Moto nuova: quali sono i tempi d’immatricolazione?

Sapere come immatricolare una moto è un passaggio fondamentale per ogni possessore di una due ruote. Sia se si rileva una moto radiata, sia se si acquisti una moto d’epoca o nuova di zecca, occorre infatti formalizzare alcuni passaggi burocratici obbligatori. I tempi immatricolazione moto nuova sono generalmente brevi, così come esigue sono le spese di immatricolazione. Una volta in regola, la motocicletta potrà essere messa su strada. A condizione di aver sottoscritto una regolare assicurazione RC obbligatoria, per la quale si può scegliere la formula tradizionale oppure, a seconda delle esigenze delle abitudini, una polizza temporanea o sospendibile.

Immatricolazione moto: come fare

Immatricolare moto significa avere tutti i requisiti per viaggiare su strada. La procedura va fatta presso la Motorizzazione Civile e la domanda deve essere accompagnata dall’iscrizione PRA, il Pubblico Registro Automobilistico. In caso di acquisto di un veicolo nuovo è, per prassi, il concessionario ad espletare tutte le pratiche necessarie. A questo punto sarà un secondo soggetto ad entrare in scena, ovvero uno studio di consulenza chiamato ad avviare e portare a compimento la pratica. I tempi immatricolazione moto nuova non si differenziano sia se ci si affida a un rivenditore, sia se l’iter viene svolto in autonomia.

Documenti immatricolazione moto

Non variano, infatti, i documenti da produrre per poter immatricolare la moto. L’acquirente della moto è chiamato a presentare:

  • Documento d’identità in corso di validità
  • Codice fiscale
  • Certificato di residenza
  • Modello NP2C, necessario per l’iscrizione al PRA
  • Modello N2PD, per la compilazione dell’atto di vendita
  • Domanda già compilata e firmata dall’acquirente del modulo TT2119
  • Dichiarazione di conformità

Immatricolazione moto: costi

Per finalizzare l’immatricolazione della moto occorre sostenere dei costi di legge. Le spese per l’immatricolazione moto sono:

  • Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT), una tassa il cui importo varia a seconda della Regione di residenza
  • Emolumenti ACI, pari a 27 euro
  • Imposta di bollo per l’iscrizione al PRA, del costo di 32 euro
  • Diritti DTT più aggiunta dei versamenti postali, per un totale di 9 euro
  • Imposta di bollo per il rilascio della carta di circolazione: 32 euro
  • Costo della targa, variabile a seconda del tipo di veicolo e della relativa targa

Il costo immatricolazione moto fisso si aggira intorno ai 100 euro, cifra alla quale vanno aggiunte le spese per l’IPT e per il rilascio della targa moto. E per quanto riguarda i tempi immatricolazione moto nuova?

Tempi immatricolazione moto: quanto bisogna attendere?

Avanzata la richiesta alla Motorizzazione ed effettuata l’iscrizione al PRA (valida come certificato di proprietà del bene), dopo aver sostenuto le spese non resta che attendere. I tempi immatricolazione moto nuova sono solitamente ristretti. Basta attendere che venga assegnata la targa, di solito entro 3-5 giorni lavorativi, e che i pagamenti siano correttamente depositati. Una volta ricevuta la moto, non resta che scegliere il casco giusto, mettersi al sicuro con le migliori protezioni in commercio e sottoscrivere l’assicurazione moto obbligatoria. Per rinnovare quella in scadenza o cambiare quella in vigore cercando l’offerta più vantaggiosa, affidati al comparatore di Quale.it. Con pochi click, necessari ad inserire i tuoi dati personali e quelli del veicolo, avrai subito a disposizione le quotazioni delle migliori compagnie online. Potrai così ottenere il tuo preventivo gratuito, che rimarrà valido per i successivi due mesi dandoti tutto il tempo per fare la scelta giusta.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE