Nord e Sud: l’assicurazione auto in Italia varia in base alla regione

Nonostante una recente ricerca dell’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) sostenga che i costi delle RC auto siano in diminuzione rispetto al periodo precedente, la spesa dell’assicurazione auto è una voce che grava pesantemente su tutte le famiglie italiane. E su alcune in particolare.

Tra le diverse regioni italiane infatti sono riscontrabili preventivi molto diversi  tra Nord e Sud: questo significa che, a parità di condizioni iniziali, i costi delle polizze auto non sono affatto similari per gli assicurati campani e quelli valdostani.

Ma perchè il costo della RCA per regione è così differente? La spiegazione di questo divario è da ricercarsi in diversi fattori quali il numero di truffe (chi viaggia senza RC Auto) e la frequenza degli incidenti. Sembra infatti che la pratica di guidare vetture sprovviste di polizza assicurativa sia maggiormente diffusa nelle regioni del Sud: si parla del 15% di mezzi che circolano nel mancato rispetto della legge (rispetto al 6,8% registrato al Nord).

L’assicurazione auto in Campania è più cara

È notizia di pochi mesi fa: a Napoli è nata l’assicurazione sospesa. Dopo la pizza e il caffè sospesi ecco che la città partenopea dimostra il suo gran cuore promuovendo una nuova iniziativa a favore di chi non può permettersi alcune spese. I proprietari di una compagnia assicurativa hanno posizionato sulle loro scrivanie una scatola dove i clienti possono inserire la cifra che desiderano venga destinata a chi non può permettersi il lusso di un’assicurazione auto. I potenziali destinatari crediamo non siano pochi visto che i residenti della città partenopea risultano pagare RC auto piuttosto salate.

È proprio la Campania infatti a salire sul podio come la regione italiana con le tariffe più alte per l’assicurazione auto: in particolare Caserta spende in media per questa voce 1.014 euro (contro la media della Regione – comunque piuttosto alta – di 935 euro).

In questo divario tutto italiano sui costi delle RC auto, le statistiche confermano come il Nord abbia ancora la meglio: Aosta si conferma la città con le polizze assicurative più basse (di media 360 euro). Dunque, a conti fatti e calcolatrice alla mano, Caserta si trova a pagare un importo che è superiore di quasi l’80% rispetto alla media nazionale.

Rimanendo sul confronto tra Nord e Sud si può notare un’inversione del trend quando ci si riferisce alla frequenza di incidenti: sono infatti Roma, Milano e Genova le città italiane dove il numero di sinistri è più elevato. Per spiegare quindi perché l’assicurazione auto è più cara laddove il numero degli incidenti è minore si deve tener conto del rischio di truffa. È infatti ancora la Campania a salire sul podio come città con una percentuale maggiore di frode rispetto al numero dei sinistri registrati: oltre il 43%. Sul territorio italiano le frodi sugli incidenti sono del 23% su un totale di 2,85 milioni di incidenti denunciati.

Ma il Codacons non ci sta e per voce del suo Presidente Carlo Rienzi giudica inammissibile questo divario: «Se da un lato si riduce la forbice tra i prezzi delle assicurazioni italiane e quelle europee, sulle polizze RC auto resta ancora abnorme il divario tra Nord e Sud Italia. Ancora oggi, e nonostante le nostre tante denunce, esistono aree del Paese dove assicurare un’automobile rimane proibitivo. Si tratta di differenze che non trovano giustificazione nella realtà, considerato che i costi a carico delle compagnie di assicurazioni sono diminuiti sia per effetto delle norme introdotte negli ultimi anni, sia grazie ad una più efficace lotta alle frodi anche tramite strumenti come la scatola nera”.

Quali voci contribuiscono a determinare il prezzo della RCA?

Abbiamo dunque visto che Rienzi parla anche del confronto con l’estero (i Paesi di riferimento in questo caso sono in particolare Germania, Francia e Spagna): secondo la ricerca già citata infatti, pur essendo diminuito il gap rispetto agli anni precedenti, i contraenti italiani continuano a pagare importi più alti per le assicurazioni auto rispetto alla media europea. Da aggiungere poi che nei  luoghi appena citati non esistono divari tra una città e l’altra all’interno del Paese come invece avviene da noi. Questo è imputabile a una maggiore influenza di alcune voci sul prezzo delle polizze auto italiane, quali ad esempio i costi di gestione.

Il valore dei sinistri infatti incide solo per l’1% sulla RC auto: a pesare sul costo delle assicurazioni vanno dunque conteggiate voci quali truffe, frodi assicurative e tassazione più alta (uniforme in Italia).

Gli elementi che contribuiscono a creare l’importo della polizza sono anche:

Riteniamo che, con la recente approvazione del DDL Concorrenza, una strada percorribile per chi cerca il risparmio sulle assicurazioni auto possa essere l’installazione della scatola nera (o black box).Per legge infatti le compagnie assicurative sono obbligate ad apportare sconti a coloro che, entro 10 giorni dalla stipula della polizza, provvedano a far installare questo dispositivo sulla propria vettura.

Viste tutte queste informazioni il consiglio migliore che ci sentiamo di dare a chi deve stipulare una RC auto è dunque quello di utilizzare il nostro comparatore di polizze per ottenere i migliori preventivi e capire quale sia la migliore assicurazione auto (in base anche alla propria residenza).

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione sanitaria viaggio obbligatoria: dove?

In quali paesi è obbligatoria l’assicurazione sanitaria? Come ci si regola prima di intraprendere un viaggio, magari lontano dall’Italia? Di solito ognuno decide in base alla propria coscienza. Che si viaggi in Italia, con bambini (leggi subito la nostra guida alle assicurazioni viaggi con bambini), da soli o all’estero, solitamente non ci sono obblighi di

CONTINUA A LEGGERE

Iscrizione ASI: quanto costa nel 2019 e vantaggi

I possessori di un’auto storica possono richiedere anche nel 2019 l’iscrizione ASI. L’Automotoclub Storico Italiano è l’ente federale che sostiene e tutela la motorizzazione storica in Italia. Tra le sue mansioni c’è quella di rilasciare certificati che attestano caratteristiche di storicità e autenticità dei veicoli. Appartenere al registro auto storiche dà diritto a molti vantaggi,

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE

Patente speciale: come richiedere, dove rinnovare

I soggetti affetti da disabilità (dalla nascita, per incidente o malattia) hanno diritto a guidare l’auto? La risposta è affermativa, purché siano in possesso di una patente auto speciale. Questo titolo di guida ha un iter identico a quello della normale patente b auto. Propedeutico al suo ottenimento è il superamento di esami di teoria

CONTINUA A LEGGERE

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE