Come leggere il libretto di circolazione

Come leggere il libretto di circolazione

Rilasciato dalla Motorizzazione Civile insieme alla targa in caso di nuova immatricolazione o di rinnovo, il libretto di circolazione rappresenta la “carta d’identità” della nostra automobile. Tale documento è infatti necessario alla circolazione del veicolo e deve essere sempre portato con sé dal conducente per poter circolare. Contiene i dati relativi alle caratteristiche tecniche del veicolo e viene ritirato qualora questi sia sottoposto a sequestro, confisca o fermo amministrativo. È inoltre importante sapere che il suo possesso non costituisce prova della proprietà del veicolo in questione.

Come è divisa la carta di circolazione

Il libretto è composto da due facciate suddivise in quattro quadranti. Sul retro vengono riportati gli aggiornamenti, ovvero gli eventuali trasferimenti di proprietà del veicolo e i risultati delle revisioni, oltre alla leggenda relativa al significato dei codici. Nel primo quadrante vengono riportati i dati che identificano il veicolo e il suo proprietario.

Il secondo raggruppa le informazioni su marca e modello della vettura insieme ad altri dati tecnici ad essa inerenti. Nel terzo e nel quarto, invece, ci sono informazioni scritte per esteso e senza codici. Di norma si tratta delle dimensioni del veicolo, del rapporto potenza/tara (indispensabile da conoscere se si è neopatentati), e della classe di omologazione ambientale.

Come leggere la carta di circolazione

A questo punto siamo pronti a scoprire il significato dei codici comunitari riportati sul nostro libretto di circolazione auto.

  •         A – Targa del veicolo
  •         B – Data di prima immatricolazione
  •         C – Sezione riservata ai dati del proprietario
  •         C1.1 e C1.2 – Dati intestatario della carta di circolazione
  •         C2.1 e C2.2 – Nome e cognome del proprietario del veicolo
  •         C3 – Persona fisica che può utilizzare il veicolo oltre al proprietario
  •         C3.1, C3.2 e C3.3 – Nome, cognome e indirizzo del soggetto
  •         D.1 – Marca
  •         D.2 – Modello
  •         D.3 – Denominazione commerciale
  •         E – Numero di identità del veicolo, numero del telaio
  •         F – Massa
  •         F.1 – Massa massima ammissibile
  •         F.2 – Masa massima ammissibile del veicolo in servizio nello Stato di immatricolazione
  •         F.3 – Massa massima ammessa dell’insieme
  •         G – Massa del veicolo in servizio carrozzato in kg
  •         H – Durata di validità, se non illimitata
  •         I – Data di immatricolazione alla quale si riferisce il libretto
  •         J – Categoria del veicolo
  •         J.1 – Destinazione e uso del veicolo
  •         J.2 – Carrozzeria del veicolo
  •         K – Numero di omologazione
  •         L – Numero di assi
  •         M – Interasse
  •         N – Per mezzi di massa superiore alle 3,5 tonnellate, indica la ripartizione della massa sui vari assi identificati come N.1, N.2, N.3, N.4 e N.5
  •         O – Massa massima ammessa a rimorchio
  •         O.1 – Rimorchio frenato espresso in chilogrammi
  •         O.2 – Rimorchio non frenato espresso in chilogrammi
  •         P – Motore
  •         P.1 – Cilindrata
  •         P.2 – Potenza massima (in KW)
  •         P.3 – Tipo di alimentazione
  •         P.4 – Regime motore in giri/min al quale è espressa la potenza
  •         P.5 – Numero di serie del motore
  •         Q – Rapporto peso/potenza per i motocicli, espresso in Kw/Kg
  •         R – Colore
  •         S – Posti a sedere
  •         S.1 – Numero di posti a sedere compreso il conducente
  •         S.2 – Numero di posti in piedi eventualmente disponibili
  •         T – Velocità massima
  •         U – Rumorosità in decibel
  •         U.1 – Rumorosità in decibel a veicolo fermo
  •         U.2 – Rumorosità in decibel a regime motore in giri/min
  •         U.3 – Rumorosità in decibel a veicolo in marcia
  •         V – Emissioni inquinanti espresse in g/km o g/kwh.
  •         V.1 – Co Co2; V.2 – HC; V.3 NOx; V.4 – HC + NOx; V.5 particolato (per motori diesel); V.6 – regime di assorbimento per motori diesel (in giri/min); V.7 – Co2; V.8 – consumo dichiarato in litri/100 km nel ciclo misto; V.9 – Classe di emissioni inquinanti (Euro 1, Euro 2, ecc…)

Libretto obbligatorio a bordo, tagliando assicurazione no. Ma…

Presa familiarità con l’alfabeto del vostro libretto di circolazione, è meglio ricordare alcune regole fondamentali. La sua presenza a bordo è obbligatoria, mentre dal 18 ottobre 2015 non lo è più esporre il tagliando di assicurazione. I controlli sulla polizza RCA vengono infatti effettuati attraverso la targa. Ciò significa che è comunque fondamentale essere in regola con il pagamento della assicurazione auto. Potrai scegliere quella più adatta consultando le migliori offerte presenti sul mercato e generando un preventivo gratuito che avrà validità 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Polizza vita mista: cos’è, come funziona?

Polizza vita mista: cos’è, come funziona? La polizza vita mista è un particolare tipo di contratto assicurativo che unisce, per così dire, la polizza caso vita e la polizza caso morte. Il premio viene infatti corrisposto se l’assicurato è ancora in vita alla scadenza del contratto o ai suoi beneficiari, qualora l’assicurato muoia entro questa

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE

Patente speciale: come richiedere, dove rinnovare

I soggetti affetti da disabilità (dalla nascita, per incidente o malattia) hanno diritto a guidare l’auto? La risposta è affermativa, purché siano in possesso di una patente auto speciale. Questo titolo di guida ha un iter identico a quello della normale patente b auto. Propedeutico al suo ottenimento è il superamento di esami di teoria

CONTINUA A LEGGERE

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE