Cambio gomme estive 2020: quando farlo, per chi vale l’obbligo, sanzioni

Quando togliere le gomme invernali? Con la bella stagione in arrivo, il dubbio riguarda molti automobilisti. Il cambio gomme estive è una procedura obbligatoria a cui devono attenersi tutti, anche se esistono dei modi per evitarlo. Il periodo gomme invernali termina ufficialmente il 15 aprile 2020. A partire da quella data è previsto un periodo di tolleranza, scaduto il quale si è soggetti a sanzioni. Scopriamo quali sono e come risparmiare sul cambio-gomme.

Quando fare il cambio gomme estive nel 2020

Il cambio gomme estive va obbligatoriamente effettuato prima dell’estate. Le gomme invernali periodo scade infatti il 15 aprile 2020. Da quel giorno in poi gli automobilisti (che non sono più tenuti al possesso a bordo delle catene invernali), hanno un mese di tempo per mettersi in regola. Ciò significa che entro il 15 maggio 2020 bisogna aver effettuato il cambio pneumatici invernali, passando a quelli estivi.

Cambio gomme invernali: a cosa serve?

Eseguire il cambio gomme estive significa risparmiare e viaggiare sicuri. Le differenze tra gli pneumatici estivi e quelli invernali sono sostanziali. Come prima cosa cambiano i tasselli: sottili nelle gomme da neve, per far presa sul ghiaccio, sono invece più pieni nelle estive. Diverge anche la miscela, con le gomme termiche che hanno più gomma naturale e risultano essere più elastiche. Le scanalature delle gomme estive sono tre e garantiscono migliore aderenza sul bagnato, diminuendo il rischio di aquaplaning e aumentando la sicurezza. Gli pneumatici estivi si surriscaldano così molto meno (mantenendo quelli invernali si rischia di far sciogliere il battistrada e incorrere in incidenti) e fanno consumare meno benzina migliorando performance e tenuta di strada.

Cambio gomme estive: a chi spetta?

Una volta stabilito quando cambiare le gomme invernali, vediamo chi è esonerato dall’obbligo. Sono nella condizione di ignorare la data gomme invernali due categorie di automobilisti:

  • Proprietari di vetture con gomme all season, contrassegnate dalla dicitura “M+S” (mud e snow, ovvero fango e neve) sul battistrada: gli pneumatici quattro stagioni non necessitano di sostituzione né quando scatta l’obbligo di utilizzare le gomme invernali (15 novembre) né quando questo decade e subentra la necessità di affidarsi alle gomme estive
  • Proprietari di veicoli con gomme che hanno indice di velocità uguale o superiore a quello riportato sulla carta di circolazione. Anche in questo caso possono essere utilizzati gli stessi pneumatici per 365 giorni all’anno

Cambio gomme estive: costi e sanzioni

Qual è il costo cambio gomme? Se si dispone già degli pneumatici da sostituire, bisogna sostenere una spesa di circa 50 euro per montaggio ed equilibratura delle quattro gomme. Quella per la convergenza è invece una spesa a parte. Sul prezzo cambio gomme incide anche il materiale con cui è composto il cerchio.

Multa gomme invernali

Chi non si attiene alle regole su quando si cambiano le gomme, è passibile di sanzioni amministrative. Chi viene pescato a circolare con gli pneumatici sbagliati è passibile di una multa da 422 euro fino a 1.682 euro. Inoltre è previsto il possibile ritiro della carta di circolazione e può essere predisposto l’obbligo di visita e prova presso la più vicina sede della Motorizzazione Civile.

Ora che hai capito quando montare le gomme invernali e quando passare a quelle estive, non dimenticare gli altri obblighi. Usa il nostro comparatore per assicurarti la migliore polizza RC Auto. In pochi semplici passaggi riceverai un preventivo assicurazione auto gratuito e valido 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE