assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Furto della moto: cosa fare e come tutelarsi con la propria assicurazione

Sebbene in calo rispetto all’anno precedente, anche nel 2016 è stato considerevole il numero dei furti di moto. Secondo i dati resi noti dal Ministero dei Trasporti, infatti, sono stati 45.351 quelli denunciati in Italia, con la Campania che conquista la maglia nera toccando il 20% (9.077 in tutto) del totale. Se il contrasto al fenomeno può aiutare a ridurne la portata, per tutelarsi singolarmente è senz’altro consigliabile affidarsi a un’assicurazione moto che possa proteggere dai danni materiali e diretti subiti in seguito al furto del veicolo, sia totale che parziale.

I documenti necessari per assicurare il tuo motoveicolo

Per stipulare una polizza RC moto occorre presentare i seguenti documenti, utili alla compagnia assicurativa per delineare il profilo del guidatore:

  • Documento di riconoscimento in corso di validità
  • Codice fiscale del guidatore
  • Libretto di circolazione del veicolo
  • Attestato di rischio

A questi dovranno essere aggiunti il certificato di proprietà del veicolo, qualora si intenda stipulare una polizza nuova per un veicolo immatricolato per la prima volta o proveniente da voltura, l’attestato di rischio e la copia dello stato di famiglia se si intende beneficiare degli sgravi garantiti dalla Legge Bersani.

Cosa fare in caso di furto della moto

Dopo essersi accertati di essere stati malauguratamente vittima di un furto, il proprietario di una moto è chiamato immediatamente a porre in essere tre azioni.

  • Sporgere denuncia presso un Commissariato: le Autorità redigeranno un verbale contenente ricostruzione del fatto e descrizione del veicolo, con tutti i dati utili per rintracciare il mezzo.
  • Richiedere il certificato di possesso presso il PRA: unito al verbale di denuncia e alle chiavi di riserva del mezzo, permetterà al guidatore di rivolgersi alla compagnia assicurativa per comunicare il furto e richiedere il relativo indennizzo.
  • Comunicare il furto entro tre giorni alla propria compagnia assicurativa.

Assicurazione furto moto per una copertura completa

Il furto della propria moto può essere un’esperienza davvero traumatica. Per attutirne l’impatto è quanto mai utile sottoscrivere una garanzia furto e incendio che permetta di tutelare il tuo da queste due evenienze. Di norma la polizza copre i danni causati al motoveicolo nell’esecuzione o in conseguenza del furto o rapina dello stesso, mentre ne esclude quelli agli pneumatici o derivati dal furto di singole parti. Vale la pena ricordare che di fronte al furto del motoveicolo, il contratto è da intendersi risolto dal terzo giorno successivo alla data della denuncia. A partire da questa scadenza, infatti, i danni causati dalla circolazione del mezzo rubato saranno a carico del Fondo garanzia per le vittime della strada.

Se sei tra i “fortunati” che hanno chiuso con un sospiro di sollievo la loro brutta esperienza, non dimenticare di compiere un ultimo passo. Entro 40 giorni dal ritrovamento del motoveicolo, infatti, è necessario tornare dal PRA per farsi rilasciare il certificato di rientro da trasmettere obbligatoriamente all’assicurazione.

 

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Spese veterinarie 2018: quali sono?

I nostri cuccioli sono compagni di vita amatissimi, ci seguono ovunque, ci amano, giocano con noi. Vivono sotto al nostro stesso tetto. Non dobbiamo però dimenticarci mai che avere un cane o un gatto è sì un privilegio, ma anche una responsabilità. La loro salute dipende dalle nostre attenzioni. Quali sono le spese veterinarie che

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere?

Vacanze last minute con bambini: quale meta scegliere? Sappiamo tutti che le vacanze last minute possono essere una vera occasione ghiotta per viaggiare senza spendere molto. E se con noi ci sono dei bambini? Nessuna paura. Esistono moltissime destinazioni kid-friendly, perfette per essere vissute con i piccoli della famiglia!   La Svezia di Pippi Calzelunghe

CONTINUA A LEGGERE

Cane da appartamento: quale razza scegliere

Cane da appartamento: quale razza scegliere Fido è davvero il migliore amico dell’uomo! Purtroppo non tutti hanno la fortuna di vivere in una villa con giardino e, quindi, quale razza di scegliere per chi abita in un appartamento? La premessa necessaria è: non esiste una regola assoluta. I cani adorano stare vicino al padrone e

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE