Errore nella compilazione del 730: chi paga?

Errore nella compilazione del 730: chi paga?

Cosa si deve fare quando si sbaglia la dichiarazione dei redditi?  Da un po’ di tempo le cose sono cambiate, comportando nuove responsabilità a carico dei commercialisti e dei CAF nel caso di errore nella compilazione del 730.

Il nuovo modello 730 precompilato

Da qualche anno abbiamo vissuto una grande rivoluzione: il modello 730, per la maggior parte dei contribuenti, è ora precompilato. Se sei un lavoratore dipendente o un pensionato, avrai accesso a una dichiarazione dei redditi già compilata che potrai, volendo, modificare e integrare. Uno dei vantaggi di accettare il 730 on line precompilato senza alcuna modifica è che non sarai soggetto a controlli documentali. In caso contrario, ogni modifica può comportare un errore e le conseguenze sono più aspre.

La necessità di affidarsi a un professionista

Anche se il modello 730 editabile precompilato ha semplificato di molto il temuto momento della dichiarazione dei redditi, rimane sempre necessaria la presenza di un professionista se si intendono fare modifiche o integrazioni. Con i nuovi cambiamenti, però, la normativa prevede una notevole responsabilità a carico del commercialista. Il nostro consiglio è di non fare di testa propria, anche se la procedura sembra apparentemente più semplice e, quando in dubbio, affidarsi sempre a un professionista. Ricordate, infatti, che i commercialisti lavorano rispettando la professionalità riconosciuta dall’albo e il principio di diligenza (art. 1176 del Codice Civile).

Errare è umano: anche il commercialista può sbagliare

Cosa fare, però, quando la nostra dichiarazione dei redditi risulta sbagliata? Esistono diversi modi per fare ammenda, ma il nuovo sistema grava particolarmente sui professionisti ed è necessario capire come tutelarsi.

Sei un commercialista? Devi tutelarti

La dichiarazione (accettata o modificata) trasmessa dal commercialista deve essere provvista di visto di conformità. Ma in caso di errori riconducibili al rilascio di un visto di conformità infedele, il pagamento delle maggiori imposte, degli interessi e delle sanzioni, che sarebbero stati richiesti al contribuente grava solo ed esclusivamente sul commercialista (a meno che il contribuente abbia indotto il professionista in errore per dolo o grave colpa).

Il professionista, per tutelarsi, è tenuto quindi a stipulare una polizza assicurativa della responsabilità civile, per coprire le spese di eventi danni causati nel fornire assistenza fiscale e il massimale deve essere adeguato al numero dei suoi clienti e non inferiore ai 3 milioni di euro.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Carta di circolazione moto: cos’è, come leggerla

“Favorisca patente e libretto”. Quante volte ci è capitato di imbatterci in una frase del genere? Se siete stati guidatori fortunati l’avrete ascoltata magari soltanto in tv, ma se circolate su strada da tanto è inevitabile non essere stati almeno una volta i destinatari della richiesta. I documenti richiesti dalle Forze dell’Ordine nei controlli di

CONTINUA A LEGGERE

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Incidente in famiglia: si viene risarciti dall’assicurazione?

Restare coinvolti in un incidente stradale. Una paura recondita per la maggior parte degli automobilisti, una spiacevole circostanza capitata a molti. Una volta valutate le condizioni fisiche e del veicolo e accertate le responsabilità, facendo affidamento sull’assicurazione responsabilità civile obbligatoria per legge, giunge il momento di ricevere l’indennizzo. A questo punto sarà la compagnia assicuratrice

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE