Classe di merito familiare defunto: quando si può ereditare?

Ereditare la classe di merito di un familiare defunto è una soluzione prevista dalla legge. Quando si sottoscrive un contratto di assicurazione auto, non è certo una delle prime domande che ci si pone. Eppure in caso di un’eventualità così drammatica, sono spesso i congiunti a porsi il quesito. Soprattutto in caso di decesso di una persona anziana, quindi con anni di guida alle spalle e una classe di merito bassa. Pagare meno il premio auto con la classe di merito familiare defunto è possibile però soltanto in pochissimi casi. Scopriamo quali sono e come ottenere l’acquisizione classe di merito assicurazione di un familiare dopo la sua morte.

Cos’è la classe di merito

Per capire meglio le regole valide per la classe di merito familiare defunto torniamo sulla definizione. La classe di merito non è altro che il valore che determina la sinistrosità di un contraente. Le compagnie assicurative la definiscono in base al curriculum di guida dell’assicurato negli anni precedenti. In base alla classe di merito CU viene stabilito il premio RC Auto annuale. La classe di merito varia da 1 a 18: più è bassa e meno si paga.

Chiunque stipuli un’assicurazione RC Auto per la prima volta ha come classe di merito la 14. In alternativa si può beneficiare degli sgravi offerti dalla Legge Bersani. Aderendo alla legge n.40/2007, infatti, si può ereditare la classe di merito di un familiare convivente. Questa soluzione è particolarmente indicata per i neopatentati o per un coniuge (o convivente) che assicura per la prima volta l’auto e può approfittare di quella di chi vive sotto il suo stesso tetto.

Classe di merito familiare defunto: come funziona

Ereditare classe di merito genitori non equivale a prendere la classe di merito familiare defunto. La Legge Bersani, infatti, non contempla il mantenimento classe di merito per gli eredi della vittima. In caso di morte, eventuali fratelli, sorelle, figli o nipoti non possono beneficiare della successione nel contratto di assicurazione. La classe di merito familiare defunto può essere usufruita soltanto dal coniuge in comunione di beni, a condizione che l’auto sia intestata interamente a suo nome. Il beneficio spetta anche alle coppie unite civilmente.

Come ottenere

Perché la classe di merito familiare defunto si può ottenere soltanto se già intestatari del veicolo? Al momento della morte, l’auto viene trasferita automaticamente agli eredi. Qualora questi fossero più di uno, la legge prevede che si applichi la classe di merito del guidatore meno esperto, ovvero quella che costa di più. Ecco perché è fondamentale che il coniuge che resta in vita sia l’unico intestatario della vettura. Una soluzione alternativa può essere quella di intestare interamente l’auto all’erede che dispone della miglior classe di merito, sia anch’esso un figlio.

Per restare aggiornati sull’assicurazione auto e capire come risparmiare, usa il nostro comparatore. Compila il form inserendo i dati richiesti e ricevi subito le quotazioni delle migliori compagnie online. Salva il preventivo sul tuo pc e valutalo entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione vita: cosa accade in caso di suicidio

Le assicurazioni sulla vita servono a tutelare sé stessi e i propri cari nei momenti difficili. Sul mercato esistono quattro tipi di polizza vita: caso morte, caso vita, assicurazione mista e polizza vita intera. Cosa accade, però, in caso di suicidio? Esiste una assicurazione vita suicidio? Per capire come agiscono le compagnie assicurative davanti a

CONTINUA A LEGGERE

Polizza vita o fondo pensione: quale scegliere, come risparmiare

Garantire serenità e stabilità economica ai propri familiari. Una necessità per tanti, una scelta che passa attraverso due strade: polizza vita o fondo pensione. Quali sono le differenze e quale scegliere in base alle proprie esigenze? Polizza vita e fondo pensione: cosa sono L’assicurazione vita è un contratto attraverso il quale il contraente assicura un

CONTINUA A LEGGERE

Polizza caso morte a vita intera: cos’è e come funziona

Le polizze assicurative vita servono a salvaguardare i nostri cari in caso di eventi accidentali. Tra queste l’assicurazione vita caso morte ha il compito di tutelare il patrimonio qualora si debba fare a meno di una fonte di reddito importante. Scelta da una grande quantità di assicurati, la polizza vita caso morte è disponibile in

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Passaggio di proprietà moto: come fare, documenti

Acquistare o vendere una moto usata è il preludio a un’operazione obbligatoria: il passaggio di proprietà moto. Sia che si intenda acquistare la propria due ruote dei sogni o che sia voglia puntare su un modello d’epoca, la sostanza non cambia. Per poter circolare su strada senza incorrere in sanzioni, oltre all’assicurazione RC Moto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione infortuni domestici: cos’è e cosa copre

La assicurazione infortuni domestici copre gli infortuni provocati da incidenti capitati in casa e dalle loro conseguenze economiche. La polizza è obbligatoria dall’1 gennaio 2001 e si rivela particolarmente utile per tutelarsi nel proprio ambiente domestico. Chi deve sottoscrivere, cosa si intende e cosa copre la polizza infortuni domestici? Cos’è l’assicurazione infortuni domestici La assicurazione infortuni

CONTINUA A LEGGERE

Viaggi in moto Europa: quali sono le protezioni obbligatorie

Quando si fanno viaggi in moto Europa è fondamentale imparare le regole del paese che si intende visitare. Dopo aver individuato gli itinerari moto Europa da esplorare, dunque, c’è subito una domanda da porsi: quali sono le protezioni per moto da indossare? Le norme variano da paese a paese e sono spesso diverse da quelle

CONTINUA A LEGGERE