Carrello portamoto: consigli per la scelta migliore

Carrello portamoto: consigli per la scelta migliore

Quella per le due ruote è una passione che in Italia coinvolge sempre più persone. Mezzo ideale per sgusciare rapidamente nel traffico e per le gite fuoriporta nei weekend, la moto può essere utilizzata in più modi. Per circolare su strada è obbligatorio avere l’assicurazione in regola e disporre della patente (per chi l’ha conseguita prima del 1986, basta la patente B), mentre su pista esistono delle particolari polizze giornaliere. Ma come fare, ad esempio, se si intende arrivare nel circuito dei nostri sogni volendo preservare il nostro bolide? La soluzione più conveniente, se non si vuole noleggiare un furgone, è quella di affidarsi a un carrello per moto. Scopriamo di cosa si tratta.

Carrello moto: a cosa serve

Il carrello di trasporto permette di trasferire autonomamente il mezzo. Questa soluzione è particolarmente adatta a chiunque abbia bisogno di trasportare il veicolo con motore spento, basti pensare ai possessori di moto da pista o cross, o semplicemente a chi dispone di una moto d’epoca che non circola da tempo e non è nelle condizioni di farlo.

Caratteristiche, prezzi e immatricolazione

Il carrello portamoto deve obbligatoriamente essere immatricolato e disporre di una targa propria da posizionare su uno dei suoi due lati. Inoltre occorre chiedere una targa che riporti anche i dati del veicolo trainante. Il carrello andrà infatti agganciato a una vettura che, a sua volta, dovrà disporre di un traino di gancio omologato. I punti vendita più gettonati sono ovviamente quelli online, ma ci si può rivolgere anche a rivenditori specializzati. In ogni caso è sempre chiedere preventivamente informazioni alla casa costruttrice della moto, che avrà cura di chiarire ogni eventuale dubbio.

Il prezzo oscilla da un massimo di 900 euro per un prodotto nuovo a un minimo di 300 per l’usato. Per quanto riguarda il noleggio giornaliero, invece, è possibile cavarsela con circa 50 euro.

Carrello portamoto: assicurazione e revisione

L’assicurazione per il carrello portamoto, al contrario di quella per il veicolo in questione, non è obbligatoria per legge. Se si decide di sottoscrivere una polizza ad hoc, l’estensione fa aumentare di circa il 5% il prezzo annuale della polizza e non copre i danni cagionati al rimorchio se posteggiato su suolo pubblico separatamente dall’automobile alla quale è associato.

Va inoltre ricordato che da maggio 2018 sono cambiate le regole per la revisione. A partire dal 2019 dovranno effettuarla tutti i carrelli immatricolati tra il 2001 e il 2006, mentre nel 2020 sarà la volta dei carrelli immatricolati dal 2007 in poi.

Il nostro consiglio è quello di sottoscrivere un’assicurazione moto più completa possibile. Per farlo rivolgiti a noi. Sul nostro sito potrai confrontare le offerte delle migliori compagnie e scegliere, comodamente online, quella più adatta a te. Dopo aver generato un preventivo avrai inoltre 60 giorni per decidere se convalidarlo o no.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Il casco in bicicletta è obbligatorio?

Quando si va in bici è obbligatorio indossare il casco? Chi, almeno una volta nella vita, non si è posto questa domanda. Dal ciclista dell’ultima ora all’automobilista indispettito dai rallentamenti della domenica, il dubbio è lecito. L’argomento è stato spesso dibattuto e sarebbe dovuto essere oggetto di riforma nel Nuovo Codice della Strada. Ad oggi,

CONTINUA A LEGGERE

Cellulare alla guida: aumento delle sanzioni nel 2019

Utilizzare il cellulare alla guida è una cattiva abitudine che riguarda buona parte degli automobilisti. Tra le novità previste dalla riforma del Codice della Strada c’è anche quella che riguarda l’inasprimento delle sanzioni connesse guida con cellulare. L’obiettivo è quello di agire come deterrente contro una prassi pericolosa per sé stessi e per gli altri. Secondo

CONTINUA A LEGGERE

Sospensione assicurazione moto: come fare, come riattivare

Sospendere l’assicurazione Rc obbligatoria è una soluzione interessante per risparmiare. Ideale per chi utilizza un veicolo soltanto in alcuni periodi dell’anno, garantisce un risparmio sul premio annuo. Di fatto questo è spalmato su un arco temporale più lungo. Quali sono i vantaggi principali e gli svantaggi di una polizza sospendibile? Blocco assicurazione moto: cos’è? La

CONTINUA A LEGGERE

Caduta in bici: le 5 cose da fare subito

A chi non è successo almeno una volta nella vita? Una caduta in bici non si nega proprio a nessuno. Che si sia pedalatore improvvisati o campioni del Giro d’Italia, finire a terra quando si pedala è una possibilità da tenere in considerazione. Basta una buca, un restringimento stradale o una frenata improvvisa per rovinare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Auto senza assicurazione: quali sono le sanzioni?

Guidare un’auto senza assicurazione è un reato punito in più modi. Mettersi alla guida di un veicolo non assicurato costituisce un rischio per sé stessi e per gli altri. Nonostante ciò i casi di automobilisti fermati alla guida senza assicurazione sono in continuo aumento. A questo spiacevole fenomeno si lega direttamente quello delle fughe a

CONTINUA A LEGGERE

Modello 730/2019: l’assicurazione auto è detraibile?

È possibile procedere alla detrazione assicurazione auto sul modello 730/2019? Quando si effettua la dichiarazione dei redditi, ci si trova a fare i conti con spese detraibili e spese deducibili. Tra le prime rientrano anche quelle assicurative. Non tutte sono però detraibili dal 730 o dal Modello redditi persone fisiche. L’assicurazione auto è detraibile? Quando

CONTINUA A LEGGERE

Decurtazione punti patente: eccesso di velocità

Dal 2003 gli automobilisti italiani si trovano alle prese con la patente a punti. Questo meccanismo premia i guidatori virtuosi permettendo loro di guadagnare due punti ogni biennio, fino a un massimo di 30 totali. La base di partenza è di 20 punti e ovviamente si rischia la perdita punti patente quando si commettono infrazioni

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE