Conversione kW CV: come farla, a cosa serve

Il calcolo bollo auto è un’operazione necessaria e che spesso non appare facile. Vanno considerati i cavalli fiscali, i cavalli vapore o i kiloWatt? Prima di rispondere è opportuno fare un passo indietro partendo dalle basi. La potenza di un motore viene generalmente espressa attraverso due unità di misura: il cavallo vapore (CV o HP) e il kiloWatt (kW). Disporre di uno strumento in grado di fare la conversione kW CV è particolarmente utile, perché sempre più spesso la potenza viene indicata in kW.

Conversione kW CV: tabella di conversione

Fare la conversione kW CV è semplice. Basta affidarsi a un convertitore kW CV oppure sapere come calcolare da kW a CV. La potenza del motore è un indicatore essenziale per sapere quanto costa il bollo auto e per capire se la propria vettura è soggetta al superbollo auto, che scatta per valori superiori a 185 kW. A questo punto non resta che prepararsi per i calcoli, sapendo che 1 kiloWatt corrisponde a 1,36 cavalli. Per procedere alla corretta conversione cavalli kwatt basta quindi moltiplicare per 1,36 i kW indicati sul libretto di circolazione. Viceversa, per poter calcolare i kW partendo dai cavalli fiscali, bisognerà moltiplicare questi ultimi per la cifra di 0,7354.

Cavalli fiscali, cavalli vapore e kiloWatt: differenze

Se la conversione kW CV non è chiara, è il caso di entrare nello specifico. Le differenze tra cavalli fiscali, cavalli vapore e kiloWatt sono infatti rilevanti per capire quanto pagare la tassa automobilistica. Quando si parla di potenza assoluta, ci si riferisce a cilindrata e potenza in CV o kW, mentre per potenza in cavalli si tratta di:

  • Cavalli vapore: esprimono la potenza del motore e le sue prestazioni, come velocità massima, coppia e ripresa. Sono indicati con la sigla CV o HP (Horse Power)
  • Cavalli fiscali: individuano la cubatura dell’auto per calcolare il suo valore fiscale e legale. Sono determinanti ai fini del calcolo bollo auto. Non rientrano in questo calcolo potenza del motore e cilindrata.

Tutto chiaro? Quando si acquista un’auto e si deve pagare la relativa tassa automobilistica, vanno tenuti in considerazione esclusivamente i secondi. Il bollo auto rappresenta solo una delle tante scadenze che riguardano il nostro veicolo. Nella categoria degli obblighi rientra anche la sottoscrizione dell’assicurazione auto. Se hai bisogno di rinnovare quella in vigore o di sottoscrivere la prima, passa a trovarci. Su Quale.it potrai trovare la migliore tariffa polizza auto confrontando le proposte delle compagnie assicurative online. Dopo aver generato un preventivo gratuito, avrai 60 giorni di tempo per valutare con calma la quotazione ricevuta e decidere se convalidare o ripetere la procedura.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

La polizza cristalli è una garanzia accessoria dell’assicurazione Rc Auto che serve a coprire i danni ai vetri. Le compagnie assicurative offrono la possibilità di stipulare l’assicurazione cristalli a parte oppure abbinandole ad altre polizze. Quando è utile sottoscrivere la polizza cristalli auto, cosa copre e cosa non copre questa clausola accessoria? Polizza cristalli: cos’è

CONTINUA A LEGGERE

Acquisto auto da privato: come attivare la polizza

Comprare un’auto usata è una scelta che ogni anno viene fatta da oltre 4 milioni di italiani. In caso di acquisto auto da privato, bisogna rispettare una serie di regole. Queste sono leggermente diverse rispetto a quelle che si hanno quando si compra un’auto nuova. Scopriamo allora come attivare l’assicurazione auto in caso di vendita

CONTINUA A LEGGERE

Coronavirus, tutte le proroghe per le scadenze auto

Le misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza Covid-19, introdotte dal D.L. 18/2020 convertito nella Legge 27/2020, riguardano anche le scadenze auto. Dal 24 aprile 2020 si applicano infatti le direttive contenute nel Decreto Cura Italia. Alcune di queste riguardano gli automobilisti e la possibilità di procrastinare controlli e pagamenti relativi ai loro veicoli.

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Visura PRA: cos’è e come ottenerla

La visura PRA è un servizio che consente di ottenere un documento contenente informazioni su un veicolo e sul relativo proprietario. Questo documento è rilasciato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e le visure PRA possono essere per targa o nominative. A cosa serve la visura PRA La visura PRA permette di: Controllare l’iscrizione di un

CONTINUA A LEGGERE

Coronavirus: come richiedere la sospensione rate mutuo

La legge di conversione del Decreto Cura Italia (DL 18/2020) rende attuabile la richiesta di sospensione rate mutuo. Questa procedura speciale è stata avallata per fronteggiare l’emergenza economica derivante dalla pandemia Coronavirus. Vediamo chi può sospendere il mutuo, come fare richiesta sospensione mutuo e qual è il modulo da utilizzare. Sospensione rate mutuo: a chi

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni incidente stradale: come fare, come si calcola

Ottenere il risarcimento danni incidente stradale è un’operazione a più fasi. Quando si resta coinvolti in un sinistro è fondamentale sapere come muoversi. Quando presentare richiesta risarcimento danni assicurazione? E, soprattutto, come fare il calcolo risarcimento incidente stradale? Scopriamo la procedura da seguire e quali sono le tabelle da consultare per conteggiare l’indennizzo. Risarcimento danni

CONTINUA A LEGGERE