Decurtazione punti patente per inversione di marcia

L’inversione di una marcia è una manovra consentita, a volte necessaria e spesso pericolosa. Effettuarla dove non si può o nei modi sbagliati comporta la decurtazione punti patente. Per la sicurezza di chi la compie e degli altri utenti della strada, è opportuno sapere quando è permesso fare l’inversione a u. Questo tipo di manovra può infatti provocare incidenti gravi sia per chi la effettua sia per gli altri veicoli presenti in strada. Per tali ragioni il Codice della Strada ha disposto multe e sanzioni accessorie (decurtazione dei punti patente, sospensione del titolo di guida o confisca del veicolo) per chi trasgredisce. Quando è consentita l’inversione ad u e quali multe sono previste per chi sbaglia?

Come fare l’inversione di marcia

Fare inversione di marcia, a due o tre tempi, non è difficile. L’automobilista è chiamato a far girare il proprio veicolo per accedere alla corsia opposta al suo attuale senso di marcia. Di fatto il veicolo cambia di 180° la sua posizione, potendo così procedere nella direzione opposta. Esistono due tipi di inversione di marcia:

  • Inversione di marcia a tre tempi: l’inversione a tre tempi si fa compiendo una serie di movimenti consecutivi e quando la strada ha una larghezza tale da consentirla
  • Inversione a due tempi o inversione au: questa manovra si pratica senza interruzioni, ove consentito dalle dimensioni della carreggiata

La possibilità di effettuare la manovra dipende quindi dalla strada e dalle posizione che si occupa sulla carreggiata.

Inversione a u Codice della Strada

Come detto per effettuare l’inversione di marcia deve rigorosamente attenersi a delle regole. Queste sono riportate nell’articolo 154 del Codice della Strada, che stabilisce che:

  • L’automobilista si assicuri di poter effettuare la manovra senza creare pericolo o intralcio agli altri utenti della strada, tenendo conto della posizione, della distanza e della direzione di essi.
  • L’automobilista segnali con sufficiente anticipo le sue intenzioni.

Ancora l’art 154 Cds, nel suo comma 6, aggiunge che l’inversione a due o tre tempi è vietata in prossimità o in corrispondenza delle curve, dei dossi e delle intersezioni.

Inversione a u: sanzione

L’articolo 154 comma 7 Codice della Strada completa il quadro elencando le sanzioni previste per chi infrange le regole inversione di marcia. Sono previste distinzioni a seconda del tipo di strada e della posizione in cui viene eseguita l’inversione a u.

  • Inversione di marcia senza rispettare le prescrizioni: decurtazione di 2 punti della patente
  • Inversione ad u in situazione di scarsa visibilità, in prossimità di curve o di raccordi convesse: multa da un minimo di 318 euro a un massimo di 1.272 euro; sospensione patente da uno a tre mesi; sospensione della patente da due a sei mesi in caso di recidività entro due anni dalla prima infrazione
  • Fare inversione di marcia in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi: multa da un minimo di 84 euro a un massimo di 335 euro: decurtazioni di 8 punti patente
  • Inversione di marcia in autostrada o su strade extraurbane principali: per la violazione dell’articolo 176 comma 19 del Codice della Strada si è soggetti a una multa da 1.988 euro a 7.953 euro; alla revoca della patente di guida; alla decurtazione di 10 punti patente; al fermo amministrativo del veicolo per tre mesi. In caso di recidività del comportamento entro due anni, si è sottoposti alla confisca del veicolo

Inversione di marcia e assicurazione auto

L’inversione di marcia non costa solo la decurtazione punti patente. Fare un incidente per aver sbagliato una manovra fa anche salire il prezzo del premio annuo. Per viaggiare sicuri, oltre a guidare rispettando le regole bisogna essere in regola con tutto il resto. Anche l’assicurazione auto è obbligatoria per legge e bisogna sempre averla in corso di validità. Per scegliere quella giusta basta visitare il nostro sito, mettendo a confronto le migliori offerte del momento per ricevere un preventivo gratuito che permette di risparmiare sulla polizza auto.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE