Documenti passaporto elettronico: quali sono

Fare le vacanze all’estero è una soluzione scelta da molte famiglie italiane. Prenotare in anticipo la vacanza permette di risparmiare e viaggiare sicuri, evitando spiacevoli sorprese come l’overbooking. Preparare le valigie e studiare le mappe, però, non sono gli unici accorgimenti da prendere. Se la meta non fa parte dell’Unione Europea, bisogna muoversi in anticipo. Oltre a un’assicurazione viaggio, in questo caso, ci sono visti da ottenere, documenti obbligatori e passaporto da portare. Quali sono i documenti passaporto per ottenere l’atteso via libera per le vacanze?

Cos’è il passaporto

Il passaporto è il documento che permette di entrare liberamente negli stati posti al di fuori dell’Unione Europea. Può essere considerato una sorta di carta d’identità internazionale e può essere presentato per viaggiare in Europa. Vale, infatti, come un documento di riconoscimento. Può essere richiesto da qualsiasi cittadino maggiorenne e ha validità 10 anni. Per i minorenni esiste invece una procedura diversa. Dal 2010 è entrato in vigore il passaporto elettronico, contenente un chip con tutte le informazioni del titolare, la firma digitale e le impronte digitali. Con questa introduzione non sono tuttavia cambiati i documenti passaporto da presentare.

Cosa serve per fare il passaporto: visti e documenti

I documenti passaporto occorrenti sono:

  • Istanza del richiedente
  • Due fotografie identiche
  • Una marca da bollo contributo amministrativo passaporto di Euro 73,50
  • Attestazione del versamento (ricevuta) di Euro 42,50 per il libretto a 48 pagine su c/c postale n° 67422808 intestato al Ministero dell’Economia delle Finanze – Dipartimento del tesoro, con causale”importo per il rilascio del passaporto elettronico”
  • Copia fotostatica del documento d’identità
  • Copia fotostatica del Codice Fiscale e/o della Tessera Sanitaria

Inoltre l’eventuale vecchio passaporto deve essere obbligatoriamente riconsegnato. Le fotografie passaporto devono essere:

  • Formato tessera
  • Non più vecchie di 6 mesi
  • Di dimensioni 35-40 mm, con sfondo bianco
  • Con il volto ripreso frontalmente, completamente scoperto, senza ombre o riflessi
  • Con bocca chiusa
  • In presenza di occhiali, devono permettere la distinzione degli occhi ed essere chiari e privi di riflessi

Dove fare il passaporto

Stabiliti quali sono i doc per passaporto, dove fare il passaporto. Per presentare la richiesta del passaporto o la domanda di rinnovo, occorre recarsi fisicamente in Questura o al Commissariato di Polizia del Comune in cui si risiede. Per evitare le lunghe file è possibile prenotare il proprio appuntamento accedendo al sito www.passaportonline.poliziadistato.it. I tempi di rilascio passaporto sono soggettivi. Di norma bisogna attendere 15 giorni, ma i tempi potrebbero essere anche inferiori o superiori. La buona regola è quella di muoversi con anticipo rispetto alla data fissata per la partenza, per evitare di trovarsi sprovvisti del regolare titolare.

Una volta ottenuto il proprio passaporto italiano, si è davvero pronti per mettersi in viaggio. O forse no. Prima di partire è meglio sapere quali sono i posti in cui l’assicurazione sanitaria è obbligatoria e munirsi di una valida assicurazione viaggio. Sul nostro portale è possibile confrontare le migliori offerte assicurative online proposte dalle compagnie. Valutarle e sottoscriverne una significa poter viaggiare davvero sicuri!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE