Costo assicurazione auto: le 7 variabili che incidono di più

Nuove forme di mobilità sostenibile, vecchi obblighi. Se si acquista un’auto, nuova o usata che sia, il primo compito è quello di sottoscrivere l’assicurazione RCA. La responsabilità civile autoveicoli è obbligatoria per legge e garantisce l’intestatario per danni cagionati a terzi in caso di incidente. Come risparmiare sulla polizza auto e quali sono le variabili che incidono maggiormente sul costo assicurazione auto?

Come calcolare costo assicurazione auto

Per calcolare il costo assicurazione auto vengono presi in considerazione due categorie:

  • Dati del veicolo
  • Dati del proprietario

Tra i primi rientrano quelli relativi ad immatricolazione auto, acquisto, alimentazione, modello e allestimento del veicolo e chilometri percorsi annualmente. Per quanto riguarda i dati del contraente, del proprietario e del conducente del veicolo, invece, si differisce in base a persona (giuridica o fisica), classe di merito o attestato di rischio. Pesano sul prezzo assicurazione auto i trascorsi del guidatore e il suo stile di guida. Approfondo il discorso sui costi assicurazione auto si osserverà come siano diversi i fattori a pesare.

Costo assicurazioni auto: cosa lo determina

I prezzi assicurazioni auto sono influenzato da molteplici elementi. Tra i più importanti ai fini del costo premio annuale si segnalano:

  • Classe di merito e sinistri: la CU è il parametro che maggiormente fa variare il prezzo finale. Meno incidenti si causano, soprattutto negli ultimi cinque anni, più il costo assicurazione auto sarà leggero. La scala classe di merito va dalla prima (meno costosa) alla diciottesima. La CU di ingresso è la 14.
  • Età dei guidatori: più è alta, più il costo è inferiore. Ciò avviene perché si presume che un’automobilista di 55 anni sia più esperto di un neopatentato. Incide anche il numero di persone che guiderà: più sono, più alto è il premio annuale.
  • Luogo di residenza: paga di più chi vive in zone ad alto rischio di incidenti e frodi sulla RCA. Chi risiede in province dove staticamente si verificano meno sinistri e truffe è, al contrario, avvantaggiato.
  • Punti patente: il punteggio che si ha sulla licenza di guida rappresenta un indicatore della prudenza. Vengono penalizzati i guidatori con un credito più basso e chi si è visto sospendere la patente per multe dovute a gravi infrazioni. La base di partenza è 20, il massimo punti patente raggiungibile è 30: si guadagnano 2 punti ogni 2 anni.
  • Potenza: maggiore è la potenza di una vettura (espressa in CV), più alte sono le possibilità che possa causare incidenti. Le polizze RCA salgono in proporzione.
  • Percorrenza: quanto più alta è la media annuale, tanto più pesante sarà la tariffa. Si presume infatti che chi resta al volante per un maggior numero di ore, sia più esposto al rischio di restare coinvolto in incidenti.
  • Alimentazione: alle auto diesel, ovvero quelle che di norma effettuano più chilometri all’anno, vengono associate polizze auto più costose. Quelle meno onerose riguardano invece le auto elettriche.

Come fare preventivo assicurazione auto

Preso atto di queste semplici regole per risparmiare sull’assicurazione auto, non resta che trovare la soluzione più conveniente. Stabilito quali siano le variabili che incidono sul costo assicurazione auto e costo assicurazione moto, è il tempo di fare la scelta giusta. Sul nostro sito è possibile confrontare le migliori offerte online: inserendo pochi dati si avrà indietro un preventivo gratuito che resta valido per i successivi due mesi, permettendo di ponderare al meglio la decisione.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione donazione casa: cos’è e come funziona

La donazione immobiliare è una delle soluzioni più adottate dagli italiani per trasferire la proprietà di case e altri beni immobiliari quando ancora in vita ai propri eredi. La donazione permette di risparmiare su molti oneri fiscali, al momento della successione ereditaria, ma soprattutto permette di aggiungere delle clausole per i beneficiari. Perché quindi acquistare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE