Motorini 125: i 5 migliori modelli del 2019

Motorini 125 e scooter 125 potranno presto circolare in autostrada. Il rinvio delle modifiche del Nuovo Codice della Strada non cambia la sostanza. Entro fine 2019 la norma dovrebbe vedere la luce. Su tangenziali e autostrade sarà possibile andare con lo scooter 125cc, a condizione che il conducente sia maggiorenne e abbia la patente A, B o A1 da almeno due anni. Presto, dunque, le vendite di queste moto potrebbero registrare un’impennata. Quali sono i migliori modelli scooter in commercio nel 2019?

Scooter 125: quale patente

Per guidare motorini 125 è sufficiente disporre della patente B. Tuttavia il titolo di guida che dà diritto a guidare scooter 125 è la patente A1. Questa si può conseguire a partire dai 16 anni, a fronte del superamento di un esame teorico (quiz con vero e falso) e pratico (di guida). La cilindrata minima per circolare in autostrada è invece 150cc, come stabilito dall’articolo 175 comma 2 CdS: “È vietata la circolazione dei seguenti veicoli sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali a velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a 150 cc se a motore termico e motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 cc se a motore termico”.

Migliori scooter 125cc nel 2019

Pratici negli spostamenti cittadini e capaci di coprire agevolmente le medie distanze, i motorini 125 rappresentano un’ottima soluzione per migliaia di guidatori. A servirsene, soprattutto nelle grandi città, non sono soltanto i più giovani. Molti adulti lo usano per gli spostamenti casa lavoro e sono alla ricerca di modelli sicuri e con buone performance. Non solo scooter economici, insomma, ma anche veicoli efficienti e robusti. Tra i 5 modelli migliori e più venduti del 2019 si segnalano:

  • Honda Italia SH 125: uno dei modelli più amati dagli italiani, rinnovato quest’anno nel design e nelle linee ancora più morbide. Dotato di motore eSP raffreddato a liquido, ha una potenza di 12CV e garantisce consumi ridotti. Nella versione base dispone del sistema Start & Stop, del parabrezza e del bauletto compresi nel prezzo di 3.490 euro
  • Kymco Agility 125 R16: una soluzione attenta al portafoglio ma senza trascurare design e comfort. Questo modello con motore Euro 4 ha buona capacità di carico (33 litri), serbatoio capiente (7 litri) e chiave unica per avviamento, bauletto, sella, portaoggetti e tappo carburante. Il prezzo di partenza è 2.240 euro
  • Peugeot Tweet 125: sul mercato dal 2017, abbina sicurezza e versatilità con le sue ruote da 16’’. Non sono lasciate al caso design e sicurezza, mentre la voce “strumentazione” è arricchita da un computer di bordo analogico e digitale che fornisce tutte le info utili durante la guida. Costo base 2.240 euro
  • Piaggio Liberty 125 ABS: il più venduto tra gli scooter 125 in Italia, si distingue per le sue soluzioni all’avanguardia e per un prezzo che resta competitivo (2.490 euro). Il motore Euro 4 a 3 valvole garantisce prestazioni elevate, consumi ridotti e basso impatto ambientale (61 g/km di CO2).
  • Vespa Primavera 125: un restyling necessario per un modello che continua a rappresentare uno status symbol. Il motore a un solo cilindro a quattro tempi consegna una guida fluida, silenziosa e con consumi contenuti. L’ABS è presente solo sulla ruota anteriore. Il prezzo per la versione base è di 4.440 euro

Una volta terminata la comparazione tra i motorini 125, è il momento di iniziarne un’altra: quella tra le migliori assicurazioni moto. Per viaggiare sicuri sulle due ruote è infatti obbligatorio dotarsi di una polizza moto. Sul nostro sito è possibile trovare quella più conveniente tra le proposte delle più importanti compagnie assicurative online. Scegli quella su misura per te dopo aver ricevuto un preventivo gratuito.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE