Il casco in bicicletta è obbligatorio?

Quando si va in bici è obbligatorio indossare il casco? Chi, almeno una volta nella vita, non si è posto questa domanda. Dal ciclista dell’ultima ora all’automobilista indispettito dai rallentamenti della domenica, il dubbio è lecito. L’argomento è stato spesso dibattuto e sarebbe dovuto essere oggetto di riforma nel Nuovo Codice della Strada. Ad oggi, però, l’uso del casco bicicletta non è previsto. Un vuoto normativo che lascia libero arbitrio a quella che, per definizione, è una categoria debole della strada.

Casco per bici: regole Codice della Strada

Il Codice della Strada classifica le biciclette come velocipedi. Gli obblighi che i ciclisti devono rispettare non riguardano l’utilizzo del casco bicicletta. Il legislatore si è infatti limitato a indicare comportamenti da osservare per garantire la propria sicurezza e la circolazione. Tra questi rientrano l’obbligo di transitare su piste ciclabili laddove siano presenti, di utilizzare giubbotto e bretelle retroriflettenti nelle ore notturne. I ciclisti sono inoltre equiparati a pedoni e devono condurre la bici a mano se le condizioni della viabilità costituiscono un pericolo per la circolazione.

Utilizzo casco bicicletta obbligatorio: cosa prevede il nuovo Codice della Strada

Per colmare alcuni vuoti normativi era stato proposto l’utilizzo obbligatorio del casco bicicletta per gli under 15. La proposta non è però passata, così come non è ancora stato tradotto in legge la proposta salvaciclisti. Questa ultima prevede multe per gli automobilisti che non rispettano la distanza di sicurezza minima di 1,5 metri nel superare i ciclisti che impegnano la sede stradale. Il nuovo CdS ha introdotto soltanto alcune novità. Le più significative per i ciclisti riguardano:

  • Linea d’arresto avanzata di almeno 3 metri per le biciclette rispetto a quella dedicata al traffico veicolare
  • Circolazione su strade e non solo sulle piste ciclabili, anche in presenza di queste ultime

Rispetto a quanto anticipato da alcuni organi di informazione, invece, non sarà possibile circolare in bicicletta nelle corsie riservate agli autobus. Per quanto riguarda il casco ciclista, nonostante gli eventuali incentivi per l’acquisto previsti, la norma non è passata.

Casco bici: dove è obbligatorio?

Nonostante le statistiche sugli incidenti dimostrino l’importanza di viaggiare in bici con la massima sicurezza, l’Italia non si è messa a pari con altri paesi. In alcune nazioni europee il casco bici è diventato obbligatorio di recente. A Malta il suo utilizzo lo è dal 2004, in Svezia dal 2005 per i bambini fino a 15 anni. In Spagna è obbligatorio solo fuori dalle aree urbane.

Studi dimostrano come indossare un casco omologato contribuisca a ridurre i rischi connessi alle cadute, soprattutto negli impatti a medio-alta velocità. Che tu sia un ciclista occasionale o un amatore incallito, pensa alla tua sicurezza. Oltre a un casco per te, proteggi anche la tua bicicletta con la migliore assicurazione sul mercato. Con la polizza Bicicover, da sottoscrivere entro tre mesi dall’acquisto della bici, la terrai al riparo da furto parziale e totale. E non solo. Saranno infatti garantiti anche i danni provocati da guasti e usura, quelli elettronici e gli atti vandalici.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Patente A2: costi, limitazioni, foglio rosa, cosa posso guidare

Guidare una moto significa anche addentrarsi nella giungla delle patenti. Basta una sigla a definire le possibilità di un centauro: età per conseguirla, cilindrata massima consentita, limitazioni. Lo step successivo al patentino (patente AM) e alla A1, utile a condurre motocicli fino a 125cc, si chiama patente A2. Quando è possibile ottenere questa patente per

CONTINUA A LEGGERE

Costo assicurazione auto: le 7 variabili che incidono di più

Nuove forme di mobilità sostenibile, vecchi obblighi. Se si acquista un’auto, nuova o usata che sia, il primo compito è quello di sottoscrivere l’assicurazione RCA. La responsabilità civile autoveicoli è obbligatoria per legge e garantisce l’intestatario per danni cagionati a terzi in caso di incidente. Come risparmiare sulla polizza auto e quali sono le variabili

CONTINUA A LEGGERE

Le 3 piste ciclabili più belle d’Italia

Le piste ciclabili sono percorsi protetti o riservati alle biciclette, dove il traffico motorizzato è generalmente escluso. Progettate con l’obiettivo di separare il traffico ciclabile da quello motorizzato e pedonale, servono ad aumentare la sicurezza stradale. Inoltre facilitano lo scorrimento dei veicoli. Tutto rose e fiori? Non proprio, perché in Italia non sempre è facile

CONTINUA A LEGGERE

Normativa seggiolini auto: i sensori salva bebè

Le regole seggiolini auto sono in continua evoluzione. L’obiettivo è quello di proteggere al massimo la salute dei bambini e permettere loro di viaggiare sicuri. Premesso che i bambini in auto davanti non possono sedersi fino al compimento dei 12 anni di età e al superamento di 1,50 metri d’altezza, resta da capire quale sia

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Assicurazione motorino: come scegliere la polizza moto 50cc

Sulle due ruote non si scherza, specie quando si tratta di motorini e ciclomotori di bassa cilindrata. In città il motorino è un mezzo di spostamento imbattibile: comodo e agile, consente di muoversi con facilità nel traffico e negli spazi stretti. Facile vittima di ladri o di piccoli incidenti, è fondamentale scegliere l’assicurazione motorino più

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto temporanea 3 giorni: conviene?

Pagare l’assicurazione auto soltanto nei giorni in cui si circola su strada, che sia anche solo per 3 giorni? Quella che può sembrare una suggestione, è realtà ormai da tempo. Diverse compagnie assicurative mettono a disposizione dei propri clienti formule alternative per la polizza auto. Non solo assicurazioni RC tradizionali, con pagamento annuale, ma anche a

CONTINUA A LEGGERE

Contratto di locazione turistica: durata, registrazione, tassazione

Sei proprietario di una casa e vuoi affittarla per un breve periodo? Puoi farlo grazie al contratto di locazione turistica. Questa formula permette di cedere un immobile per finalità transitorie, aiutando chi cerca una casa vacanze. Le finalità del richiedente possono essere diverse: dal viaggio di riposo, di affari o a scopo curativo. Per stipulare

CONTINUA A LEGGERE

Gatto viaggio lungo macchina: 10 consigli pratici

Quando si parla di andare in vacanza con gli animali, il pensiero corre subito al cane. Tra gli amici a quattro zampe, però, rientrano anche i gatti. Soltanto in Italia questi animali domestici sono quasi 8 milioni. Non è difficile pensare che per le vacanze estive 2019 molti dei loro padroni si troveranno a viaggiare

CONTINUA A LEGGERE