Bollo auto e moto: come cancellare quelli non pagati tra il 2000 e il 2010

Bollo auto e moto: come cancellare quelli non pagati tra il 2000 e il 2010

Il bollo auto e bollo moto sono tasse che gravano sui possessori dei veicoli, indipendentemente dal loro utilizzo. Il suo versamento è annuale e viene corrisposto alle Regioni. Nel 2019 sono cambiate le regole per quanto concerne i veicoli immatricolati da oltre venti anni e non solo. Con l’arrivo del nuovo anno, infatti, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha cancellato oltre 12 milioni di posizioni debitorie non saldate. A beneficiarne è chi non ha pagato bolli, tasse e multe nel periodo dal 2000 al 2010 per un valore massimo di 1000 euro. Sono rimasti fuori dalla manovra accise, dazi, IVA all’importazione oltre a multe, ammende e sanzioni pecuniarie derivanti da provvedimenti e/o sentenze penali di condanna.

Cancellazione bollo e multe non pagati: come fare

Ottenere il condono dei bolli non pagati sarà responsabilità di chi ne vuole beneficiare. Come previsto dal decreto fiscale, infatti, il contribuente interessato alla manovra non riceverà nessuna comunicazione dell’avvenuta cancellazione del debito. Toccherà pertanto a lui informarsi per scoprire se la sua posizione debitoria è stata annullata. Per farlo sarà sufficiente consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate e scegliere uno dei seguenti metodi.

  •         Spid: creando un’identità digitale attraversa il Sistema pubblico
  •         Utilizzando le credenziali rilasciate dall’Agenzia delle Entrate (CF, password e Pin) per accedere al cassetto fiscale o alla dichiarazione precompilata
  •         Utilizzando il Pin rilasciato dall’Inps o la Carta nazionale dei servizi

Cosa cambia per chi ha già pagato

L’altra faccia della medaglia è rappresentata da chi ha già pagato multe e ammende relative al periodo in questione, che ricordiamo essere il primo decennio del ventunesimo secolo. Il decreto prevede che le somme versate prima della sua entrata in vigore, ovvero il 24 ottobre 2018, restino acquisite in maniera definitiva, ovvero non verranno rimborsate. Gli importi versati dopo il 24 ottobre, invece, in assenza di debito, beneficeranno della rottamazione e verranno rimborsati.

Il bollo è solo uno degli obblighi di ogni automobilista e motociclista. Per mettersi in sella è obbligatorio essere in regola anche con l’assicurazione. Sul nostro sito potrai confrontare e scegliere la migliore polizza RC moto tra quelle presenti sul mercato. Ti basteranno pochi click per generare gratuitamente un preventivo valido due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE