Garanzia pneumatici: cos’è e come funziona

Tra le clausole accessorie della assicurazione RC Auto obbligatoria non è prevista la garanzia pneumatici. Nonostante ciò le diverse compagnie assicurative prevedono una copertura per alcuni versi analoga all’interno delle altre garanzie accessorie. Scopriamo in che modo e come salvaguardare gli pneumatici auto.

Garanzia pneumatici: in quale copertura accessoria rientra?

Le gomme dei veicoli che guidiamo sono sottoposte a stress e vanno sottoposte a controlli frequenti. Non a caso il Codice della Strada prevede l’obbligo di sostituzione delle gomme due volte all’anno. Dal 15 novembre al 15 aprile si deve circolare con gomme invernali (o all season). Pneumatici difettosi elevano le possibilità di imbattersi in incidenti, con il corollario dell’aumento dell’assicurazione auto. Come è possibile, allora, sottoscrivere una garanzia gomme? Vediamo le singole possibilità.

1.     Garanzia pneumatici con Polizza atti vandalici

In caso di taglio volontario degli pneumatici (uno o più di uno) è possibile essere indennizzati soltanto avendo attiva la Polizza atti vandalici. Tale garanzia permette il risarcimento completo per danni provocati da terzi e non riconducibili ad altre coperture. Il consiglio è di sottoscrivere questa copertura se si vive in grandi città o in luoghi in cui sono frequenti manifestazioni di piazza. Per ottenere il risarcimento occorre essere in regola con il pagamento e non rientrare nelle esclusioni previste dal contratto.

2.     Garanzia pneumatici con Polizza Kasko

Una soluzione alternativa per disporre della garanzia gomme è quella di sottoscrivere la Polizza Kasko. Questa copertura protegge il veicolo dai danni legati alla circolazione. Sono compresi, ad esempio, l’uscita del veicolo di strada, il sinistro con un ostacolo fisso o il ribaltamento. Non sempre la copertura gomme rientra però in questa garanzia accessoria. Per questo è consigliato verificare esclusioni e franchigia, controllando se il valore coperto sia quello intero o parziale.

3.     Garanzia pneumatici con Polizza Furto

Un evento sempre più frequente è il furto pneumatici. La Polizza Furto e Incendio interviene a coprire il furto di un veicolo, ma non necessariamente quello dei suoi componenti. Cosa accade se vengono sottratte gomme o cerchioni? Se si intende ottenere un supporto pneumatici per casi simile, bisogna verificare a priori le condizioni contrattuali. Qualora la copertura dei furti parziali riguardi anche le gomme, allora il valore degli pneumatici rubati è da considerarsi indennizzato.

Garanzia pneumatici: esclusioni

Come abbiamo avuto modo di vedere finora, la garanzia pneumatici non è contemplata tra quelle accessorie, ma alcune di queste possono coprire determinate eventualità. La prima cosa da fare se si intende assicurare gli pneumatici, è quella di verificare le condizioni contrattuali di ogni polizza e ogni compagnia assicurativa. Un’importanza particolare è rivestita dalle esclusioni. Le compagnie possono rifiutarsi di elargire il risarcimento per più motivi. Se, ad esempio, le gomme si danneggiano (o forano) per un consumo anomalo o eccessivo, o perché a contatto con acidi o per colpa delle catene da neve, non si ha diritto al rimborso.

Per questo, quando si stipula un contratto di assicurazione auto, è fondamentale verificare tutte le condizioni presenti. Risparmia sulla tua prossima polizza auto usando il nostro comparatore. Ricevi subito un preventivo gratuito e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento in forma specifica RC Auto: quando si applica?

Il risarcimento in forma specifica è una particolare clausola contrattuale che si applica anche alle assicurazioni RC Auto. Questo tipo di clausola è facoltativa e non obbligatoria: garantisce sconti a chi decide di inserirla, ma vincola il contraente a rispettare alcuni paletti. Vediamo cosa si intende per risarcimento in forma specifica RCA e cosa cambia

CONTINUA A LEGGERE

Incidente con revisione scaduta: cosa si rischia con l’assicurazione

Circolare con la revisione scaduta è un azzardo che può costare molto caro. Dimenticanza per molti, preoccupante abitudine per altri, questa condotta vale per tutti la stessa sanzione. Con revisione scaduta cosa succede? Ma soprattutto, cosa accade se si incappa in un incidente senza aver sostenuto il controllo periodico? Revisione auto scaduta: art.80 Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE