assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Guida in stato di ebbrezza e diritto di rivalsa

Guida in stato di ebbrezza e diritto di rivalsa

In Europa sono oltre 10.000 ogni anno le vittime di incidenti provocati dalla guida in stato di ebbrezza. In Italia, soltanto nell’ultimo anno, quasi il 6% (2104 in tutto) degli automobilisti controllati è risultato avere un tasso alcolemico superiore alla soglia massima di 0,5 g/l. Un “tetto” che non vale per i neopatentati, ai quali è fatto divieto di mettersi al volante dopo aver bevuto durante i primi tre anni dal conseguimento della patente. Nonostante le numerosi campagne di prevenzione, insomma, resta preoccupante lo sprezzo degli articoli 186 e 186 bis del Codice della Strada nei quali si disciplina il limite del tasso alcolico. In caso di sinistro da ubriachi, oltre alle conseguenze penali, quali saranno le ripercussioni sulla assicurazione auto?

Guida in stato di ebbrezza: il diritto di rivalsa

Come visto la recente istituzione dell’art. 589 bis del codice stradale, che prevede e punisce l’omicidio stradale, non ha contribuito sensibilmente a ridurre la portata del fenomeno.

Un incidente grave ogni tre, infatti, è correlato alla guida in stato di ebbrezza. In questi casi la vostra assicurazione, se previsto dalle condizioni contrattuali, potrà decidere di avvalersi del diritto di rivalsa. Questa può essere totale, ovvero relativa a tutti i danni causati, oppure parziale.

Rivalsa: cos’è, come funziona e come incide sulla polizza RCA

L’iter è questo: la compagnia assicurativa risarcisce tutti i danni alla vittima del sinistro e in un secondo momento si rivale sul conducente del veicolo. Come? Pretendendo il risarcimento dei danni causati. La rivalsa (valida anche per la guida sotto effetto di sostanze stupefacenti) non è legata al conducente, ma al veicolo. Ciò significa che riguarda chiunque sia alla guida della vostra auto: a pagare sarà sempre il contraente della assicurazione.

Di solito la compagnia rinuncia alla rivalsa solo se l’incidente non ha avuto anche una condanna penale (come lesioni o omicidio colposo) per il soggetto assicurato. Nel momento in cui la sentenza diventa definitiva, la compagnia può chiedere la rivalsa e quindi la restituzione della somma pagata alla persona danneggiata o ai suoi familiari.

Rivalsa assicurativa: è possibile eliminarla?

La risposta è positiva. Il contraente, a fronte di una maggiorazione del premio, può eliminare la clausola della rivalsa assicurativa. La soluzione è utile per evitare quei salassi, quasi certi, ai quali si andrebbe incontro in situazioni simili. Inoltre esistono clausole di rivalsa più economiche, come quelle che non impediscono completamente alla compagnia di ricorrervi ma fissano un tetto massimo.

Sono tutte considerazioni da fare in due modi: restando sobri e cercando l’offerta più adatta alle vostre esigenze. Sul nostro sito sono presenti tutte quelle migliori sul mercato. Valutatele con attenzione generando un preventivo gratuito che varrà per 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Spese veterinarie 2018: quali sono?

I nostri cuccioli sono compagni di vita amatissimi, ci seguono ovunque, ci amano, giocano con noi. Vivono sotto al nostro stesso tetto. Non dobbiamo però dimenticarci mai che avere un cane o un gatto è sì un privilegio, ma anche una responsabilità. La loro salute dipende dalle nostre attenzioni. Quali sono le spese veterinarie che

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere?

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere? Sappiamo tutti che le vacanze last minute possono essere una vera occasione ghiotta per viaggiare senza spendere molto. E se con noi ci sono dei bambini? Nessuna paura. Esistono moltissime destinazioni kid-friendly, perfette per essere vissute con i piccoli della famiglia!   La Svezia di Pippi Calzelunghe

CONTINUA A LEGGERE

Cane da appartamento: quale razza scegliere

Cane da appartamento: quale razza scegliere Fido è davvero il migliore amico dell’uomo! Purtroppo non tutti hanno la fortuna di vivere in una villa con giardino e, quindi, quale razza di scegliere per chi abita in un appartamento? La premessa necessaria è: non esiste una regola assoluta. I cani adorano stare vicino al padrone e

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE