Come trasportare il cane in auto?

Sembra banale, ma non lo è. Come si deve trasportare un cane in auto? La taglia è importante? Il codice della strada cosa dice? Ci sono multe per un trasporto non corretto?

La sicurezza del proprio cane in auto

La primissima cosa da considerare è la sicurezza del proprio animale, del conducente e degli altri passeggeri. Trasportare un cane in auto è consentito, ma è necessario che anche lui sia messo nelle condizioni di poter viaggiare senza rischi. Il Codice della Strada non regola il trasporto di un singolo cane, lasciando quindi a ognuno la possibilità di scegliere come farlo al meglio.

Cane in auto: la taglia del cane fa la differenza

Sulla carta non si parla mai di taglia del cane, ma – anche a seconda delle dimensioni del proprio veicolo – può fare la differenza. Un conto è trasportare uno yorkshire, un conto un maremmano.

Kennel o trasportini

Se il vostro cane è di taglia piccola o media, è possibile sfruttare i kennel, cioè dei trasportini adatti per i cani che vengono tanto usati anche nell’educazione cinofila. A differenza di quello che si possa credere, infatti, i cani amano i kennel, perché si sentono protetti: sono un po’ come una tana!

Ovviamente il kennel dev’essere reso confortevole, specie perché di solito sono di plastica dura o di altro materiale non morbido. Il kennel può essere assicurato al sedile con la cintura di sicurezza, un po’ come si fa con i seggiolini auto per i bambini.

Cane in auto: cinture di sicurezza, rete e teli per la macchina

Altre tecniche per far viaggiare il nostro cane in tutta sicurezza sono:

  • Cinture di sicurezza (da attaccare al collare o al guinzaglio. Danno libertà di movimento ma aiutano nelle frenate).
  • Rete (da inserire come divisorio tra il vano posteriore e quello del guidatore)
  • Teli (hanno una divisione quasi nulla, ma aiutano a contenere il cane nei sedili posteriori).

Cane in auto: la differenza la fa il numero

Il Codice della Strada, infatti, regolamenta solo il numero dei cani che non può essere superiore a uno. L’articolo 169 al comma 6 (Trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore) recita così:

«Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell’art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.»

Nel caso di violazione, si è soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 84 a 335 euro. Occhio, quindi!

Cane in auto: un’assicurazione anche per lui

Ricordiamoci che il padrone è sempre responsabile del proprio cagnolino, è per questo che è sempre meglio assicurare i nostri amici a quattro zampe. Proteggi il tuo cane con un’assicurazione animali!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Il casco in bicicletta è obbligatorio?

Quando si va in bici è obbligatorio indossare il casco? Chi, almeno una volta nella vita, non si è posto questa domanda. Dal ciclista dell’ultima ora all’automobilista indispettito dai rallentamenti della domenica, il dubbio è lecito. L’argomento è stato spesso dibattuto e sarebbe dovuto essere oggetto di riforma nel Nuovo Codice della Strada. Ad oggi,

CONTINUA A LEGGERE

Cellulare alla guida: aumento delle sanzioni nel 2019

Utilizzare il cellulare alla guida è una cattiva abitudine che riguarda buona parte degli automobilisti. Tra le novità previste dalla riforma del Codice della Strada c’è anche quella che riguarda l’inasprimento delle sanzioni connesse guida con cellulare. L’obiettivo è quello di agire come deterrente contro una prassi pericolosa per sé stessi e per gli altri. Secondo

CONTINUA A LEGGERE

Sospensione assicurazione moto: come fare, come riattivare

Sospendere l’assicurazione Rc obbligatoria è una soluzione interessante per risparmiare. Ideale per chi utilizza un veicolo soltanto in alcuni periodi dell’anno, garantisce un risparmio sul premio annuo. Di fatto questo è spalmato su un arco temporale più lungo. Quali sono i vantaggi principali e gli svantaggi di una polizza sospendibile? Blocco assicurazione moto: cos’è? La

CONTINUA A LEGGERE

Caduta in bici: le 5 cose da fare subito

A chi non è successo almeno una volta nella vita? Una caduta in bici non si nega proprio a nessuno. Che si sia pedalatore improvvisati o campioni del Giro d’Italia, finire a terra quando si pedala è una possibilità da tenere in considerazione. Basta una buca, un restringimento stradale o una frenata improvvisa per rovinare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Auto senza assicurazione: quali sono le sanzioni?

Guidare un’auto senza assicurazione è un reato punito in più modi. Mettersi alla guida di un veicolo non assicurato costituisce un rischio per sé stessi e per gli altri. Nonostante ciò i casi di automobilisti fermati alla guida senza assicurazione sono in continuo aumento. A questo spiacevole fenomeno si lega direttamente quello delle fughe a

CONTINUA A LEGGERE

Modello 730/2019: l’assicurazione auto è detraibile?

È possibile procedere alla detrazione assicurazione auto sul modello 730/2019? Quando si effettua la dichiarazione dei redditi, ci si trova a fare i conti con spese detraibili e spese deducibili. Tra le prime rientrano anche quelle assicurative. Non tutte sono però detraibili dal 730 o dal Modello redditi persone fisiche. L’assicurazione auto è detraibile? Quando

CONTINUA A LEGGERE

Decurtazione punti patente: eccesso di velocità

Dal 2003 gli automobilisti italiani si trovano alle prese con la patente a punti. Questo meccanismo premia i guidatori virtuosi permettendo loro di guadagnare due punti ogni biennio, fino a un massimo di 30 totali. La base di partenza è di 20 punti e ovviamente si rischia la perdita punti patente quando si commettono infrazioni

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE