Fideiussione e ipoteca: quali differenze tra le garanzie mutuo?

Fideiussione e ipoteca sono le due garanzie mutuo principali richieste da ogni banca per accendere un finanziamento. Il mutuo per l’acquisto di una casa si configura a tutti gli effetti come un prestito da restituire con interessi e fornendo garanzie. Le garanzie del mutuo rappresentano dunque l’insieme delle condizioni stabilite per erogare il prestito. In questo modo l’istituto di credito si tutela dai possibili mancati pagamenti del cliente.

Fideiussione mutuo: cos’è e come funziona

Entriamo allora nello specifico vedendo cosa cambia tra fideiussione e ipoteca. Il fideiussore mutuo è colui che garantisce l’adempimento del pagatore nei confronti di chi deve riscuotere il credito. La fideiussione è un negozio giuridico ereditario. Ciò significa che alla morte del fideiussore mutuo o del mutuatario, il debito con la banca viene trasferito agli eredi. L’unico modo per non farsi carico di questa (eventuale) spesa consiste nella rinuncia all’eredità.

Chi attua la fideiussione si obbliga, in prima persona, ad estinguere il debito con tutti i suoi beni. Il mutuo con fideiussione è soggetto a un importo massimo. Superata la quota, come stabilisce l’art. 1938 Codice Civile, la fideiussione diventa nulla. In alcuni casi la banca può chiedere il rimborso immediato del prestito. Questa fattispecie si verifica in caso di:

  • Dissesto economico del debitore
  • Falsa documentazione presentata in sede di richiesta del mutuo
  • Ritardo nel pagamento superiore a 180 giorni

Ipoteca mutuo: cos’è e come funziona

Fideiussione e ipoteca sono negozi giuridici diversi. L’ipoteca è infatti un diritto reale di garanzia riguardante i beni immobili. Tramite l’ipoteca per mutuo, la banca acquisisce il diritto di prelazione sull’immobile. In caso di insolvenza da parte del debitore, dunque, l’immobile diventa di proprietà dell’istituto di credito. Analogamente, sempre tramite il mutuo con ipoteca, ha diritto a venire informata e soddisfatta prima di tutti in caso di vendita della casa. Nell’ipoteca devono essere specificate riferimento all’immobile e credito da garantire. La garanzia ipotecaria si estingue nell’esatto momento in cui si estingue il debito. L’ipoteca casa per mutuo scade automaticamente dopo 20 anni. Se il prestito ha una durata più lunga, è obbligatorio stipularla nuovamente.

Ipoteca mutuo: tipologie

Quando si parla di mutuo e ipoteca si possono verificare tre diversi casi. L’ipoteca può essere volontaria, ovvero corrispondere a un contratto tra creditore e debitore. L’ipoteca può essere legale, ossia posta in automatico dalla legge in caso di inadempienze da parte dell’acquirente. Infine può essere giudiziale, cioè costituita per volere del creditore a seguito di una sentenza del tribunale a suo favore.

Inoltre va ricordato che è sempre possibile iscrivere un’ipoteca su un bene già ipotecato. Se vuoi saperne di più sui mutui per l’acquisto di casa e avere un parere di fattibilità, visita il nostro sito. Compila gratuitamente il form presente e ricevi, in appena 24 ore, una risposta definitiva sulla possibilità di coronare il tuo sogno.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE