Conversione kW CV: come farla, a cosa serve

Il calcolo bollo auto è un’operazione necessaria e che spesso non appare facile. Vanno considerati i cavalli fiscali, i cavalli vapore o i kiloWatt? Prima di rispondere è opportuno fare un passo indietro partendo dalle basi. La potenza di un motore viene generalmente espressa attraverso due unità di misura: il cavallo vapore (CV o HP) e il kiloWatt (kW). Disporre di uno strumento in grado di fare la conversione kW CV è particolarmente utile, perché sempre più spesso la potenza viene indicata in kW.

Conversione kW CV: tabella di conversione

Fare la conversione kW CV è semplice. Basta affidarsi a un convertitore kW CV oppure sapere come calcolare da kW a CV. La potenza del motore è un indicatore essenziale per sapere quanto costa il bollo auto e per capire se la propria vettura è soggetta al superbollo auto, che scatta per valori superiori a 185 kW. A questo punto non resta che prepararsi per i calcoli, sapendo che 1 kiloWatt corrisponde a 1,36 cavalli. Per procedere alla corretta conversione cavalli kwatt basta quindi moltiplicare per 1,36 i kW indicati sul libretto di circolazione. Viceversa, per poter calcolare i kW partendo dai cavalli fiscali, bisognerà moltiplicare questi ultimi per la cifra di 0,7354.

Cavalli fiscali, cavalli vapore e kiloWatt: differenze

Se la conversione kW CV non è chiara, è il caso di entrare nello specifico. Le differenze tra cavalli fiscali, cavalli vapore e kiloWatt sono infatti rilevanti per capire quanto pagare la tassa automobilistica. Quando si parla di potenza assoluta, ci si riferisce a cilindrata e potenza in CV o kW, mentre per potenza in cavalli si tratta di:

  • Cavalli vapore: esprimono la potenza del motore e le sue prestazioni, come velocità massima, coppia e ripresa. Sono indicati con la sigla CV o HP (Horse Power)
  • Cavalli fiscali: individuano la cubatura dell’auto per calcolare il suo valore fiscale e legale. Sono determinanti ai fini del calcolo bollo auto. Non rientrano in questo calcolo potenza del motore e cilindrata.

Tutto chiaro? Quando si acquista un’auto e si deve pagare la relativa tassa automobilistica, vanno tenuti in considerazione esclusivamente i secondi. Il bollo auto rappresenta solo una delle tante scadenze che riguardano il nostro veicolo. Nella categoria degli obblighi rientra anche la sottoscrizione dell’assicurazione auto. Se hai bisogno di rinnovare quella in vigore o di sottoscrivere la prima, passa a trovarci. Su Quale.it potrai trovare la migliore tariffa polizza auto confrontando le proposte delle compagnie assicurative online. Dopo aver generato un preventivo gratuito, avrai 60 giorni di tempo per valutare con calma la quotazione ricevuta e decidere se convalidare o ripetere la procedura.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE