Bollo auto e moto: come cancellare quelli non pagati tra il 2000 e il 2010

Bollo auto e moto: come cancellare quelli non pagati tra il 2000 e il 2010

Il bollo auto e bollo moto sono tasse che gravano sui possessori dei veicoli, indipendentemente dal loro utilizzo. Il suo versamento è annuale e viene corrisposto alle Regioni. Nel 2019 sono cambiate le regole per quanto concerne i veicoli immatricolati da oltre venti anni e non solo. Con l’arrivo del nuovo anno, infatti, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha cancellato oltre 12 milioni di posizioni debitorie non saldate. A beneficiarne è chi non ha pagato bolli, tasse e multe nel periodo dal 2000 al 2010 per un valore massimo di 1000 euro. Sono rimasti fuori dalla manovra accise, dazi, IVA all’importazione oltre a multe, ammende e sanzioni pecuniarie derivanti da provvedimenti e/o sentenze penali di condanna.

Cancellazione bollo e multe non pagati: come fare

Ottenere il condono dei bolli non pagati sarà responsabilità di chi ne vuole beneficiare. Come previsto dal decreto fiscale, infatti, il contribuente interessato alla manovra non riceverà nessuna comunicazione dell’avvenuta cancellazione del debito. Toccherà pertanto a lui informarsi per scoprire se la sua posizione debitoria è stata annullata. Per farlo sarà sufficiente consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate e scegliere uno dei seguenti metodi.

  •         Spid: creando un’identità digitale attraversa il Sistema pubblico
  •         Utilizzando le credenziali rilasciate dall’Agenzia delle Entrate (CF, password e Pin) per accedere al cassetto fiscale o alla dichiarazione precompilata
  •         Utilizzando il Pin rilasciato dall’Inps o la Carta nazionale dei servizi

Cosa cambia per chi ha già pagato

L’altra faccia della medaglia è rappresentata da chi ha già pagato multe e ammende relative al periodo in questione, che ricordiamo essere il primo decennio del ventunesimo secolo. Il decreto prevede che le somme versate prima della sua entrata in vigore, ovvero il 24 ottobre 2018, restino acquisite in maniera definitiva, ovvero non verranno rimborsate. Gli importi versati dopo il 24 ottobre, invece, in assenza di debito, beneficeranno della rottamazione e verranno rimborsati.

Il bollo è solo uno degli obblighi di ogni automobilista e motociclista. Per mettersi in sella è obbligatorio essere in regola anche con l’assicurazione. Sul nostro sito potrai confrontare e scegliere la migliore polizza RC moto tra quelle presenti sul mercato. Ti basteranno pochi click per generare gratuitamente un preventivo valido due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione donazione casa: cos’è e come funziona

La donazione immobiliare è una delle soluzioni più adottate dagli italiani per trasferire la proprietà di case e altri beni immobiliari quando ancora in vita ai propri eredi. La donazione permette di risparmiare su molti oneri fiscali, al momento della successione ereditaria, ma soprattutto permette di aggiungere delle clausole per i beneficiari. Perché quindi acquistare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE