Costo assicurazione auto: le 7 variabili che incidono di più

Nuove forme di mobilità sostenibile, vecchi obblighi. Se si acquista un’auto, nuova o usata che sia, il primo compito è quello di sottoscrivere l’assicurazione RCA. La responsabilità civile autoveicoli è obbligatoria per legge e garantisce l’intestatario per danni cagionati a terzi in caso di incidente. Come risparmiare sulla polizza auto e quali sono le variabili che incidono maggiormente sul costo assicurazione auto?

Come calcolare costo assicurazione auto

Per calcolare il costo assicurazione auto vengono presi in considerazione due categorie:

  • Dati del veicolo
  • Dati del proprietario

Tra i primi rientrano quelli relativi ad immatricolazione auto, acquisto, alimentazione, modello e allestimento del veicolo e chilometri percorsi annualmente. Per quanto riguarda i dati del contraente, del proprietario e del conducente del veicolo, invece, si differisce in base a persona (giuridica o fisica), classe di merito o attestato di rischio. Pesano sul prezzo assicurazione auto i trascorsi del guidatore e il suo stile di guida. Approfondo il discorso sui costi assicurazione auto si osserverà come siano diversi i fattori a pesare.

Costo assicurazioni auto: cosa lo determina

I prezzi assicurazioni auto sono influenzato da molteplici elementi. Tra i più importanti ai fini del costo premio annuale si segnalano:

  • Classe di merito e sinistri: la CU è il parametro che maggiormente fa variare il prezzo finale. Meno incidenti si causano, soprattutto negli ultimi cinque anni, più il costo assicurazione auto sarà leggero. La scala classe di merito va dalla prima (meno costosa) alla diciottesima. La CU di ingresso è la 14.
  • Età dei guidatori: più è alta, più il costo è inferiore. Ciò avviene perché si presume che un’automobilista di 55 anni sia più esperto di un neopatentato. Incide anche il numero di persone che guiderà: più sono, più alto è il premio annuale.
  • Luogo di residenza: paga di più chi vive in zone ad alto rischio di incidenti e frodi sulla RCA. Chi risiede in province dove staticamente si verificano meno sinistri e truffe è, al contrario, avvantaggiato.
  • Punti patente: il punteggio che si ha sulla licenza di guida rappresenta un indicatore della prudenza. Vengono penalizzati i guidatori con un credito più basso e chi si è visto sospendere la patente per multe dovute a gravi infrazioni. La base di partenza è 20, il massimo punti patente raggiungibile è 30: si guadagnano 2 punti ogni 2 anni.
  • Potenza: maggiore è la potenza di una vettura (espressa in CV), più alte sono le possibilità che possa causare incidenti. Le polizze RCA salgono in proporzione.
  • Percorrenza: quanto più alta è la media annuale, tanto più pesante sarà la tariffa. Si presume infatti che chi resta al volante per un maggior numero di ore, sia più esposto al rischio di restare coinvolto in incidenti.
  • Alimentazione: alle auto diesel, ovvero quelle che di norma effettuano più chilometri all’anno, vengono associate polizze auto più costose. Quelle meno onerose riguardano invece le auto elettriche.

Come fare preventivo assicurazione auto

Preso atto di queste semplici regole per risparmiare sull’assicurazione auto, non resta che trovare la soluzione più conveniente. Stabilito quali siano le variabili che incidono sul costo assicurazione auto e costo assicurazione moto, è il tempo di fare la scelta giusta. Sul nostro sito è possibile confrontare le migliori offerte online: inserendo pochi dati si avrà indietro un preventivo gratuito che resta valido per i successivi due mesi, permettendo di ponderare al meglio la decisione.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE