Massimali Rc Auto: cosa sono, come scegliere, aumenti

Massimali Rc Auto: cosa sono, come scegliere, aumenti

Quando si sottoscrive o si rinnova una polizza RC auto, obbligatoria per legge, occorre prestare particolare attenzione ai massimali. Per massimali assicurazione si intende la cifra massima che la compagnia assicurativa eroga al cliente al momento del risarcimento del danno materiale alla vettura o alle persone coinvolte in un incidente.

Massimali obbligatori da giugno 2017

A partire dall’11 giugno 2017, in base alla normativa di riferimento RC Auto, la soglia minima del massimale di Responsabilità Civile per danni causati a persone è aumentata a 6,07 milioni per lesioni fisiche è a 1,22 milioni per danni alle cose. In precedenza i limiti erano di 5 milioni e 1 milione. Pertanto se il rimborso supera quel tetto, sarà il contraente a risponderne in prima persona e col proprio portafoglio. In tal senso è utile ricordare il gran numero di elementi che concorre a formare l’importo da risarcire in caso di incidente. Nel calcolo rientrano infatti danni patrimoniali (basati sul reddito della vittima), biologici, fisici e morali. Soltanto se l’importo risulterà inferiore al massimale sarà la compagnia a corrispondere per intero il risarcimento alla controparte.

Massimale unico e valori minimi

I massimali possono essere considerati una forma di tutela per il contraente, garantendogli che l’indennizzo non gravi sulla propria condizione economica. Ne deriva un rapporto diretto con il costo dell’assicurazione: all’aumentare dei primi, crescerà anche il secondo. Tuttavia affidarsi a cifre superiori a quelle fissate per legge, rimane una soluzione preferibile per scongiurare i rischi connessi qualora si incorra in incidenti mortali o con feriti gravi. Una scelta intelligente, proposta da molte compagnie, è quella di raddoppiare il massimale. Ciò comporta un aumento del premio annuo, ma tutela soprattutto i guidatori meno esperti (neopatentati) o quelli con una classe di merito alta  derivata dall’elevata sinistrosità. Non è possibile scendere, invece, sotto i limiti imposti dalla legge. Qualora sulla polizza si trovi scritta la dicitura “massimale unico”, infine, questa corrisponde alla somma totale tra i massimali dei danni alle persone e alle cose, ovvero 7,29 milioni.

Per avere un quadro più chiaro della situazione, puoi rivolgerti a noi. Su Quale.it potrai infatti confrontare le offerte delle migliori compagnie assicurative prima di prendere la tua decisione. Noi ti diamo tutto il tempo di cui hai bisogno. Il preventivo che avrai generato gratuitamente resterà infatti valido per ben 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Google+: perché cancellare il profilo?

Google+: perché cancellare il profilo? Perché cancellare il proprio profilo da Google+ e come farlo? Dal 2 aprile 2019 Google+ chiude i battenti. Dopo tanti anni in cui il social network di Google ha provato a dare filo da torcere a Facebook, ha finalmente perso la battaglia. Sai che molto probabilmente hai un profilo su

CONTINUA A LEGGERE

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione L’obiettivo di rendere le strade sicure è ancora lontano dalla sua piena realizzazione. In Italia negli ultimi 17 anni la categoria più penalizzata nella riduzione del tasso di mortalità legata agli incidenti è quella dei ciclisti. Nel 2017 sono state 254 le vittime di sinistri stradali appartenenti alla categoria e

CONTINUA A LEGGERE

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente L’introduzione della guida autonoma automobili rappresenta una svolta epocale nel settore. L’auto senza conducente corrisponde a una rivoluzione totale nel mondo della mobilità, ma non comporta un taglio definitivo col passato. Sbaglia, infatti, chi ritiene che il guidatore sia sollevato da ogni responsabilità. Per mettersi

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE