Duplicato targa auto e moto: come e quando richiederlo

Fare il duplicato targa auto e moto è un’operazione che si rende spesso necessaria. Come stabilito dagli artt. 100 e 102 del Codice della Strada, infatti, gli autoveicoli devono essere muniti, anteriormente e posteriormente, di una targa contenente i dati di immatricolazione. Questi (art 102 CdS comma 4) “devono essere sempre leggibili e, quando per deterioramento non sono più leggibili, l’intestatario della carta di circolazione deve richiedere all’ufficio competente della Direzione generale della M.C.T.C. una nuova immatricolazione del veicolo”. Quando si rende inevitabile richiedere il duplicato targa auto e qual è la procedura da seguire?

Duplicato targa auto e moto: quando fare

Targa smarrita? Allora è il caso di effettuare il duplicato targa auto e moto. Questa procedura va effettuata in caso di targa persa, rubata, deteriorata o distrutta. Se una targa moto o auto è illeggibile o mancante, infatti, il veicolo in questione non può circolare. Ogni volta che si viene fermati per un controllo di sicurezza, la targa serve ad accertare lo storico del veicolo e l’identità del soggetto. Chiunque circoli con targa non chiaramente e integralmente leggibile è soggetto a una multa da 41 a 168 euro. Se non si provvede, invece, a denunciare il furto, la sottrazione o la perdita targa, si è soggetti alla sanzione amministrativa da 84 a 335 euro.

Smarrimento targa: cosa fare

Il duplicato targa auto, come visto, va fatto in caso di furto, deterioramento o perdita targa. In tutti questi casi, l’intestatario della carta di circolazione è chiamato, entro 48 ore, a denunciare l’accaduto agli organi di polizia. Una volta trascorsi 15 giorni dalla presentazione della denuncia di smarrimento o sottrazione (art.102 comma 2 CdS) anche di una sola delle targhe (smarrimento targa anteriore o posteriore), senza che queste siano state rinvenute, l’intestatario deve richiedere alla Direzione generale della Motorizzazione Civile una nuova immatricolazione del veicolo, seguendo le procedure stabilite nell’articolo 93 del Codice della Strada. La stessa procedura è prevista per la distruzione delle targhe moto e auto, mentre se le targhe sono deteriorate e illeggibili, il proprietario non deve presentare denuncia. La procedura per la nuova immatricolazione va effettuata al PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

Duplicato targa auto e moto: documenti

Qual è la procedura da seguire per richiedere il duplicato targa auto o moto? In caso di smarrimento targa occorre scaricare il modulo TT 2119, reperibile anche presso gli uffici della Motorizzazione Civile. Questo documento va compilato dal proprietario del veicolo e portato allo Sportello Telematico dell’Automobilista. Se il veicolo è sprovvisto soltanto di una delle due targhe, il proprietario è chiamato a portare con sé la targa di cui è ancora in possesso oltre a un documento d’identità.

Circolare con entrambe le targhe visibili è uno degli obblighi che gravano su chiunque si pone alla guida di un veicolo su strada. Il primo e più importante è quello di provvedere alla sottoscrizione di un’assicurazione RCA obbligatoria. Se vuoi rinnovare la tua polizza o sottoscrivere la prima, sfrutta il nostro comparatore. Spunta le caselle relative a te e al tuo veicolo e ottieni subito le quotazioni delle migliori compagnie online. Il preventivo gratuito e senza impegno che riceverai resterà valido per i successivi 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE