Cilindrata minima autostrada: via libera alle moto 125

Qual è la cilindrata minima autostrada per una moto? I centauri meno informati hanno tutto il tempo per mettersi in regola. La legge sui motocicli in autostrada sta infatti per cambiare, portando con sé un’attesa rivoluzione. Il nuovo Codice della Strada proporrà un’integrazione gradita per tutti i motociclisti maggiorenni, che a breve potranno circolare con i loro scooter 125 e le moto 125 da strada anche su tangenziali e autostrade.

Cilindrata minima autostrada: cosa prevede l’articolo 175 del Codice della Strada

A tutt’oggi è l’articolo 175 CdS a disciplinare la materia. Questo dispone il divieto di circolazione sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali di velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a 150 cc se a motore termico e motocarrozzette di cilindrata inferiore 250 cc se a motore termico”. Il limite cilindrata autostrada per le moto è, pertanto, 150cc. La violazione dell’articolo 175 è punita con una multa da 41 a 168 euro.

Nuovo Codice della Strada: novità per scooter e moto 125

Rimasto a lungo in ghiaccio, il Ddl che prevede il transito in autostrada e tangenziale per scooter e moto 125 sta per vedere la luce. La cilindrata minima autostrada si abbassa: anche i mezzi con cubatura fino a 149cc potranno circolare sulle autostrade. Ad una sola condizione: alla loro guida dovrà esserci un maggiorenne. Allo stato attuale l’Italia è l’unico Stato membro dell’Unione Europea ad avere questa limitazione alla circolazione. La sua eliminazione è prevista nei prossimi mesi, mentre non è arrivata la fumata bianca sulla possibilità di aumentare a 150 km/h il limite massimo in autostrada.

Motociclo 125 in autostrada: con quale patente?

La novità riguardante la cilindrata moto per circolare in autostrada ne comporta anche una sul tema delle patenti moto. Fino al 2019 soltanto chi aveva conseguito la patente B prima del 1986 poteva porsi alla guida di una moto 150. Gli over 50 (o meglio: chi ha conseguito questo titolo di guida dopo il 1986) erano obbligati a prendere la patente A2 per andare in autostrada. Con le nuove modifiche cambia tutto. Chi ha conseguito la patente B negli ultimi 32 anni, infatti, è abilitato alla guida degli scooter o moto 125cc. Ciò significa che qualunque titolare di una patente B (non sono previste limitazioni per i neopatentati, ovvero i soggetti che hanno preso la patente da meno di tre anni) potrà condurre un veicolo 125cc su tangenziali o autostrade.

In attesa che la svolta sulla cilindrata minima autostrada diventi a tutti gli effetti realtà, portati avanti mettendo al sicuro te e la tua due ruote. Prima di accendere i motori e allacciare il casco è obbligatorio sottoscrivere un’assicurazione RC moto. Col comparatore di Quale.it potrai fare la scelta più adatta al tuo stile di guida. Sia se guidi la tua motocicletta tutto l’anno o se sali in sella in determinati periodi. In quel caso non sottovalutare il risparmio garantito da polizze sospendibili o temporanee, come assicurazione mensile, trimestrale o semestrale. Per ricevere un preventivo gratuito e senza impegno, valido ben due mesi, basterà inserire pochi dati: i tuoi e quelli del veicolo che intendi assicurare.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidente in area privata: chi deve pagare?

In caso di incidente in area privata l’assicurazione paga? Giù la maschera: almeno una volta nella nostra carriera da automobilisti ci siamo trovati a porci la domanda. Aree di sosta, parcheggi, giardini, cortili: ogni posto è una potenziale fonte di sinistri. Come bisogna comportarsi se si resta vittime di incidenti stradali in aree private? Chi

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà auto per decesso: come fare

Ereditare un veicolo per volontà del defunto rientra nei nostri diritti. Qual è la procedura per effettuare il passaggio di proprietà auto per decesso? In caso di auto intestata a defunto, gli ereditari devono presentare il verbale di pubblicazione del testamento redatto dal notaio. L’accettazione eredità auto va fatta entro 6 mesi dalla morte, davanti

CONTINUA A LEGGERE

Cilindrata neopatentati: qual è il limite per le moto

Esiste una cilindrata neopatentati per moto? Aver conseguito la patente di guida da meno di tre anni, comporta una serie di restrizioni. Mentre il più significativo sbarramento per le auto riguarda il limite kilowatt neopatentati, per le due ruote la questione è leggermente differente. Bisogna infatti ricordare che i titoli di guida per moto sono

CONTINUA A LEGGERE

Moto nuova: quali sono i tempi d’immatricolazione?

Sapere come immatricolare una moto è un passaggio fondamentale per ogni possessore di una due ruote. Sia se si rileva una moto radiata, sia se si acquisti una moto d’epoca o nuova di zecca, occorre infatti formalizzare alcuni passaggi burocratici obbligatori. I tempi immatricolazione moto nuova sono generalmente brevi, così come esigue sono le spese

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Città più pericolose del mondo: classifica, come viaggiare sicuri

Viaggiare è uno tra gli hobby più gettonati dagli italiani. Chi si può permettere un weekend o una vacanza, magari all’estero, non può non tenere conto di una classifica: quella delle città più pericolose del mondo. Si tratta di un ranking che confronta abitanti e numero di omicidi, restituendo un indice di pericolosità in percentuale.

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento furto auto: come richiederlo e documenti necessari

Una cattiva abitudine che non passa mai di moda. I furti d’auto in Italia tornano ad aumentare. Secondo le statistiche diffuse dal Ministero dell’Interno, nel 2018 sono state 105.239 le macchine rubate, con una crescita del 5,2% rispetto all’anno precedente. Ottenere il risarcimento furto auto è possibile, mentre non sempre è facile tornare in possesso

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione moto: quali sono le garanzie accessorie migliori?

Quando si sottoscrive una polizza RC Moto è possibile aggiungere delle ulteriori coperture assicurative. Le garanzie accessorie servono a tutelare l’assicurato da tutti i casi che restano scoperti dalla RC obbligatoria. Intervengono quando si verificano danni non coperti da questa, garantendo il regolare indennizzo al contraente. Scegliendo di abbinarle all’assicurazione auto o moto obbligatoria, il

CONTINUA A LEGGERE

Assistenza stradale Zurich Connect: come funziona, contatti

Ricevere un soccorso immediato quando si rimane con l’auto in panne. Quando si manifesta uno degli spettri più temuti da ogni automobilista, bisogna restare lucidi. Richiedere un pronto intervento è il secondo passo da compiere. Avendo aggiunto la polizza assistenza stradale all’assicurazione RC auto, questo tipo di aiuto sarà gratuito. Tra le compagnie che offrono

CONTINUA A LEGGERE