Incidente senza assicurazione: come ottenere il rimborso?

Cosa succede quando si rimane vittime di un incidente senza assicurazione? L’assicurazione RC Auto è obbligatoria per legge, ma nonostante ciò i furbetti proliferano. Secondo l’indagine Asaps relativa al 2017, infatti, sono quasi 5 milioni le auto circolanti in Italia sprovviste della regolare polizza RC, una cifra che equivale al 13% del parco veicolare. Se si resta coinvolti in un incidente con veicolo sprovvisto di assicurazione, si ha diritto all’indennizzo? E se invece l’auto non assicurata è la parte lesa?

Incidente con veicolo non assicurato: chi paga?

Nella nostra carriera di automobilisti può capitare di incappare in un sinistro con veicolo non assicurato. Il primo mito da sfatare è il seguente: chi è senza assicurazione non viene mai risarcito. Questa affermazione è falsa. Infatti il sinistro senza assicurazione non viene indennizzato solo se il soggetto non assicurato è l’esclusivo responsabile. Vediamo, dunque, quali sono tutte le possibilità di incidente senza assicurazione:

  • Incidente con veicolo non assicurato: se chi è senza assicurazione viene danneggiato, ha diritto al rimborso se non ha colpe nella dinamica del sinistro e dimostra di aver rispettato le norme del Codice della Strada. In questo caso può ottenere l’indennizzo per il veicolo e per gli eventuali danni fisici. Per ottenerlo dovrà necessariamente rivolgersi alla compagnia della controparte (indennizzo diretto), non avendo egli contratto nessuna polizza Rc Auto
  • Sinistro senza assicurazione con responsabilità esclusiva: se il conducente sprovvisto di copertura assicurativa risulta essere l’unico responsabile, a risarcire la controparte sarà il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada. Quest’ultimo potrà poi rivalersi contro l’automobilista sprovvisto di polizza

Incidente senza assicurazione: come richiedere il rimborso

Serve il modulo CAI in caso di incidente senza assicurazione? Essendo uno dei due conducenti sprovvisto di assicurazione, la compilazione del “vecchio” CID diventa quasi irrilevante. Il modulo blu può essere però utile per disporre dei dati della controparte. Per richiedere il rimborso, invece, il soggetto danneggiato deve compilare un modulo (reperibile online sul sito della propria compagnia assicurativa) e stamparlo in due copie. Entrambe vanno firmate: una va mandata all’autorità competente sul territorio in merito al sinistro, l’altra alla Consap. I moduli vanno spediti con raccomandata A/R o tramite casella PEC (posta elettronica certificata). La richiesta deve contenere obbligatoriamente alcune informazioni, qual:

  • Dati anagrafici di guidatore e proprietario del veicolo
  • Descrizione dei fatti e precisa dinamica dell’incidente
  • Targa, marca e modello dei veicoli coinvolti
  • Luogo e ora in cui si è verificato l’incidente
  • Se l’altro veicolo è privo della copertura assicurativa oppure se l’assicurazione è scaduta. Specificare, inoltre, se non è stato possibile identificare il veicolo che ha provocato l’incidente
  • Eventuale intervento delle FF.OO. sul posto ed eventuale verbale redatto
  • Informazioni aggiuntive: eventuali danni fisici e a persone oltre a quelli materiali. Per i primi serve certificazione del medico legale, per i danni materiali vanno allegati preventivi e fatture dei lavori effettuati per le riparazioni

Va ricordato che il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada copre sia i sinistri con veicoli non assicurati che quelli con mezzi non identificati.

Auto non assicurata: sanzioni

Un incidente senza assicurazione unisce un disagio a un reato. La guida senza assicurazione contravviene ai principi dell’art 193 CdS ed è punita con una multa che va da 849 euro fino a 3.396 euro. Alla sanzione pecuniaria si sommano quelle accessorie come sospensione della patente e sequestro del veicolo (in caso di recidiva entro 24 mesi) e decurtazione di 5 punti patente.

Per evitare spiacevoli sorprese, ricorda di essere sempre in regola con l’assicurazione auto. Usa il nostro comparatore per confrontare le migliori offerte online e generare un preventivo gratuito. Stipulare la prima polizza Rc Auto o rinnovare quella in corso non è mai stato così semplice.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidenti in moto in Italia: tutto quello che devi sapere

Nell’ultimo anno sono tornate a crescere le vittime di incidenti in moto in Italia. I dati diffusi da Istat e relativi al 2019 raccontano infatti 698 motociclisti deceduti in seguito a un sinistro. L’aumento su base annua è pari all’1,6% e testimonia, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la pericolosità delle strade del Belpaese per

CONTINUA A LEGGERE

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE