Incidente in un parcheggio privato: chi paga?

Basta un attimo di distrazione dopo aver riposto le buste della spesa nel bagagliaio della vostra auto o all’imbocco del garage condominiale per incappare nel più banale degli incidenti: l’incidete in un parcheggio privato. Quello che può apparire come un semplice (seppur fastidioso) contrattempo, scatena però i dubbi dei più: chi paga in caso di incidente in area privata?

Il sinistro in fase di parcheggio è disciplinato in maniera chiara nel codice della strada e ha trovato ulteriore conferma in una recente sentenza emessa dalla Cassazione.

Mai come in casi simili è fondamentale avere in regola l’assicurazione auto, che ricordiamo essere obbligatoria per legge.

Auto danneggiata in parcheggio provato: i diversi casi 

Per ottenere il risarcimento dalla vostra compagnia non è necessario che l’incidente avvenga in una strada pubblica o di uso pubblico. È indispensabile però distinguere tra aree private, quali ad esempio il giardino di un’abitazione, e quelle in cui si verificano condizioni di traffico paragonabili a strade pubbliche.

Queste ultime sono soggette alle norme del Codice della Strada e all’articolo 2054 del Codice Civile, oltre all’assicurazione obbligatoria. È il caso, ad esempio, dei parcheggi delle zone antistanti i garage oppure di zone nelle quali si effettuano operazioni di carico e scarico merci. Pertanto in tutti gli spazi il cui accesso è aperto a un numero indistinto di persone, vengono applicate le norme sulla RC auto e sul risarcimento danni. Questo andrà corrisposto ogni volta in cui l’area privata sia di uso pubblico.

Incidente in area privata “senza” responsabile

Il discorso si complica se non si conoscono le generalità del responsabile del danno causato, dunque quando non è possibile far compilare il CID. In questo caso l’utente danneggiato dovrà recarsi alla Polizia e sporgere denuncia contro ignoti. Per ottenere un eventuale risarcimento sarà obbligatorio disporre del documento rilasciato dalle Forze dell’Ordine. Diversamente, ovvero qualora il responsabile abbia rilasciato i propri dati, si dovrà procedere con la compilazione del modulo CAI.

Cosa fare dopo un incidente in un parcheggio privato

Occorre ricordare che la domanda di risarcimento si può presentare alla propria assicurazione solo quando si conoscono gli estremi del responsabile e, in primis, la targa del veicolo. Il Fondo di garanzia vittime della strada rimborsa una franchigia a partire da 500 euro, il cui ottenimento è subordinato a due condizioni: la condotta dolosa o colposa del colpevole del sinistro e l’assenza di generalità del responsabile (che deve essere rimasto ignoto). Per non correre rischi, invece, ti consigliamo di aggiungere una semplice garanzia accessoria alla tua polizza auto: quella contro gli atti vandalici. Ti permetterà di ottenere in tempi rapidi il rimborso dovuto. Per scegliere l’assicurazione auto alla quale associarla, ti suggeriamo invece di consultare sul nostro sito le migliori attualmente presenti sul mercato.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Il casco in bicicletta è obbligatorio?

Quando si va in bici è obbligatorio indossare il casco? Chi, almeno una volta nella vita, non si è posto questa domanda. Dal ciclista dell’ultima ora all’automobilista indispettito dai rallentamenti della domenica, il dubbio è lecito. L’argomento è stato spesso dibattuto e sarebbe dovuto essere oggetto di riforma nel Nuovo Codice della Strada. Ad oggi,

CONTINUA A LEGGERE

Cellulare alla guida: aumento delle sanzioni nel 2019

Utilizzare il cellulare alla guida è una cattiva abitudine che riguarda buona parte degli automobilisti. Tra le novità previste dalla riforma del Codice della Strada c’è anche quella che riguarda l’inasprimento delle sanzioni connesse guida con cellulare. L’obiettivo è quello di agire come deterrente contro una prassi pericolosa per sé stessi e per gli altri. Secondo

CONTINUA A LEGGERE

Sospensione assicurazione moto: come fare, come riattivare

Sospendere l’assicurazione Rc obbligatoria è una soluzione interessante per risparmiare. Ideale per chi utilizza un veicolo soltanto in alcuni periodi dell’anno, garantisce un risparmio sul premio annuo. Di fatto questo è spalmato su un arco temporale più lungo. Quali sono i vantaggi principali e gli svantaggi di una polizza sospendibile? Blocco assicurazione moto: cos’è? La

CONTINUA A LEGGERE

Caduta in bici: le 5 cose da fare subito

A chi non è successo almeno una volta nella vita? Una caduta in bici non si nega proprio a nessuno. Che si sia pedalatore improvvisati o campioni del Giro d’Italia, finire a terra quando si pedala è una possibilità da tenere in considerazione. Basta una buca, un restringimento stradale o una frenata improvvisa per rovinare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Auto senza assicurazione: quali sono le sanzioni?

Guidare un’auto senza assicurazione è un reato punito in più modi. Mettersi alla guida di un veicolo non assicurato costituisce un rischio per sé stessi e per gli altri. Nonostante ciò i casi di automobilisti fermati alla guida senza assicurazione sono in continuo aumento. A questo spiacevole fenomeno si lega direttamente quello delle fughe a

CONTINUA A LEGGERE

Modello 730/2019: l’assicurazione auto è detraibile?

È possibile procedere alla detrazione assicurazione auto sul modello 730/2019? Quando si effettua la dichiarazione dei redditi, ci si trova a fare i conti con spese detraibili e spese deducibili. Tra le prime rientrano anche quelle assicurative. Non tutte sono però detraibili dal 730 o dal Modello redditi persone fisiche. L’assicurazione auto è detraibile? Quando

CONTINUA A LEGGERE

Decurtazione punti patente: eccesso di velocità

Dal 2003 gli automobilisti italiani si trovano alle prese con la patente a punti. Questo meccanismo premia i guidatori virtuosi permettendo loro di guadagnare due punti ogni biennio, fino a un massimo di 30 totali. La base di partenza è di 20 punti e ovviamente si rischia la perdita punti patente quando si commettono infrazioni

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE