Come valutare una moto d’epoca

Un veicolo di vecchia generazione e che ha raggiunto un determinato valore collezionistico. Basta forse questa dicitura per appiccicare alla vostra preziosa moto l’etichetta “d’epoca”? Non proprio. Il numero crescente di amanti del genere rende doveroso un elenco dettagliato dei criteri che concorrono al raggiungimento dello status. Per poter richiedere il certificato dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) come moto d’epoca, il mezzo deve aver compiuto 20 anni dalla data di costruzione.

Per ottenere, invece, alcuni benefici fiscali quali la riduzione della tassa di circolazione, il veicolo dovrà aver raggiunto il suo trentesimo anno di età. Di norma il conteggio, a meno che non si riesca a fornire una documentazione completa sulla data di costruzione, ha origine dalla prima immatricolazione. Chiariti questi concetti basilari, e dopo essersi assicurati della presenza della propria due ruote nell’elenco ufficiale di quelle d’epoca, è giunto il momento di rispondere al dilemma che appassiona centauri e semplici collezionisti: quanto vale la mia moto?

Cosa incide sulla valutazione di una moto d’epoca

A determinarlo non è solo il modello. Le variabili sono infatti diverse e di varia natura. Proviamo a raccogliere quelle più significative.

  •  Stato del veicolo: il perfetto funzionamento di ogni componente è destinato a far crescere la quotazione.
  •  Conservazione: di norma più parti originali vengono mantenute e più il valore sarà alto. Incidono significativamente stato del telaio e della carrozzeria ed efficienza del motore.
  •  Restauro: qualora non si riesca a mantenere più parti originali possibili, la loro eventuale sostituzione con ricambi originali contribuisce all’aumento della valutazione.
  •  Libretto di circolazione: un particolare da non trascurare. Affinché la moto abbia un suo valore, occorre che il libretto rispetti le norme attuali del codice della strada e che il mezzo non sia radiato.

Moto d’epoca: un mercato in forte espansione

Cresciuto a dismisura negli ultimi anni, di pari passo con l’aumento delle mostre e dei raduni, il mercato delle moto d’epoca sta trovando terreno fertile soprattutto sulla rete, dove è possibile anche ottenere valutazioni da concessionarie o privati. Prima di procedere alla corretta valutazione del tuo bolide, ricorda di controllare se si tratti di una moto d’epoca o storica e di sottoscrivere una polizza assicurativa che ti permetta di ottenere tutte le agevolazioni del caso.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Incidente in famiglia: si viene risarciti dall’assicurazione?

Restare coinvolti in un incidente stradale. Una paura recondita per la maggior parte degli automobilisti, una spiacevole circostanza capitata a molti. Una volta valutate le condizioni fisiche e del veicolo e accertate le responsabilità, facendo affidamento sull’assicurazione responsabilità civile obbligatoria per legge, giunge il momento di ricevere l’indennizzo. A questo punto sarà la compagnia assicuratrice

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà moto: dove farlo, documenti, costi

In Italia continua a espandersi il mercato moto. Nel 2018 sono stati immatricolati 219.465 veicoli a due ruote di cilindrata superiore a 50cc, con un +7,4% rispetto all’anno precedente, per una cifra che raggiunge 240.388 contando anche i “cinquantini”. In crescita c’è anche il mercato moto usate, che ha contribuito a far sfiorare la quota

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE