Carrello portamoto: consigli per la scelta migliore

Carrello portamoto: consigli per la scelta migliore

Quella per le due ruote è una passione che in Italia coinvolge sempre più persone. Mezzo ideale per sgusciare rapidamente nel traffico e per le gite fuoriporta nei weekend, la moto può essere utilizzata in più modi. Per circolare su strada è obbligatorio avere l’assicurazione in regola e disporre della patente (per chi l’ha conseguita prima del 1986, basta la patente B), mentre su pista esistono delle particolari polizze giornaliere. Ma come fare, ad esempio, se si intende arrivare nel circuito dei nostri sogni volendo preservare il nostro bolide? La soluzione più conveniente, se non si vuole noleggiare un furgone, è quella di affidarsi a un carrello per moto. Scopriamo di cosa si tratta.

Carrello moto: a cosa serve

Il carrello di trasporto permette di trasferire autonomamente il mezzo. Questa soluzione è particolarmente adatta a chiunque abbia bisogno di trasportare il veicolo con motore spento, basti pensare ai possessori di moto da pista o cross, o semplicemente a chi dispone di una moto d’epoca che non circola da tempo e non è nelle condizioni di farlo.

Caratteristiche, prezzi e immatricolazione

Il carrello portamoto deve obbligatoriamente essere immatricolato e disporre di una targa propria da posizionare su uno dei suoi due lati. Inoltre occorre chiedere una targa che riporti anche i dati del veicolo trainante. Il carrello andrà infatti agganciato a una vettura che, a sua volta, dovrà disporre di un traino di gancio omologato. I punti vendita più gettonati sono ovviamente quelli online, ma ci si può rivolgere anche a rivenditori specializzati. In ogni caso è sempre chiedere preventivamente informazioni alla casa costruttrice della moto, che avrà cura di chiarire ogni eventuale dubbio.

Il prezzo oscilla da un massimo di 900 euro per un prodotto nuovo a un minimo di 300 per l’usato. Per quanto riguarda il noleggio giornaliero, invece, è possibile cavarsela con circa 50 euro.

Carrello portamoto: assicurazione e revisione

L’assicurazione per il carrello portamoto, al contrario di quella per il veicolo in questione, non è obbligatoria per legge. Se si decide di sottoscrivere una polizza ad hoc, l’estensione fa aumentare di circa il 5% il prezzo annuale della polizza e non copre i danni cagionati al rimorchio se posteggiato su suolo pubblico separatamente dall’automobile alla quale è associato.

Va inoltre ricordato che da maggio 2018 sono cambiate le regole per la revisione. A partire dal 2019 dovranno effettuarla tutti i carrelli immatricolati tra il 2001 e il 2006, mentre nel 2020 sarà la volta dei carrelli immatricolati dal 2007 in poi.

Il nostro consiglio è quello di sottoscrivere un’assicurazione moto più completa possibile. Per farlo rivolgiti a noi. Sul nostro sito potrai confrontare le offerte delle migliori compagnie e scegliere, comodamente online, quella più adatta a te. Dopo aver generato un preventivo avrai inoltre 60 giorni per decidere se convalidarlo o no.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Google+: perché cancellare il profilo?

Google+: perché cancellare il profilo? Perché cancellare il proprio profilo da Google+ e come farlo? Dal 2 aprile 2019 Google+ chiude i battenti. Dopo tanti anni in cui il social network di Google ha provato a dare filo da torcere a Facebook, ha finalmente perso la battaglia. Sai che molto probabilmente hai un profilo su

CONTINUA A LEGGERE

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione L’obiettivo di rendere le strade sicure è ancora lontano dalla sua piena realizzazione. In Italia negli ultimi 17 anni la categoria più penalizzata nella riduzione del tasso di mortalità legata agli incidenti è quella dei ciclisti. Nel 2017 sono state 254 le vittime di sinistri stradali appartenenti alla categoria e

CONTINUA A LEGGERE

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente L’introduzione della guida autonoma automobili rappresenta una svolta epocale nel settore. L’auto senza conducente corrisponde a una rivoluzione totale nel mondo della mobilità, ma non comporta un taglio definitivo col passato. Sbaglia, infatti, chi ritiene che il guidatore sia sollevato da ogni responsabilità. Per mettersi

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE