale contrassegno va applicato in posizione verticale o subverticale in modo ben visibile e tale da non ostacolare la necessaria visibilità dal posto di guida e da quello occupato da colui che funge da istruttore”.

Quando decade l’obbligo di esporlo

Questo obbligo decade nel momento esatto in cui si ottiene la patente. A questo punto i doveri di automobilista diventano quelli di rispettare tassativamente i limiti neopatentati e di completare il corredo della sicurezza con la migliore assicurazione auto. A chi è alle prime arme le compagnie assicurative, prevedendo un rischio elevato di incorrere in incidenti dettato dalla scarsa esperienza, attribuiscono la classe di merito più alta, ovvero la 14. Un modo per risparmiare può essere in questo caso quello di affidarsi alla Legge Bersani, che permette di ereditare la classe di merito di un membro dello stesso nucleo familiare. La soluzione migliore è però quella di consultare le offerte online. Sul nostro sito sono presenti le più interessanti attualmente sul mercato. Con pochi click potrai confrontarle e scegliere quella che ritieni più valida. Come? Dopo aver generato gratuitamente un preventivo che resterà valido per ben 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Carta di circolazione moto: cos’è, come leggerla

“Favorisca patente e libretto”. Quante volte ci è capitato di imbatterci in una frase del genere? Se siete stati guidatori fortunati l’avrete ascoltata magari soltanto in tv, ma se circolate su strada da tanto è inevitabile non essere stati almeno una volta i destinatari della richiesta. I documenti richiesti dalle Forze dell’Ordine nei controlli di

CONTINUA A LEGGERE

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Incidente in famiglia: si viene risarciti dall’assicurazione?

Restare coinvolti in un incidente stradale. Una paura recondita per la maggior parte degli automobilisti, una spiacevole circostanza capitata a molti. Una volta valutate le condizioni fisiche e del veicolo e accertate le responsabilità, facendo affidamento sull’assicurazione responsabilità civile obbligatoria per legge, giunge il momento di ricevere l’indennizzo. A questo punto sarà la compagnia assicuratrice

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE