Assicurazioni guida esclusiva: quando scegliere, come risparmiare

Guida esclusiva, guida esperta o guida libera? Quando si sceglie l’assicurazione auto, la formula di guida riveste un ruolo cruciale. Per risparmiare sulla polizza auto bisogna infatti cercare un’offerta compatibile con le proprie esigenze. Fornendo una fotografia veritiera delle proprie abitudini si paga fino a centinaia di euro in meno sul premio annuo. Sapere quante persone si metteranno al volante del veicolo, permette di calcolarlo in maniera oggettiva.

Guida esclusiva: significato

Guida esclusiva significa che l’auto assicurata può essere guidata da un unico conducente. Nessun altro potrà mettersi al volante dello stesso veicolo. Questo tipo di soluzione garantisce un notevole vantaggio economico sul premio assicurativo da pagare. La presenza di un unico guidatore designato, permette alle compagnie assicurative di calcolare il premio con maggiore precisione. Si tratta di una formula rigida, compensata dagli sconti assicurazione auto.

Assicurazione guida esclusiva: perché scegliere

L’assicurazione guida esclusiva prevede che il sottoscrivente sia l’unico conducente del veicolo. Diversamente si va incontro a sanzioni, soprattutto se si rimane coinvolti in incidenti. Se la compagnia accerta che al volante c’era una persona diversa dal contraente, può applicare la rivalsa. Questa particolare formula viene scelta per il risparmio che garantisce, a condizione di rispettare le clausole contrattuali.

Vantaggi guida esclusiva

Come abbiamo visto, rispetto all’assicurazione guida esperta o guida libera, la guida esclusiva genera sconti sulla polizza auto. Ciò avviene perché si riduce il rischio che il contraente venga coinvolto in sinistri. Tra i parametri presi in considerazione per determinare il premio annuo rientrano:

  • Età del guidatore
  • Esperienza di guida del conducente

Quindi se a richiedere l’assicurazione guida esclusiva è un neopatentato, ovvero un automobilista che ha preso la patente B da meno di tre anni, il risparmio sarà naturalmente contenuto. In questo caso, infatti, alla guida ci sarà un soggetto poco esperto e con un rischio maggiore di restare coinvolto in un incidente.

Svantaggi

Se il maggiore vantaggio più grande è il risparmio sul premio RC annuo, esistono anche dei contro. Come visto, per massimizzare i pro è importante rispettare le condizioni contrattuali e avere una discreta anzianità di guida. Essere neopatentati sconsiglia il ricorso a questa formula. Inoltre bisogna prestare massima attenzione alle limitazioni e alla franchigia. L’assicurazione guida esclusiva non viene presa in considerazione per veicoli industriali (diversamente da quelli aziendali) ed è consigliata solo se si è assolutamente certi di non far guidare ad altri il veicolo assicurato.

Come scegliere assicurazione guida esclusiva

Se una volta messe sul piatto della bilancia tutte le condizioni, si decide di optare per la guida esclusiva, allora non resta che trovare la migliore offerta. Per farlo è consigliato affidarsi alla comparazione online, valutando con scrupolo tutte le quotazioni ricevute. Il nostro consiglio è quello di non accettare la prima proposta ricevuta e di non avere fretta. Per ottenere il miglior prezzo assicurazione auto guida esclusiva è possibile consultare il comparatore di Quale.it. Inserendo pochi dati – relativi al veicolo e al contraente – si riceverà un preventivo gratuito. A quel punto si avrà tutto il tempo per valutarlo, disponendo di 60 giorni prima della sua convalida.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE