Fideiussione e ipoteca: quali differenze tra le garanzie mutuo?

Fideiussione e ipoteca sono le due garanzie mutuo principali richieste da ogni banca per accendere un finanziamento. Il mutuo per l’acquisto di una casa si configura a tutti gli effetti come un prestito da restituire con interessi e fornendo garanzie. Le garanzie del mutuo rappresentano dunque l’insieme delle condizioni stabilite per erogare il prestito. In questo modo l’istituto di credito si tutela dai possibili mancati pagamenti del cliente.

Fideiussione mutuo: cos’è e come funziona

Entriamo allora nello specifico vedendo cosa cambia tra fideiussione e ipoteca. Il fideiussore mutuo è colui che garantisce l’adempimento del pagatore nei confronti di chi deve riscuotere il credito. La fideiussione è un negozio giuridico ereditario. Ciò significa che alla morte del fideiussore mutuo o del mutuatario, il debito con la banca viene trasferito agli eredi. L’unico modo per non farsi carico di questa (eventuale) spesa consiste nella rinuncia all’eredità.

Chi attua la fideiussione si obbliga, in prima persona, ad estinguere il debito con tutti i suoi beni. Il mutuo con fideiussione è soggetto a un importo massimo. Superata la quota, come stabilisce l’art. 1938 Codice Civile, la fideiussione diventa nulla. In alcuni casi la banca può chiedere il rimborso immediato del prestito. Questa fattispecie si verifica in caso di:

  • Dissesto economico del debitore
  • Falsa documentazione presentata in sede di richiesta del mutuo
  • Ritardo nel pagamento superiore a 180 giorni

Ipoteca mutuo: cos’è e come funziona

Fideiussione e ipoteca sono negozi giuridici diversi. L’ipoteca è infatti un diritto reale di garanzia riguardante i beni immobili. Tramite l’ipoteca per mutuo, la banca acquisisce il diritto di prelazione sull’immobile. In caso di insolvenza da parte del debitore, dunque, l’immobile diventa di proprietà dell’istituto di credito. Analogamente, sempre tramite il mutuo con ipoteca, ha diritto a venire informata e soddisfatta prima di tutti in caso di vendita della casa. Nell’ipoteca devono essere specificate riferimento all’immobile e credito da garantire. La garanzia ipotecaria si estingue nell’esatto momento in cui si estingue il debito. L’ipoteca casa per mutuo scade automaticamente dopo 20 anni. Se il prestito ha una durata più lunga, è obbligatorio stipularla nuovamente.

Ipoteca mutuo: tipologie

Quando si parla di mutuo e ipoteca si possono verificare tre diversi casi. L’ipoteca può essere volontaria, ovvero corrispondere a un contratto tra creditore e debitore. L’ipoteca può essere legale, ossia posta in automatico dalla legge in caso di inadempienze da parte dell’acquirente. Infine può essere giudiziale, cioè costituita per volere del creditore a seguito di una sentenza del tribunale a suo favore.

Inoltre va ricordato che è sempre possibile iscrivere un’ipoteca su un bene già ipotecato. Se vuoi saperne di più sui mutui per l’acquisto di casa e avere un parere di fattibilità, visita il nostro sito. Compila gratuitamente il form presente e ricevi, in appena 24 ore, una risposta definitiva sulla possibilità di coronare il tuo sogno.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione donazione casa: cos’è e come funziona

La donazione immobiliare è una delle soluzioni più adottate dagli italiani per trasferire la proprietà di case e altri beni immobiliari quando ancora in vita ai propri eredi. La donazione permette di risparmiare su molti oneri fiscali, al momento della successione ereditaria, ma soprattutto permette di aggiungere delle clausole per i beneficiari. Perché quindi acquistare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE