Esenzioni cinture di sicurezza: chi può beneficiarne

Esenzioni cinture di sicurezza: chi può beneficiarne

Guidare un’automobile significa anche, e soprattutto, avere delle responsabilità. Nei confronti di sé stessi e degli altri utenti della strada. Oltre ad essere in regola con l’assicurazione auto per poter circolare su strada, è previsto dalla legge l’obbligo di indossare le cinture di sicurezza. Una regola che dovrebbe essere inculcata nelle menti degli automobilisti ma che, nonostante ciò, non sempre viene applicata e che non appartiene in maniera univoca al nostro bagaglio culturale. Tuttavia esistono anche casi giustificabili, autentiche eccezioni alla regola. Alcune categorie, infatti, possono permettersi di guidare senza osservare la prescrizione di allacciare le cinture. Scopriamo di chi si tratta.

Cinture di sicurezza: l’articolo 172 codice della strada

Prima di farlo, però, facciamo un passo indietro. Come detto l’obbligo di fissare la cintura di sicurezza è stabilito dal Codice della Strada. L’articolo 172 Cds indica che “il conducente ed i passeggeri dei veicoli della categoria L6e, dotati di carrozzeria chiusa, di cui all’art. 1, paragrafo 3, lettera a), della direttiva 2002/24/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 marzo 2002, e delle categorieM1 N1, N2 ed N3, di cui all’articolo 47, comma 2, del presente codice, muniti di cintura di sicurezza, (2) hanno l’obbligo di utilizzarle in qualsiasi situazione di marcia. I bambini di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso”.

Viene stabilita anche la sanzione: “Chiunque non fa uso dei dispositivi di ritenuta, cioè delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 80 euro a 323 euro”.

Esenzione per condizioni fisiche

Ma chi può esimersi dall’obbligo? La prima discriminante è quella legata alle condizioni fisiche delle persone che si trovano a bordo dell’autovettura. Le esenzioni riguardano:

  •         Donne in stato di gravidanza (a fronte di apposita certificazione che attesti rischi connessi all’utilizzo delle stesse)
  •         Persone affette da particolari patologie o che presentino condizioni fisiche che costituiscono una controindicazione all’utilizzo del dispositivo

In assenza della adeguata certificazione non esenta dall’utilizzo delle cinture il dolore toracico di breve durata, anche se riscontrato dal Pronto Soccorso. La certificazione medica deve inoltre essere corredata dai limiti di validità.

Esenzione per motivi professionali

L’eccezionalità dei casi si estende anche a particolari categorie di lavoratori. Tra questi.

  •         Forze di polizia (anche municipale e provinciale) limitatamente ai casi in cui stiano svolgendo un servizio di emergenza
  •         Conducenti e addetti ai veicoli del servizio antincendio, sempre in caso di intervento di emergenza
  •         Conducenti dei veicoli allestiti per la raccolta e il trasporto dei rifiuti
  •         Dipendenti di società di vigilanza privata riconosciute che effettuano scorte
  •         Conducenti di veicoli a uso speciale impiegati in attività di igiene ambientale
  •         Istruttori di scuola guida durante l’espletamento delle loro funzioni
  •         Passeggeri degli autobus autorizzati al trasporto in piedi, al trasporto locale e che circolano in zona urbana

 

Preso nota? Bene. Ma ricorda che indossare le cinture di sicurezza è solo uno dei tanti obblighi di ogni automobilista. Prima di poter circolare su strada, infatti, è indispensabile assicurare il proprio veicolo. Se sei alla ricerca della polizza più conveniente o devi rinnovare la tua in scadenza, sei capitato nel posto giusto. Su Quale.it potrai confrontare le migliori offerte online e generare gratuitamente un preventivo che resterà valido per 60 giorni prima di venire convalidato.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Il casco in bicicletta è obbligatorio?

Quando si va in bici è obbligatorio indossare il casco? Chi, almeno una volta nella vita, non si è posto questa domanda. Dal ciclista dell’ultima ora all’automobilista indispettito dai rallentamenti della domenica, il dubbio è lecito. L’argomento è stato spesso dibattuto e sarebbe dovuto essere oggetto di riforma nel Nuovo Codice della Strada. Ad oggi,

CONTINUA A LEGGERE

Cellulare alla guida: aumento delle sanzioni nel 2019

Utilizzare il cellulare alla guida è una cattiva abitudine che riguarda buona parte degli automobilisti. Tra le novità previste dalla riforma del Codice della Strada c’è anche quella che riguarda l’inasprimento delle sanzioni connesse guida con cellulare. L’obiettivo è quello di agire come deterrente contro una prassi pericolosa per sé stessi e per gli altri. Secondo

CONTINUA A LEGGERE

Sospensione assicurazione moto: come fare, come riattivare

Sospendere l’assicurazione Rc obbligatoria è una soluzione interessante per risparmiare. Ideale per chi utilizza un veicolo soltanto in alcuni periodi dell’anno, garantisce un risparmio sul premio annuo. Di fatto questo è spalmato su un arco temporale più lungo. Quali sono i vantaggi principali e gli svantaggi di una polizza sospendibile? Blocco assicurazione moto: cos’è? La

CONTINUA A LEGGERE

Caduta in bici: le 5 cose da fare subito

A chi non è successo almeno una volta nella vita? Una caduta in bici non si nega proprio a nessuno. Che si sia pedalatore improvvisati o campioni del Giro d’Italia, finire a terra quando si pedala è una possibilità da tenere in considerazione. Basta una buca, un restringimento stradale o una frenata improvvisa per rovinare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Auto senza assicurazione: quali sono le sanzioni?

Guidare un’auto senza assicurazione è un reato punito in più modi. Mettersi alla guida di un veicolo non assicurato costituisce un rischio per sé stessi e per gli altri. Nonostante ciò i casi di automobilisti fermati alla guida senza assicurazione sono in continuo aumento. A questo spiacevole fenomeno si lega direttamente quello delle fughe a

CONTINUA A LEGGERE

Modello 730/2019: l’assicurazione auto è detraibile?

È possibile procedere alla detrazione assicurazione auto sul modello 730/2019? Quando si effettua la dichiarazione dei redditi, ci si trova a fare i conti con spese detraibili e spese deducibili. Tra le prime rientrano anche quelle assicurative. Non tutte sono però detraibili dal 730 o dal Modello redditi persone fisiche. L’assicurazione auto è detraibile? Quando

CONTINUA A LEGGERE

Decurtazione punti patente: eccesso di velocità

Dal 2003 gli automobilisti italiani si trovano alle prese con la patente a punti. Questo meccanismo premia i guidatori virtuosi permettendo loro di guadagnare due punti ogni biennio, fino a un massimo di 30 totali. La base di partenza è di 20 punti e ovviamente si rischia la perdita punti patente quando si commettono infrazioni

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE