Neopatentati e moto: limitazioni

Neopatentati e moto: limitazioni

Ad ogni età corrisponde la sua moto. Come per le automobili, anche per le due ruote a motore esistono dei barrage per i neopatentati, ovvero i soggetti che abbiano conseguito la patente A, A2, B o B1 da meno di tre anni. L’articolo 115 del Codice della Strada,  presente nel Titolo IV “Guida di veicoli e conduzione di animali”, indica i seguenti requisiti per la conduzione dei mezzi a motore sulle strade nazionali.

  •         A 14 anni è possibile guidare: veicoli a trazione animale. Oppure condurre animali da tiro e tutti i veicoli cui abilita la patente AM, a patto che non ci siano passeggeri
  •         A 16 anni si possono guidare veicoli cui le patenti AM, A1 e B1
  •         A 18 anni si possono condurre veicoli abilitati dalle patenti A2, B, BE, C1 e C1E
  •         A 20 anni i veicoli cui abilita la patente A, solo se in possesso della A2 da almeno 2 anni
  •         A 21 anni si possono guidare tricicli cui abilita la patente A, veicoli cui abilita le patenti C, CE, D1, D1E, veicoli per i quali è richiesto il certificato di abilitazione professionale di tipo KA o KB e veicoli che circolano in servizio di emergenza.
  •         A 24 anni si possono guidare i veicoli cui abilita le patenti A, D e DE

Patenti moto: kW e cilindrata

Se le auto per neopatentati non possono avere una potenza specifica superiore a 55 kW per tonnellata, l’equazione neopatentati kw non si risolve alla stessa maniera per le moto. Come visto, infatti, i titoli di guida da ottenere sono diversi e ciascuno prevede delle limitazioni.

  •         Patente AM (che ha sostituito il vecchio “patentino”): permette di guidare ciclomotori con potenza fino a 4kW e velocità massima di 45km/H.
  •         Patente A1: fino a una cilindrata di 125cc e una potenza di 11kW,
  •         Patente A2: dà diritto a guidare moto e scooter fino a 35kw e con cilindrata non superiore ai 47 CV.
  •         Patente A3 (o libera): concede la possibilità di guidare senza alcun limite di cilindrata.

Limiti di velocità neopatentati

Accanto a queste limitazioni esiste quella per le moto depotenziate, che non devono avere una potenza di origine superiore ai 95 CV (70 kW). Detto della cilindrata neopatentati, restano salve le disposizioni sulla velocità valide anche per gli automobilisti. Per i primi tre anni dal conseguimento del titolo di guida sia i possessori della patente A2 che della A non possono superare i 100km/h sulle autostrade e i 90km/h sulle extraurbane principali.

Se sei un centauro della prima ora, ricorda di sottoscrivere immediatamente un’assicurazione moto. Si tratta di una procedura obbligatoria per legge e dell’unico aiuto concreto qualora dovessi rimanere coinvolto in un incidente. Per i neopatentati esistono diverse formule per risparmiare: dal ricorso alla Legge Bersani, alla sottoscrizione di polizze temporanee o all’installazione della scatola nera sul mezzo. Scoprili tutti e scegli la RC Moto adatta a te sul nostro sito, dove potrai confrontare le proposte delle migliori compagnie assicurative e decidere comodamente dopo aver generato un preventivo gratuito.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile?

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile? L’assicurazione casa è una delle protezioni più importanti della nostra vita. Tra le varie opzioni, ce n’è una spesso snobbata da chi vuole acquistare una polizza per la propria abitazione. La polizza casa eventi atmosferici è invece un’importante aggiunta alla propria tutela domestica. Scopriamo insieme da cosa

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa. Comunica subito con la

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE