Guidare scalzi o con le infradito: cosa si rischia con l’assicurazione auto

Guidare scalzi o con le infradito: cosa si rischia con l’assicurazione auto

Dimmi come guidi e ti dirò chi sei. Nel periodo estivo è abbastanza facile imbattersi in guidatori distratti o dall’outfit decisamente discutibile. Non a caso i tre mesi che conducono da fine giugno a fine settembre, anche per la circolazione di un numero più elevato di neopatentati, sono quelli in cui si concentrano il maggior numero di incidenti e quelli in cui il costo dell’assicurazione auto cresce. A contribuire all’innalzamento delle soglie sono anche le scelte operate dai singoli individui. La domanda che ci si pone spesso sotto l’ombrellone, tra gruppi di amici, trova infatti raramente una risposta certa: con che tipo di calzature si può guidare? E se veniamo fermati mentre siamo al volante con le infradito, incorriamo in una multa? Scopriamo insieme le ultime indicazioni in materia.

Infradito o piedi nudi: cosa dice il CdS e come si comportano le compagnie assicurative

Sandali, ciabatte, scarpe con tacco, aperte o infradito. Chi più ne ha, più ne metta. L’estate è infatti il regno delle calzature sui generis. Teoricamente, almeno stando a quanto prescritto dal Codice della Strada, guidare in infradito, o addirittura con piedi scalzi, non costituisce un illecito. Il divieto è stato infatti abrogato nel 1993 e l’unica limitazione, decisamente vaga, è quella segnalata dal comma 2 dell’articolo 141: “Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile”.

Poniamo però il caso in cui si rimanga coinvolti in un incidente, magari con colpa, mentre si indossano infradito. Un verbale compilato dalla Polizia può segnalare questa informazione e le compagnie assicurative, proprio rifacendosi all’articolo di cui sopra, potrebbero intentare un concorso di colpa per la liquidazione dei danni. Il suggerimento, per evitare di imbattersi in contenziosi, è quello di indossare sempre una scarpa chiusa. Contrariamente non esistono disposizioni se si intende guidare a piedi scalzi. In un caso simile a quello appena descritto, la vostra compagnia assicurativa non potrà chiedere il concorso di colpa.

L’unico limite è il buonsenso

Legale sì, consigliato no. Il bignami è semplice: “Il conducente deve autodisciplinarsi nella scelta dell’abbigliamento e degli accessori al fine di garantire un’efficace azione di guida con i piedi (accelerazione, frenata, uso della frizione)”. L’indicazione fornita dalla Polizia di Stato vale più di una comune prescrizione. Non esistono limiti diversi da quelli suggeriti dal buonsenso. Prima di metterti al volante, insomma, tieni sempre a mente quali effetti possa avere una condotta approssimativa. E non dimenticare di verificare tutte le scadenze. La più importante tra queste rimane quella della tua assicurazione auto. Sul nostro sito potrai confrontare le migliori offerte e generare un preventivo gratuito e valido due mesi. Non è forse il modo migliore per iniziare a viaggiare sicuri?

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Smarrimento targa auto: cosa fare

Smarrimento targa auto: cosa fare Smarrimento targa auto: può sembrare un evento improbabile, eppure non è così. Perdita mentre si viaggia a velocità sostenuta, furto auto in cui il veicolo non viene ritrovato intatto, un mero atto vandalico. Le possibilità di imbattersi in questa situazione spiacevole sono, purtroppo per gli automobilisti, molteplici. Il Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni Dover spostare un’automobile sprovvista di circolazione è un’eventualità che può capitare a ciascuno di noi. Pensiamo ad esempio a due semplici casi: quando la ritiriamo dalla concessionaria e vogliamo accoglierla per la prima volta o, viceversa, quando vogliamo rottamarla magari dopo un lungo stallo casalingo. Di dinamiche simili,

CONTINUA A LEGGERE

Tempi immatricolazione moto nuova

Tempi immatricolazione moto nuova Quando si acquista una moto nuova ci sono dei passaggi tecnici obbligatori prima di poter circolare su strada. Ancor prima di scegliere il casco che più ci piace e di tutelarci con le migliori protezioni, è infatti d’uopo provvedere all’immatricolazione. Questa procedura va effettuata presso la Motorizzazione e dovrà essere accompagnata

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona Che un’auto sia intestata a un defunto è un fenomeno che si può verificare. Non sono infatti rari i casi di automobili che “sopravvivono” ai loro proprietari e non necessariamente per anzianità di questi ultimi. Cosa accade, allora, subito dopo? La vettura potrà circolare da subito

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE