Cambio operatore telefonico: 5 consigli per risparmiare

In un mercato sempre più concorrenziale, il cambio operatore telefonico si trasforma spesso da scelta a necessità. Risparmiare su telefono e ADSL è un’opportunità che nessun cliente si lascia scappare. Cambiare gestore telefonico è un’operazione semplice, spesso incoraggiata proprio dalle compagnie. Risparmiare su linea fissa e fibra è possibile e agevola gli utenti in un periodo in cui il telelavoro è sempre più diffuso. Quali sono le regole da seguire per cambiare operatore telefonico e come fare la scelta giusta?

Cambio gestore telefonico: come fare

Il cambio operatore telefonico è favorito dal bombardamento delle compagnie stesse, che promettono tariffe vantaggiose. Ma è davvero tutto oro ciò che luccica? Di certo le offerte cambio operatore fanno gola, ma prima di sottoscriverle è meglio valutare diversi aspetti. Per prima cosa è importante recuperare il codice di migrazione. Questa sequenza alfanumerica contraddistingue la vostra utenza con l’attuale compagnia telefonica e va comunicata al nuovo provider. Non bisogna pensare che sia il subentrante a comunicarla e bisogna prestare particolare attenzione: se non si comunica il codice di migrazione, si rischia di pagare due bollette per diversi mesi.

Cambio operatore: tariffa online o negozio?

Risparmiare sul cambio operatore telefonico passa anche dalle singole scelte. Ad esempio: conviene bloccare una tariffa sul sito della compagnia o affidarsi a un negozio fisico? Normalmente online e tramite call center si risparmia, ma non sono rari i casi in cui anche i punti vendita prevedono pacchetti vantaggiosi. Il consiglio è quello di visitare uno store vicino casa e di non accettare mai la prima offerta.

Confrontare le tariffe

Sembra banale, ma non lo è. Dopo aver visitato il negozio, per cambiare operatore telefonico è opportuno fare un giro online. I siti delle compagnie specializzate presentano spesso vantaggiose offerte a scadenza, per un periodo limitato. Visitare i siti dei gestori più noti e mettere a confronto le loro promozioni online è una soluzione intelligente per trovare l’offerta adatta alle vostre esigenze.

Verificare i costi aggiuntivi

Il prezzo è basso? Non sempre è un vantaggio. Prima di firmare un contratto (se si è contattati da un call center, bisogna prestare attenzione a non prendere accordi verbali) è suggerito consultare tutte le clausole presenti. Il prezzo deve essere considerato finito e senza costi aggiuntivi o servizi extra in abbonamento.

Testare la velocità di navigazione

Un’operazione rapida e fondamentale prima di effettuare il cambio operatore telefonico. La velocità di connessione è davvero quello che ci viene segnalata? Alcune offerte hanno una copertura peggiore di quella che viene sbandierata. Per questo è meglio verificare come “prendono” i vari gestori sfruttando le sezioni dei relativi siti internet per effettuarlo.

Cercare le offerte dedicate

Tutte le compagnie telefoniche indirizzano le proprie promozioni in base al target. Prima di stipularne una, è meglio vedere a quale si appartiene. Questa soluzione è particolarmente utile per la linea mobile, ma a volte vale anche per la linea fissa o ADSL.

Ti servono altre informazioni prima di scegliere? Allora confronta le offerte delle migliori compagnie telefoniche su Quale.it. Visualizza i singoli piani tariffari e trova quello più adatto alle tue esigenze. Cambiare operatore e navigare alla massima velocità non ti costerà nulla!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE