assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Il tagliando elettronico di assicurazione

La data del 18 ottobre 2015 ha rappresentato in Italia uno spartiacque nella storia dell’assicurazione auto. Da quel giorno, infatti, è venuto meno l’obbligo di esporre sul parabrezza del proprio veicolo il tagliando RC auto necessario ad attestare l’emissione della polizza e la regolarità del pagamento del premio. Nonostante ciò il conducente è tenuto a portarlo con sé e ad esibirlo in caso di controlli. L’effetto della decisione assunta tramite il Ddl liberalizzazioni è l’introduzione del tagliando elettronico.

Come si è arrivati al tagliando elettronico

Alla base della scelta c’è stata la necessità di contrastare fortemente il fenomeno delle frodi. In che modo? Attraverso i controlli elettronici che impediscono la falsificazione del cosiddetto talloncino. La sola esposizione del tagliando come testimonianza dell’assicurazione auto, infatti, non poteva certo agire da deterrente nei confronti dei furbetti.

La cifra record di veicoli sprovvisti di regolare RCA (circa 4 milioni) ha convinto le autorità a ricorrere all’incrocio dei dati attraverso processi automatizzati.

La targa si sostituisce al vecchio tagliando: come può essere controllata?

Come? Semplice. Da poco più di due anni a questa parte è la targa dell’automobile la vera carta d’identità della stessa. Attraverso Targa System è adesso possibile incrociare i dati archiviati da compagnie assicurative, Agenzie delle Entrate e Forze dell’Ordine.

La lettura della targa può essere effettuata da queste ultime durante un posto di blocco, o su segnalazione di dispositivi di rilevazione a distanza quali Autovelox, Telepass, Tutor o telecamere poste nelle Ztl. Le informazioni raccolte vengono lette attraverso la banca dati della Motorizzazione civile, che ha il “compito” di verificare la presenza della targa al suo interno. Tutti i dati relativi alle coperture assicurative sono invece raccolti nella banca dati Sita, creata dall’ANIA. L’incrocio tra le due banche dati fornisce il quadro dettagliato della situazione del veicolo per il quale si è proceduto alla lettura della targa permettendo così di verificare la regolarità della copertura assicurativa.

Premi assicurativi più bassi con il tagliando elettronico

Ridurre le frodi equivale ad abbattere i costi del premio. Basti pensare che in caso di incidente di un’automobile non assicurata a pagare sono i contraenti onesti. Il risarcimento danni passa infatti attraverso il Fondo di garanzia per le vittime della strada, finanziato proprio attraverso i contributi delle compagnie assicuratrici. Minore sarà la necessità di ricorrere ad esso e minori, per tutti, saranno i prezzi delle polizze. Non bisogna dimenticare, inoltre, che l’assicurazione RC auto è obbligatoria per legge e che viaggiare sprovvisti fa incorrere in una multa che varia dagli 841 ai 3.366 euro oltre al sequestro del veicolo. Per viaggiare in regola e in sicurezza ricorda di stipulare la polizza più congeniale alle tue esigenze.  

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige Partire verso la fine di agosto o agli inizi di settembre è un’ottima occasione per evitare la calca, non solo al mare, ma anche in montagna! Il Trentino Alto Adige offre ancora il meglio di sé ed è una meta perfetta per un viaggio on the

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare Hai preferito prendere le ferie verso fine agosto, magari a inizio settembre? Le vacanze cosiddette intelligenti sono un ottimo modo per risparmiare qualche euro sul soggiorno e soprattutto per trovare meno folla in spiaggia e nei luoghi di villeggiatura. Queste sono le nostre mete preferite per potersi

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa Sempre più italiani, complici alcune piattaforme che mettono facilmente in condivisione la domanda con l’offerta, stanno affittando le proprie seconde case durante le vacanze. È un ragionamento piuttosto semplice. Un immobile che non viene usato in certi periodi dell’anno dai padroni di casa può essere invece una

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione Bici, che passione! In Italia l’amore per le due ruote sopravvive alla crescente offerta di motori e tecnologie, come dimostrato dai dati del 2017. Nei dodici mesi dell’anno sono state vendute 1.688.000 unità sommando biciclette tradizionali ed elettriche. La tipologia più acquistata è la city-bike, che si lascia

CONTINUA A LEGGERE

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE