Come fare il cambio residenza assicurazione auto

Il cambio residenza assicurazione auto è una procedura obbligatoria quando ci si trasferisce in un’abitazione ubicata in un comune diverso dal nostro. Cosa comporta per un contraente e quali sono le procedure da seguire? Se si beneficia della Legge Bersani cambia qualcosa tra i privilegi acquisiti? E il premio assicurativo risente del cambio assicurazione auto?

Cambio residenza assicurazione auto: procedura

Il cambio residenza assicurazione auto comporta la variazione dei dati anagrafici presenti sul contratto di assicurazione. L’intestatario della polizza auto deve quindi avvertire la propria compagnia assicurativa comunicando il suo nuovo indirizzo di casa. La comunicazione può avvenire recandosi presso la sede della compagnia, oppure contattando il servizio clienti o via PEC o Fax. Il cambio residenza auto va comunicato perché, come noto, il premio annuo varia anche in base al comune o regione in cui si vive. Ciò significa che alla scadenza del contratto, il premio può aumentare o diminuire. Inoltre non vanno dimenticate le conseguenze in caso di incidente. Qualora l’indirizzo comunicato non dovesse coincidere con quello attuale, l’assicurazione può decidere di non corrispondere l’indennizzo o di avvalersi della rivalsa.

Cambiare assicurazione auto in corso: documenti

Gli attori coinvolti quando si effettua l’assicurazione auto cambio residenza sono in realtà quattro. Oltre al contraente e alla sua compagnia assicurativa, la comunicazione va inoltrata anche alla Motorizzazione Civile e al Comune. In Municipio occorre portare patente di guida, estremi del veicolo (targa) e documento di identità in corso di validità. A questo punto si può richiedere il modulo di richiesta, da compilare e conservare fino all’aggiornamento della carta di circolazione. Sarà a questo punto il Comune a farsi carico di inoltrare la comunicazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC), che a sua volta invierà l’indirizzo aggiornato al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Per informazioni sullo stato della pratica è possibile contattare il numero verde 800.232323

Costo cambio residenza

L’iter per il cambio di residenza viene effettuato da una delegazione dell’ACI oppure da un’agenzia di pratiche auto. I costi sono così suddivisi:

  • Emolumenti ACI: 13,50 euro
  • Imposta di bollo per la registrazione al PRA: 32 euro se si utilizza il Certificato di Proprietà (CdP) o 48 euro se si presenta il modulo NP3C

A questi costi fissi vanno aggiunti quelli per il servizio di intermediazione, che subentrano se ci si avvale di agenzie pratiche auto. Una volta completata la procedura burocratica, come anticipato, è possibile registrare una variazione nel premio annuo. A seconda del nuovo comune di residenza, infatti, il premio assicurativo può aumentare o diminuire. Se, invece, si usufruisce della Legge Bersani, non si è sottoposti a questa regola, in quanto la classe di merito appartiene di diritto e non può cambiare.

Per rinnovare la tua assicurazione auto o sottoscrivere la prima polizza RCA, visita il nostro sito. Grazie a un comparatore intuitivo, impiegherai pochi minuti per ricevere un preventivo gratuito. Inserisci i tuoi dati e ricevi subito le quotazioni delle migliori compagnie assicurazione auto e moto. Salva quanti preventivi vuoi sul tuo pc e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Rottamazione moto: come fare, costi

La rottamazione moto è una procedura obbligatoria quando si decide di dismettere un veicolo. I modi per demolire una moto sono sostanzialmente due: se la demolizione è propedeutica all’acquisto di un nuovo mezzo, si può beneficiare dell’Ecobonus moto. Scopriamo allora cosa fare per rottamare moto, quali sono i costi da sostenere e come usufruire dell’Ecobonus.

CONTINUA A LEGGERE

Prestiti personali: 5 cose da sapere prima di richiederli

I prestiti personali sono finanziamenti che consentono di ottenere denaro per qualunque necessità di acquisto. Vengono erogati da banche o finanziarie e la somma che si riceve a seguito di una richiesta prestito va restituita tramite rate mensili in un arco di tempo prestabilito. A differenza di mutuo o leasing, il prestito personale non è

CONTINUA A LEGGERE

Rc Auto familiare: è valida per gli autocarri?

Entrata in vigore il 16 febbraio 2020, la RC Auto familiare ha ampliato i vantaggi della Legge Bersani assicurazione sul tema della classe di merito. Intervenendo sull’art. 134 del Codice delle Assicurazioni Private, questo provvedimento predispone che nell’ambito dello stesso nucleo familiare ogni veicolo si possa assicurare con una CU meno elevata. Il beneficio si

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Viaggi in moto Europa: quali sono le protezioni obbligatorie

Quando si fanno viaggi in moto Europa è fondamentale imparare le regole del paese che si intende visitare. Dopo aver individuato gli itinerari moto Europa da esplorare, dunque, c’è subito una domanda da porsi: quali sono le protezioni per moto da indossare? Le norme variano da paese a paese e sono spesso diverse da quelle

CONTINUA A LEGGERE

Visura PRA: cos’è e come ottenerla

La visura PRA è un servizio che consente di ottenere un documento contenente informazioni su un veicolo e sul relativo proprietario. Questo documento è rilasciato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e le visure PRA possono essere per targa o nominative. A cosa serve la visura PRA La visura PRA permette di: Controllare l’iscrizione di un

CONTINUA A LEGGERE

Coronavirus: come richiedere la sospensione rate mutuo

La legge di conversione del Decreto Cura Italia (DL 18/2020) rende attuabile la richiesta di sospensione rate mutuo. Questa procedura speciale è stata avallata per fronteggiare l’emergenza economica derivante dalla pandemia Coronavirus. Vediamo chi può sospendere il mutuo, come fare richiesta sospensione mutuo e qual è il modulo da utilizzare. Sospensione rate mutuo: a chi

CONTINUA A LEGGERE