Furto della moto: cosa fare e come tutelarsi con la propria assicurazione

Sebbene in calo rispetto all’anno precedente, anche nel 2016 è stato considerevole il numero dei furti di moto. Secondo i dati resi noti dal Ministero dei Trasporti, infatti, sono stati 45.351 quelli denunciati in Italia, con la Campania che conquista la maglia nera toccando il 20% (9.077 in tutto) del totale. Se il contrasto al fenomeno può aiutare a ridurne la portata, per tutelarsi singolarmente è senz’altro consigliabile affidarsi a un’assicurazione moto che possa proteggere dai danni materiali e diretti subiti in seguito al furto del veicolo, sia totale che parziale.

I documenti necessari per assicurare il tuo motoveicolo

Per stipulare una polizza RC moto occorre presentare i seguenti documenti, utili alla compagnia assicurativa per delineare il profilo del guidatore:

  • Documento di riconoscimento in corso di validità
  • Codice fiscale del guidatore
  • Libretto di circolazione del veicolo
  • Attestato di rischio

A questi dovranno essere aggiunti il certificato di proprietà del veicolo, qualora si intenda stipulare una polizza nuova per un veicolo immatricolato per la prima volta o proveniente da voltura, l’attestato di rischio e la copia dello stato di famiglia se si intende beneficiare degli sgravi garantiti dalla Legge Bersani.

Cosa fare in caso di furto della moto

Dopo essersi accertati di essere stati malauguratamente vittima di un furto, il proprietario di una moto è chiamato immediatamente a porre in essere tre azioni.

  • Sporgere denuncia presso un Commissariato: le Autorità redigeranno un verbale contenente ricostruzione del fatto e descrizione del veicolo, con tutti i dati utili per rintracciare il mezzo.
  • Richiedere il certificato di possesso presso il PRA: unito al verbale di denuncia e alle chiavi di riserva del mezzo, permetterà al guidatore di rivolgersi alla compagnia assicurativa per comunicare il furto e richiedere il relativo indennizzo.
  • Comunicare il furto entro tre giorni alla propria compagnia assicurativa.

Assicurazione furto moto per una copertura completa

Il furto della propria moto può essere un’esperienza davvero traumatica. Per attutirne l’impatto è quanto mai utile sottoscrivere una garanzia furto e incendio che permetta di tutelare il tuo da queste due evenienze. Di norma la polizza copre i danni causati al motoveicolo nell’esecuzione o in conseguenza del furto o rapina dello stesso, mentre ne esclude quelli agli pneumatici o derivati dal furto di singole parti. Vale la pena ricordare che di fronte al furto del motoveicolo, il contratto è da intendersi risolto dal terzo giorno successivo alla data della denuncia. A partire da questa scadenza, infatti, i danni causati dalla circolazione del mezzo rubato saranno a carico del Fondo garanzia per le vittime della strada.

Se sei tra i “fortunati” che hanno chiuso con un sospiro di sollievo la loro brutta esperienza, non dimenticare di compiere un ultimo passo. Entro 40 giorni dal ritrovamento del motoveicolo, infatti, è necessario tornare dal PRA per farsi rilasciare il certificato di rientro da trasmettere obbligatoriamente all’assicurazione.

 

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Google+: perché cancellare il profilo?

Google+: perché cancellare il profilo? Perché cancellare il proprio profilo da Google+ e come farlo? Dal 2 aprile 2019 Google+ chiude i battenti. Dopo tanti anni in cui il social network di Google ha provato a dare filo da torcere a Facebook, ha finalmente perso la battaglia. Sai che molto probabilmente hai un profilo su

CONTINUA A LEGGERE

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione L’obiettivo di rendere le strade sicure è ancora lontano dalla sua piena realizzazione. In Italia negli ultimi 17 anni la categoria più penalizzata nella riduzione del tasso di mortalità legata agli incidenti è quella dei ciclisti. Nel 2017 sono state 254 le vittime di sinistri stradali appartenenti alla categoria e

CONTINUA A LEGGERE

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente L’introduzione della guida autonoma automobili rappresenta una svolta epocale nel settore. L’auto senza conducente corrisponde a una rivoluzione totale nel mondo della mobilità, ma non comporta un taglio definitivo col passato. Sbaglia, infatti, chi ritiene che il guidatore sia sollevato da ogni responsabilità. Per mettersi

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE