Incidente in area privata: chi paga?

Incidente in area privata: chi paga?

Basta un attimo di distrazione dopo aver riposto le buste della spesa nel bagagliaio della vostra auto o all’imbocco del garage condominiale per incappare nel più banale degli incidenti. Quello che può apparire come un semplice (seppur fastidioso) contrattempo, scatena però i dubbi dei più: chi paga in caso di incidente in area privata? L’argomento è disciplinato in maniera chiara e ha trovato ulteriore conferma in una recente sentenza emessa dalla Cassazione. Mai come in casi simili è fondamentale avere in regola l’assicurazione auto, che ricordiamo essere obbligatoria per legge.

Se il privato diventa pubblico…

Per ottenere il risarcimento dalla vostra compagnia, infatti, non è necessario che l’incidente avvenga in una strada pubblica o di uso pubblico. È indispensabile però distinguere tra comuni aree private, quali ad esempio il giardino di un’abitazione, e quelle in cui si verificano condizioni di traffico paragonabili a strade pubbliche.

Queste ultime sono soggette alle norme del Codice della Strada e all’articolo 2054 del Codice Civile, oltre all’assicurazione obbligatoria. È il caso, ad esempio, dei parcheggi, delle zone antistanti i garage oppure di zone nelle quali si effettuano operazioni di carico e scarico merci. Pertanto in tutti gli spazi il cui accesso è aperto a un numero indistinto di persone, vengono applicate le norme sulla RC auto e sul risarcimento danni. Questo andrà corrisposto ogni volta in cui l’area privata sia di uso pubblico.

Incidente in area privata “senza” responsabile

Il discorso si complica se non si conoscono le generalità del responsabile del danno causato. In questo caso l’utente danneggiato dovrà recarsi alla Polizia e sporgere denuncia contro ignoti. Per ottenere un eventuale risarcimento sarà obbligatorio disporre del documento rilasciato dalle Forze dell’Ordine. Diversamente, ovvero qualora il responsabile abbia rilasciato i propri dati, si dovrà procedere con la compilazione del modulo CAI.

I passi da compiere dopo un sinistro in area privata

Occorre ricordare che la domanda di risarcimento si può presentare alla propria assicurazione solo quando si conoscono gli estremi del responsabile e, in primis, la targa del veicolo. Il Fondo di garanzia vittime della strada rimborsa una franchigia a partire da 500 euro, il cui ottenimento è subordinato a due condizioni: la condotta dolosa o colposa del colpevole del sinistro e l’assenza di generalità del responsabile (che deve essere rimasto ignoto). Per non correre rischi, invece, ti consigliamo di aggiungere una semplice garanzia accessoria alla tua polizza auto: quella contro gli atti vandalici. Ti permetterà di ottenere in tempi rapidi il rimborso dovuto. Per scegliere l’assicurazione auto alla quale associarla, ti suggeriamo invece di consultare sul nostro sito le migliori attualmente presenti sul mercato.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione reflex e mirrorless: proteggi il tuo lavoro

Assicurazione reflex e mirrorless: proteggi il tuo lavoro Hai una reflex che utilizzi per lavoro ed è quindi la tua inseparabile compagna di vita? Cosa faresti se si rompesse o se la dovessi accidentalmente perdere? Rabbia, disperazione, frustrazione. È per questo che esiste un’assicurazione speciale dedicata per reflex e mirrorless. La macchina fotografica: speciale sì,

CONTINUA A LEGGERE

Cos’è iCloud?

iCloud è un servizio Apple, che chiunque possieda un iPhone conosce bene, che ti permette di salvare in modo sicuro foto, video, musica etc in modo gratuito. Non solo, ti consente di tenere tutto aggiornato su più dispositivi (se per esempio hai sia un iPhone che un iPad o un Mac) per condividerli con facilità

CONTINUA A LEGGERE

Come cancellarsi da Facebook per sempre

Amore e odio per molti, Facebook è il social network più diffuso della Terra eppure non tutti lo amano. C’è chi infatti lo trova solo una perdita di tempo o un posto dove si litiga senza motivo. È in aumento, infatti, il numero di utenti italiani che hanno deciso di disattivare il proprio account definitivamente.

CONTINUA A LEGGERE

Come formattare iPhone? Ecco una guida semplice

Sei costretto a formattare il tuo iPhone? Hai necessità di ripristinare le impostazioni di fabbrica, magari per migliorarne le prestazioni o perché hai avuto un problema? Formattare l’iPhone è molto facile, non è roba da smanettoni e può farlo chiunque. Andiamo al sodo! Formattare l’iPhone: cosa fare prima di procedere La primissima cosa da fare,

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE

Legge di Bilancio 2019: novità auto

Legge di Bilancio 2019: novità auto La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti novità nel settore auto. L’approvazione alla Camera della legge di stabilità ha infatti confermato buona parte delle voci che si erano succedute nei mesi precedenti. Gli argomenti sulla bocca di tutti sono stati sostanzialmente due: Ecobonus ed Ecotassa. Invece le modifiche

CONTINUA A LEGGERE

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE