Motorini 125: i 5 migliori modelli del 2019

Motorini 125 e scooter 125 potranno presto circolare in autostrada. Il rinvio delle modifiche del Nuovo Codice della Strada non cambia la sostanza. Entro fine 2019 la norma dovrebbe vedere la luce. Su tangenziali e autostrade sarà possibile andare con lo scooter 125cc, a condizione che il conducente sia maggiorenne e abbia la patente A, B o A1 da almeno due anni. Presto, dunque, le vendite di queste moto potrebbero registrare un’impennata. Quali sono i migliori modelli scooter in commercio nel 2019?

Scooter 125: quale patente

Per guidare motorini 125 è sufficiente disporre della patente B. Tuttavia il titolo di guida che dà diritto a guidare scooter 125 è la patente A1. Questa si può conseguire a partire dai 16 anni, a fronte del superamento di un esame teorico (quiz con vero e falso) e pratico (di guida). La cilindrata minima per circolare in autostrada è invece 150cc, come stabilito dall’articolo 175 comma 2 CdS: “È vietata la circolazione dei seguenti veicoli sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali a velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a 150 cc se a motore termico e motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 cc se a motore termico”.

Migliori scooter 125cc nel 2019

Pratici negli spostamenti cittadini e capaci di coprire agevolmente le medie distanze, i motorini 125 rappresentano un’ottima soluzione per migliaia di guidatori. A servirsene, soprattutto nelle grandi città, non sono soltanto i più giovani. Molti adulti lo usano per gli spostamenti casa lavoro e sono alla ricerca di modelli sicuri e con buone performance. Non solo scooter economici, insomma, ma anche veicoli efficienti e robusti. Tra i 5 modelli migliori e più venduti del 2019 si segnalano:

  • Honda Italia SH 125: uno dei modelli più amati dagli italiani, rinnovato quest’anno nel design e nelle linee ancora più morbide. Dotato di motore eSP raffreddato a liquido, ha una potenza di 12CV e garantisce consumi ridotti. Nella versione base dispone del sistema Start & Stop, del parabrezza e del bauletto compresi nel prezzo di 3.490 euro
  • Kymco Agility 125 R16: una soluzione attenta al portafoglio ma senza trascurare design e comfort. Questo modello con motore Euro 4 ha buona capacità di carico (33 litri), serbatoio capiente (7 litri) e chiave unica per avviamento, bauletto, sella, portaoggetti e tappo carburante. Il prezzo di partenza è 2.240 euro
  • Peugeot Tweet 125: sul mercato dal 2017, abbina sicurezza e versatilità con le sue ruote da 16’’. Non sono lasciate al caso design e sicurezza, mentre la voce “strumentazione” è arricchita da un computer di bordo analogico e digitale che fornisce tutte le info utili durante la guida. Costo base 2.240 euro
  • Piaggio Liberty 125 ABS: il più venduto tra gli scooter 125 in Italia, si distingue per le sue soluzioni all’avanguardia e per un prezzo che resta competitivo (2.490 euro). Il motore Euro 4 a 3 valvole garantisce prestazioni elevate, consumi ridotti e basso impatto ambientale (61 g/km di CO2).
  • Vespa Primavera 125: un restyling necessario per un modello che continua a rappresentare uno status symbol. Il motore a un solo cilindro a quattro tempi consegna una guida fluida, silenziosa e con consumi contenuti. L’ABS è presente solo sulla ruota anteriore. Il prezzo per la versione base è di 4.440 euro

Una volta terminata la comparazione tra i motorini 125, è il momento di iniziarne un’altra: quella tra le migliori assicurazioni moto. Per viaggiare sicuri sulle due ruote è infatti obbligatorio dotarsi di una polizza moto. Sul nostro sito è possibile trovare quella più conveniente tra le proposte delle più importanti compagnie assicurative online. Scegli quella su misura per te dopo aver ricevuto un preventivo gratuito.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE