Nuovo contratto base assicurazione auto: cosa cambia rispetto al passato?

Le nuove norme a tutela dei consumatori, in vigore dal 2 luglio 2020, disciplinano il nuovo contratto base RC Auto. Sarà presente sui siti delle compagnie assicurative tramite un modello elettronico standard. Ma cos’è il contratto base per assicurazione auto e cosa cambia rispetto al passato?

Cos’è il nuovo contratto base RC Auto

Il nuovo contratto base RC Auto è stato fissato dal DM dell’11 marzo scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 17 giugno 2020 e in vigore dal successivo 2 luglio. Questo strumento permette di omogenizzare i confronti tra compagnie assicurative attivando il nuovo preventivatore IVASS, come previsto dall’articolo 136 del Codice delle Assicurazioni. Previsto dalla legge 221/2012, il contratto base assicurazione auto ha visto la luce soltanto dopo 8 anni. Si tratta a tutti gli effetti di un modello standard di contratto, unico per ogni compagnia operante in Italia. Il modello deve prevedere e distinguere clausole e condizioni da cui che stabiliscono l’ammontare del premio.

Contratto base RC Auto: come funziona

Il contratto base RC auto deve contenere una serie di informazioni:

  • Clausole minime della copertura di Responsabilità Civile
  • Clausole limitative che influiscono sulla diminuzione delle tariffe: si tratta di tutte quelle che permettono di ridurre il premio annuo, come l’installazione della scatola nera o alcolock, l’ispezione preventiva sul mezzo e la scelta di una particolare formula di guida
  • Clausola di ampliamento che comportano l’aumento del premio: è il caso di tutte le garanzie accessorie aggiunte o dell’estensione dei massimali
  • Condizioni aggiuntive che il cliente può scegliere per ampliare la propria polizza

Il contratto base è valido per la sola Responsabilità Civile derivante dalla circolazione di auto, motocicli e ciclomotori a uso privato.

Contratto base RC Auto: cosa cambia rispetto al passato

Il nuovo contratto base RC Auto non va a influire sul prezzo delle singole polizze. Le compagnie assicurative mantengono infatti la massima libertà nella determinazione del premio. Allo stesso modo possono determinare in premio il prezzo delle garanzie accessorie e delle clausole contrattuali. Il compito del contratto base assicurazione auto non è infatti quello di stabilire un prezzo uniforme e unico per le tariffe. Serve, invece, a favorire trasparenza a tutela dei consumatori. Nonostante ciò permangono alcuni dubbi legati al ristretto perimetro di indicazioni presenti. L’assenza di informazioni sulle clausole accessorie, su liquidazione e risarcimento dei sinistri, ad esempio, ha destato più di qualche perplessità.

Modello elettronico contratto base RC auto

Il contratto base RC Auto si lega a un’altra importante novità in arrivo. Si tratta del modello elettronico di preventivo assicurazione auto. La realizzazione è affidata al Ministero dello Sviluppo Economico. Questo modello rappresenterà il modello informativo comune sul quale tutte le compagnie baseranno l’offerta che offrono.

Se punti a risparmiare sulla tua prossima polizza RC Auto, scegli il nostro comparatore. Compila il form gratuito inserendo i dati richiesti e ricevi subito le quotazioni delle migliori compagnie. Salva il preventivo gratuito e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE