assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Incinta al volante: consigli e precauzioni per guidare serenamente

Il periodo più bello della vita di una donna non può trasformarsi in un ostacolo alle sue abitudini. Per le future mamme automobiliste c’è subito da sfatare un mito: mettersi al volante non è pericoloso, soprattutto se si osservano tutte le cautele del caso. Non esiste infatti una legge che imponga il divieto di guida alle donne incinte, ma sono “soltanto” il buon senso, la corretta valutazione delle proprie condizioni fisiche e alcuni piccoli accorgimenti a garantire la massima sicurezza.

Cosa prevede il Codice Stradale per le donne incinte

Si può evitare di indossare le cinture di sicurezza in dolce attesa? La domanda più ricorrente trova risposta nel titolo V del Codice Stradale, al paragrafo f del comma 8 dell’articolo 192: “Sono esentati dall’obbligo di uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini, le donne in stato di gravidanza sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture di sicurezza”.

Pertanto in tutte le fasi della gestazione, salvo indicazioni mediche (da portare obbligatoriamente con sé nella propria vettura ed esibire su richiesta), viene mantenuto l’obbligo di indossare la cintura, che va posta all’altezza del seno e senza comprimere il pancione con il nastro ben teso, mentre non esistono divieti specifici.

Come comportarsi alla guida durante la dolce attesa

Guidare durante i nove mesi in stato interessante, insomma, non fa male. Bisogna però prestare particolare attenzione nel primo trimestre, quando sono più frequenti gli episodi di sonnolenza o spossatezza, e negli ultimi mesi quando, fisiologicamente, la pancia obbliga ad arretrare il sedile e ad allungare le braccia a discapito della comodità. Per il resto sarà utile seguire alla lettera alcuni validi consigli.

  •         Tenere la cintura di sicurezza sempre allacciata. Si stima infatti che il corretto utilizzo della cintura riduca del 50% il rischio di gravi danni al feto in caso di incidente.
  •         Mantenere una distanza dal volante di 25 centimetri.
  •         Aumentare la distanza di sicurezza per ottenere una guida più rilassata.
  •         Non disattivare l’airbag, strumento di fondamentale importanza per la salvaguardia del feto.
  •         Indossare una fascia pelvica per elevare la comodità.
  •         Evitare le lunghe percorrenze.
  •         Evitare di percorrere strade dissestate.
  •         Fare frequentemente ricorso a delle pause, anche scendendo dall’automobile per riattivare la circolazione delle gambe.
  •         Bere molta acqua, soprattutto se si prevede di percorrere medie o lunghe distanze.

Incinta al volante: precedenza alla sicurezza

Prima di mettersi al volante, soprattutto durante il terzo trimestre, è inoltre utile verificare che la propria assicurazione auto preveda la copertura anche in caso di gravidanza del conducente e degli eventuali danni prodotti durante la stessa. Pretendere il massimo della sicurezza per voi e per i futuri nascituri è un dovere al quale si può ottemperare anche individuando la migliore assicurazione auto.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Spese veterinarie 2018: quali sono?

I nostri cuccioli sono compagni di vita amatissimi, ci seguono ovunque, ci amano, giocano con noi. Vivono sotto al nostro stesso tetto. Non dobbiamo però dimenticarci mai che avere un cane o un gatto è sì un privilegio, ma anche una responsabilità. La loro salute dipende dalle nostre attenzioni. Quali sono le spese veterinarie che

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere?

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere? Sappiamo tutti che le vacanze last minute possono essere una vera occasione ghiotta per viaggiare senza spendere molto. E se con noi ci sono dei bambini? Nessuna paura. Esistono moltissime destinazioni kid-friendly, perfette per essere vissute con i piccoli della famiglia!   La Svezia di Pippi Calzelunghe

CONTINUA A LEGGERE

Cane da appartamento: quale razza scegliere

Cane da appartamento: quale razza scegliere Fido è davvero il migliore amico dell’uomo! Purtroppo non tutti hanno la fortuna di vivere in una villa con giardino e, quindi, quale razza di scegliere per chi abita in un appartamento? La premessa necessaria è: non esiste una regola assoluta. I cani adorano stare vicino al padrone e

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE