Come risparmiare sull’assicurazione autocarro

Obbligatoria per tutti i veicoli con portata pari o superiore ai 35 quintali, l’assicurazione autocarro si differenzia da quella auto soprattutto grazie alle agevolazioni fiscali che garantisce ai contraenti. La condizione affinché questa condizione si eserciti è l’utilizzo per scopi commerciali del mezzo.

Agevolazioni e sconti: tutti i modi per ridurre il premio dell’assicurazione autocarro

Se stai per dare impulso alla tua attività e hai bisogno della miglior polizza per il tuo veicolo, allora non puoi non tenere conto di alcuni suggerimenti utili per risparmiare.

  •  Immatricolazione. Assicurando l’autocarro ad uso privato si potrà beneficiare della Legge Bersani. Questa soluzione permette di ereditare la classe di merito di un membro della famiglia, ma soltanto per la stessa tipologia di veicolo. Destinandolo, invece, ad “uso speciale” (ad esempio come autonegozio o trasporto di attrezzature speciali) si può far scendere il premio fino al 40%.
  •  Franchigia. Introdurne una da 500 o 1000 euro permette di abbassare il premio annuo e, in caso di incidenti, di evitare che subentri il malus.
  •  Assicurazione temporanea. Oltre alle polizze standard, in previsione di un utilizzo saltuario del mezzo sarà consigliato affidarsi ad una temporanea, in grado di “coprire” il mezzo soltanto nel periodo in cui verrà realmente sfruttato.
  •  Assicurazione autocarro storico. Sottoscrivibile qualora il mezzo sia stato immatricolato da almeno 20 anni. Non fa risparmiare direttamente sul premio, ma garantisce alcune agevolazioni. Tra queste, la possibilità di cumulare più veicoli nella stessa polizza (purché intestati alla stessa persona), di guidare il mezzo per 365 giorni (compresi i giorni di blocco del traffico) e la concessione della Carta Verde.
  •  Potenza ed età del mezzo. Entrambe queste variabili vengono ignorate dalle compagnie assicurative. La traduzione è elementare: l’assicurazione di un camion nuovo avrà lo stesso premio di uno vecchio di oltre venti anni. Sarà così possibile acquistare un veicolo datato e potente senza assicurazione temponeapreoccuparsi dei costi della garanzia.
  •  Portata. Il premio viene definito sulla base della portata a pieno carico del veicolo: più sarà bassa e minore sarà il costo dell’assicurazione.

L’ultimo consiglio è quello da non trascurare mai. Prima di definire la tua scelta, ricorda di comparare tutte le offerte presenti sul mercato e di scegliere quella più adatta a te. Per generare gratuitamente un preventivo che avrà validità per 60 giorni ti basteranno pochi click.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Controllo targa moto: a cosa serve, come si fa

Controllo targa moto: a cosa serve, come si fa Il numero di targa è un codice alfanumerico prezioso per il controllo veicoli. Grazie ai moderni sistemi targa, infatti, si possono ricavare numerose informazioni sull’automezzo. Questa procedura non è soltanto appannaggio delle Forze dell’Ordine, ma è eseguibile anche dai privati. Come funziona il sistema Targa System

CONTINUA A LEGGERE

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona Tra le garanzie accessorie più comuni delle tradizionali RC Auto c’è la polizza cristalli. Si tratta di una particolare assicurazione che, senza costi aggiuntivi, permette di riparare o sostituire il parabrezza in caso di rottura o danneggiamento. Cos’è la polizza cristalli e come ottenere il risarcimento Spesso abbinata

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE