Decurtazione punti patente: guida contromano

Si parla di guida contromano ogni volta che si invade la corsia riservata all’altro senso di direzione su un’arteria di scorrimento a doppio senso. Questa condotta, volontaria o involontaria che sia, è pericolosa per chi la pone in essere e per gli altri utenti della strada.  La circolazione contromano è fonte di incidenti e punita con sanzioni. Oltre alle multe, è prevista anche la decurtazione dei punti patente.

Guida contromano e guida controsenso: differenze

Il Codice della Strada distingue tra contromano e controsenso. Procedere contromano significa impegnare il senso di marcia opposto in una carreggiata con due sensi di marcia. Guidare contromano presuppone la presenza di una carreggiata con almeno due corsie. Chi lo fa, quindi, percorre la corsia opposta e non la propria. Procede invece controsenso chi imbocca un senso unico al contrario, ovvero non rispetta il segnale di divieto di accesso. In questo caso, a differenza della guida contromano, non è prevista la sottrazione dei punti patente.

Senso vietato: sanzioni

Per “mano” si intende la direzione di marcia. Chi commette questa infrazione ha una sola direzione di marcia e la imbocca in senso sbagliato. La multa prevista dal CdS per questo genere di infrazione va da 41 euro (se commesso in centro abitato) a 84 euro, se l’errore viene commesso fuori da un centro urbano. In nessun caso è prevista la decurtazione punti patente.

Circolazione contromano: cosa si rischia

La guida contromano aumenta il rischio di causare incidenti gravi. Il contromano cds è disciplinato dall’articolo 143. Questi, ai comma 1, 4 e 5, stabilisce che: “I veicoli devono circolare sulla parte destra della carreggiata e in prossimità del margine destro della medesima, anche quando la strada è libera […] Quando una strada è divisa in due carreggiate separate, si deve percorrere quella di destra; quando è divisa in tre carreggiate separate, si deve percorrere quella di destra o quella centrale, salvo diversa segnalazione […] Salvo diversa segnalazione, quando una carreggiata è a due o più corsie per senso di marcia, si deve percorrere la corsia più libera a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso”.

Il comma 11 dispone anche la multa per contromano: chiunque circoli contromano è soggetto alla sanzione amministrativa da euro 162 a euro 646.  La sanzione contromano aumenta se questa condotta avviene in corrispondenza delle curve, dei raccordi convessi o con limitata visibilità. La multa passa da un minimo di 321 a un massimo di 1.283 euro e si è sottoposti alla sospensione della patente da uno a tre mesi. In caso di recidività nell’arco dei 24 mesi successivi, la sospensione va da due a sei mesi e la patente viene ritirata.

Guida contromano: punti patente

Per chiunque violi l’art 143 comma 11 Cds è disposta la sanzione accessoria della decurtazione di quattro punti patente. Circolare contromano in corrispondenza di dossi o curve, in condizioni di scarsa visibilità o quando la strada è divisa in più carreggiate separate (circolare contromano su autostrade o strade extraurbane principali), comporta invece la sottrazione di 10 punti patente. Si è quindi soggetti alla massima decurtazione punti patente prevista dal Codice della Strada, come disposto dal art. 143, comma 12°, C.d.s..

Rimanere coinvolti in un sinistro stradale è un inconveniente che può capitare anche all’automobilista più esperto. Rispettare il Codice della Strada e gli obblighi annessi quando si prende la patente, è il modo migliore per prevenire il rischio. Tra i doveri di ogni guidatore rientra anche la sottoscrizione di un’assicurazione auto. Per trovare la migliore offerta RC auto è possibile consultare il nostro comparatore. Inserendo pochi dati, relativi al veicolo e al conducente, si riceverà un preventivo gratuito che resta valido per i 60 giorni fornendo tutto il tempo per essere valutato prima della sua convalida.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidente in area privata: chi deve pagare?

In caso di incidente in area privata l’assicurazione paga? Giù la maschera: almeno una volta nella nostra carriera da automobilisti ci siamo trovati a porci la domanda. Aree di sosta, parcheggi, giardini, cortili: ogni posto è una potenziale fonte di sinistri. Come bisogna comportarsi se si resta vittime di incidenti stradali in aree private? Chi

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà auto per decesso: come fare

Ereditare un veicolo per volontà del defunto rientra nei nostri diritti. Qual è la procedura per effettuare il passaggio di proprietà auto per decesso? In caso di auto intestata a defunto, gli ereditari devono presentare il verbale di pubblicazione del testamento redatto dal notaio. L’accettazione eredità auto va fatta entro 6 mesi dalla morte, davanti

CONTINUA A LEGGERE

Cilindrata neopatentati: qual è il limite per le moto

Esiste una cilindrata neopatentati per moto? Aver conseguito la patente di guida da meno di tre anni, comporta una serie di restrizioni. Mentre il più significativo sbarramento per le auto riguarda il limite kilowatt neopatentati, per le due ruote la questione è leggermente differente. Bisogna infatti ricordare che i titoli di guida per moto sono

CONTINUA A LEGGERE

Moto nuova: quali sono i tempi d’immatricolazione?

Sapere come immatricolare una moto è un passaggio fondamentale per ogni possessore di una due ruote. Sia se si rileva una moto radiata, sia se si acquisti una moto d’epoca o nuova di zecca, occorre infatti formalizzare alcuni passaggi burocratici obbligatori. I tempi immatricolazione moto nuova sono generalmente brevi, così come esigue sono le spese

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Città più pericolose del mondo: classifica, come viaggiare sicuri

Viaggiare è uno tra gli hobby più gettonati dagli italiani. Chi si può permettere un weekend o una vacanza, magari all’estero, non può non tenere conto di una classifica: quella delle città più pericolose del mondo. Si tratta di un ranking che confronta abitanti e numero di omicidi, restituendo un indice di pericolosità in percentuale.

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento furto auto: come richiederlo e documenti necessari

Una cattiva abitudine che non passa mai di moda. I furti d’auto in Italia tornano ad aumentare. Secondo le statistiche diffuse dal Ministero dell’Interno, nel 2018 sono state 105.239 le macchine rubate, con una crescita del 5,2% rispetto all’anno precedente. Ottenere il risarcimento furto auto è possibile, mentre non sempre è facile tornare in possesso

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione moto: quali sono le garanzie accessorie migliori?

Quando si sottoscrive una polizza RC Moto è possibile aggiungere delle ulteriori coperture assicurative. Le garanzie accessorie servono a tutelare l’assicurato da tutti i casi che restano scoperti dalla RC obbligatoria. Intervengono quando si verificano danni non coperti da questa, garantendo il regolare indennizzo al contraente. Scegliendo di abbinarle all’assicurazione auto o moto obbligatoria, il

CONTINUA A LEGGERE

Assistenza stradale Zurich Connect: come funziona, contatti

Ricevere un soccorso immediato quando si rimane con l’auto in panne. Quando si manifesta uno degli spettri più temuti da ogni automobilista, bisogna restare lucidi. Richiedere un pronto intervento è il secondo passo da compiere. Avendo aggiunto la polizza assistenza stradale all’assicurazione RC auto, questo tipo di aiuto sarà gratuito. Tra le compagnie che offrono

CONTINUA A LEGGERE