Locatore e conduttore: differenze, obblighi, spese

L’affitto di un appartamento è una procedura che coinvolge più soggetti. Locatore e conduttore sono coloro che stipulano l’accordo. Chi sono queste due figure, quali sono le spese a loro carico e i doveri da rispettare? Se si è in procinto di affittare una casa o di diventare inquilini, è proprio il caso di saperlo.

Locatore e conduttore: chi sono

Locatore e conduttore sono i due attori principali dell’affitto di una casa. Il locatore (o parte locatrice) è il proprietario di ciò che si affitta, ossia colui che cede il bene in locazione all’altra parte contrattuale. I suoi compiti sono stabiliti dall’art. 1575 c.c. Il conduttore (o locatario) è invece colui che viene comunemente inquadrato come inquilino ed è il soggetto che riceve il bene in questione.

Locatore e conduttore: doveri

Locatore e locatario hanno obblighi derivanti dall’accordo stipulato tra di loro. Quelli spettanti al locatore sono connessi al godimento dell’unità immobiliare ceduta. Tra le obbligazioni principali del locatore, come stabilito dall’art 1575 c.c., rientrano:

  • Consegnare al conduttore la cosa locata in buono stato di manutenzione
  • Mantenerla in istato da servire all’uso convenuto
  • Garantirne il pacifico godimento durante la locazione: ciò significa che nessuno può avanzare sul bene ceduto diritti conflittuali a quelli del conduttore (molestie di diritto)

Per quanto riguarda gli obblighi del conduttore, come stabilito dall’art. 1587 c.c., questi deve:

  • Prendere in consegna la cosa e osservare la diligenza del buon padre di famiglia nel servirsene per l’uso determinato nel contratto o per l’uso che può altrimenti presumersi dalle circostanze
  • Dare il corrispettivo nei termini convenuti

Il conduttore può ospitare parenti, ma non rendere un bed&breakfast l’immobile in cui è inquilino. Inoltre deve avvisare il locatore della necessità di effettuare riparazioni che non spettino a lui, a meno che il fatto non sia a lui attribuibile.

Locatore e conduttore: divisione delle spese

Sono a carico del locatore tutte le riparazioni necessarie e le manutenzioni straordinarie. Il proprietario deve pagare le riparazioni conseguenti a caso fortuito, vetustà e vizi intrinsechi del bene. Sono invece a carico del locatario tutte quelle spese che attengono a pulizia, riscaldamento, fornitura dell’acqua, del gas e dell’elettricità. Questi deve anche provvedere all’eventuale spurgo di latrine e pozzi neri. Salvo accordi diversi, il servizio di portineria è a suo carico per il 90%.

Locatore e conduttore possono trovarsi in disaccordo su alcuni punti. Come comportarsi ad esempio in caso di trascuratezza del bene da parte di quest’ultimo? In questo caso può essere d’aiuto chi effettua l’intervento per chiarire quali siano le cause che l’hanno determinato. Quando si mette in affitto casa è fondamentale essersi affidati alla migliore polizza casa presente sul mercato. Sul nostro sito è possibile confrontare le migliori offerte assicurazioni casa e trovare la quotazione più vantaggiosa. Il tuo immobile sarà così protetto da danni causati da calamità naturali ed eventi atmosferici, incendi, atti vandalici, furti, guasti, esplosioni e allagamenti.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE