Caldo in moto: come difendersi viaggiando in sicurezza

Vivere l’estate in moto significa fare i conti con le temperature elevate. Pur viaggiando sferzati dal vento, infatti, i motociclisti diventeranno calamite naturali per il sole. Spesso si tende a privilegiare un abbigliamento tecnico dai colori scuri, non propriamente compatibile coi mesi estivi. Se hai deciso di fare le vacanze in sella ecco alcuni consigli su come vestirsi in moto in estate e su come difendersi dal caldo.

Estate in moto: 5 consigli per proteggersi dal caldo

L’asfalto che si scioglie, la visiera che si appanna, mani e piedi che invocano la grazia dopo una giornata al chiuso degli indumenti termici. Vivere l’estate in moto deve essere un piacere, ma per renderlo tale bisogna accettare alcuni semplici consigli. Ecco allora cinque segreti per viaggiare in sella in sicurezza e, nei limiti del possibile, al fresco.

1.    Abbigliamento

Partendo dalla premessa che in Italia l’unica protezione obbligatoria per legge è il casco, non bisogna trascurare la sicurezza. Anche in estate è importante indossare indumenti tecnici dotati di protezioni e resistenti alle abrasioni. Guai, insomma, a girare in t-shirt e bermuda, nonostante la legge lo consenta. Il consiglio è quello di privilegiare indumenti termici traspiranti, che facilitino il passaggio dell’aria. In commercio esistono giacche estive, guanti e calzature indicate. Se possibile preferire i colori chiari e meno graditi al sole e bandire in ogni caso i caschi neri opachi.

2.    Alimentazione

In estate è indispensabile bere tanto ed evitare pasti pesanti prima di guidare. L’alcol è da scansare, non soltanto se si è neopatentati. Avere sempre una scorta d’acqua sulla moto e fermarsi spesso per idratarsi. L’ideale sarebbe quello di avere con sé un serbatoio per zaino dotato di tubo che permette di idratarsi continuamente. In alternativa bisogna prepararsi a molte brevi soste.

3.    Orari

Difendersi dal caldo in moto significa anche viaggiare con intelligenza. O almeno provarci. Salire in sella nelle ore più calde rischia di mettere i centauri letteralmente in ginocchio. La posizione obbligata in sella rende difficile la risalite della circolazione sanguigna verso il cervello e può provocare vertigini o, nel peggiore dei casi, perdita di coscienza. Privilegiare sempre le fasce orarie in cui si rischia meno di imbattersi nel caldo torrido.

4.    Piccoli accorgimenti

Un asciugatore per casco garantisce sempre la massima visibilità anche se quando la condensa si deposita sulla visiera. Per viaggiare sicuri, invece, prestare attenzione ai liquidi dell’olio e di raffreddamento e mettere gli pneumatici alla pressione giusta. Nei mesi caldi è consigliato viaggiare con le gomme più gonfie del solito. In estate è utile affidarsi a una mescola soffice per la ruota posteriore e dura per l’anteriore.

5.    Climatizzatore

Il modo più cool (in tutti i sensi) per girare in estate in moto? Regalarsi un climatizzatore. Ormai in commercio da quasi due lustri su brevetto statunitense dell’azienda EntroSys, si collega alla batteria della moto e alloggia sul sellino o sul portapacchi. Il climatizzatore per moto emette una quantità di CO2 minima conducendo aria fresca a un gilet canalizzato attraverso un tubo in plastica. Questo si comanda con un telecomando wireless da collegare su manubrio o serbatoio. Una soluzione unica per viaggiare sicuri e freschi.

Quando si viaggia in estate in moto non bisogna mai dimenticare gli obblighi. Sulla tua assicurazione moto sta per scadere, affidati a noi. Confronta le migliori offerte polizza moto sul mercato, genera un preventivo online e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE