Moto per donne: con quale modello iniziare?

Moto per donne: con quale modello iniziare?

In Italia la passione per le moto coinvolge sempre più donne. La crescita costante del numero delle due ruote senza motore circolanti sulle strade del Belpaese si traduce in un aumento che riguarda inevitabilmente anche il gentil sesso. E sin dalla tenera età. Rispetto al passato, infatti, sono molte di più le ragazze che iniziano a familiarizzare con motorini e scooter durante l’adolescenza e che, anche una volta raggiunta l’età in cui potranno finalmente conseguire la patente B, non dimenticano uno dei primi amori. Ma quali sono le moto più adatte alle donne e quali le caratteristiche da privilegiare? Proviamo a scoprirlo.

Tre parametri per scegliere una moto adatta alle donne

Per ogni donna è un argomento tabù, ma quando si tratta di moto va necessariamente affrontato. Per chi non lo avesse ancora intuito, stiamo parlando del peso. Se è vero che una donna esperta può guidare senza alcun tipo di problema lo stesso mezzo di un uomo, lo è anche che (spesso) la conformazione fisica è diversa. E che da questa deriva una maggiore facilità nella conduzione del veicolo. Almeno per iniziare, insomma, è consigliato scegliere motociclette più adatte di altre e possibilmente di peso inferiore ai due quintali. Tra le caratteristiche consigliate evidenziamo:

  •         Altezza sella. Averla bassa, con la possibilità di toccare terra con entrambe le piante dei piedi, trasmette sicurezza e permette di tenere meglio il veicolo.
  •         Cavalli. Meno potenza non è sinonimo di meno divertimento, ma di maggiore sicurezza.
  •         Potenza e cubatura. A parità della prima, è preferibile scegliere un modello con maggiore cubatura. A beneficiarne sarà la guidabilità.

Tre tipologie per adattarsi a ogni gusto

Dopo aver constatato il peso a serbatoio pieno e aver chiesto la possibilità di effettuare un giro di prova (possibilmente in un parcheggio vuoto) per verificare la manovrabilità, non vi resta che scegliere il modello che più vi aggrada. Nonostante un mercato ancora fortemente rivolto al genere maschile, non mancano infatti le proposte rivolte alle donne. Abbiamo scelto di suddividerla in tre categorie.

  •         Entry level. Si possono guidare con la patente B, hanno una cilindrata che va dai 125 ai 300 cc e, un numero esiguo di cavalli e, generalmente, un motore a quattro tempi. Tra queste annoveriamo la Suzuki Van Van (125) e la Honda CBR250, Kawasaki Ninja 250R.
  •         Naked. Modelli concepiti e proposti senza sovrastrutture o protezioni aerodinamiche quali cupolini, carenature o motovalige, lasciando in vista il propulsore e le varie componenti. Rappresentano le moto predilette dalle donne, su tutte la Ducati Monster seguita da Benelli Leoncino, Honda CB300R, Husqvarna Vitpilen, Yamaha YS125, Kawasaki Z650, Triumph Bonneville.
  •         Sportive e supersportive. Adatte a piloti più esperte e che non temono cavalli e cilindrata. Rientrano in questa categoria Yamaha FZ8, Triumph Daytona 675 e Suzuki GSX-R 600.

Avete preso nota? Bene, allora non vi resta che scegliere la moto più affine ai vostri gusti e godervi il viaggio. Non prima, però, di aver ottemperato agli ultimi obblighi. In primis quello di affidarvi a una polizza moto, magari aggiungendo alcune garanzie accessorie che vi mettano al riparo da qualsiasi inconveniente legato alla conduzione del mezzo. Sul nostro sito sarà possibile confrontare le migliori offerte e bloccare per 60 giorni uno o più preventivi al prezzo migliore, gratuitamente e senza impegno.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile?

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile? L’assicurazione casa è una delle protezioni più importanti della nostra vita. Tra le varie opzioni, ce n’è una spesso snobbata da chi vuole acquistare una polizza per la propria abitazione. La polizza casa eventi atmosferici è invece un’importante aggiunta alla propria tutela domestica. Scopriamo insieme da cosa

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa. Comunica subito con la

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE